Chiortani di San Biagio

Le ciambelle sono amatissime sempre, a tutte le età e sono un'ottima idea in moltissime occasioni. I chiortani di San Biagio sono dei dolcetti tipici di un paesino dell'Abruzzo e sapranno stupirvi con il loro sapore. Vediamo insieme come si preparano

Chiortani di San Biagio
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

I chiortani di San Biagio sono delle ciambelle dolci preparate in occasione della festa del Santo celebrata il 3 febbraio. La ricetta rappresenta la tradizione di Magliano de’ Marsi, un paese abruzzese.

I chiortani risultano morbidi e delicati grazie alla lievitazione che subiscono. Come per ogni ricetta tradizionale, ne esistono varie versioni. In questa ricetta non verranno utilizzate le patate lesse, le quali sono presenti in molte altre versioni.

L’anice donerà al dolce il suo inconfondibile sapore legato alla terra. La spezia dall’arome deciso sarà accompagnata dalla presenza dell’uvetta che darà la completezza ad un dolce unico.

San Biagio è il protettore della gola, non poteva perciò mancare un dolce in suo onore. Vediamo come preparare i chiortani di San Biagio passo dopo passo.

Ingredienti

  • 250 g di farina manitoba
  • 250 g di farina 00
  • 120 g di zucchero
  • 100 g di margarina vegetale
  • 25 g di lievito di birra
  • 100 ml di acqua
  • 200 ml di latte intero
  • 2 uova
  • 1 bicchiere di uvetta
  • 1 fialetta di aroma all’anice

Preparazione

Per preparare i chiortani di San Biagio, prima di tutto, bisogna unire la farina 00 con la farina manitoba e mescolare per far prendere aria all’impasto, questo servirà anche per avere una buona lievitazione. L’operazione dovrà durare finchè le farine saranno ben unite.

A questo punto aggiungete lo zucchero e l’uvetta. Mescolate un paio di minuti. Nel frattempo, tagliate a cubetti la margarina. Aggiungete la margarina all’impasto e mescolare il tutto.

Dopo sciogliete il lievito di birra in un recipiente contenente acqua e latte tiepido. Una volta che il lievito sarà sciolto, aggiungete il liquido all’impasto e mescolate. Completate con le uova e l’aroma all’anice. Mescolate fino ad ottenere un impasto omogeneo.

Coprite con un panno leggermente bagnato e lasciate riposare finchè l’impasto sarà raddoppiato di volume. Passato il tempo di lievitazione, prendete una teglia rivestita con carta forno e formate delle ciambelle di media dimensione. Adagiate le ciambelle sulla teglia avendo cura di lasciare lo spazio tra le unità. Coprite e lasciate lievitare per un ora.

Passato il tempo di lievitazione, cuocete i chiortani di San Biagio a 180°C per 20 minuti in forno preriscaldato. Quando i chiortani saranno cotti, passate un velo di zucchero preferibilmente a velo e lasciate raffreddare prima di servire.

Conservazione

I chiortani di San Biagio possono essere conservati in un ambiente asciutto al riparo da agli alimenti per un massimo di tre giorni.

Chiara Venditti

I consigli di Chiara

Per maneggiare l'impasto senza che si attacchi sulle dita, potete ungervi le mani con un filo d'olio. Al posto della margarina potete utilizzare del burro. Per un dolce più leggero e digeribile consiglio di lasciar riposare l'impasto durante la notte prima di realizzare le ciambelle e continuare con una lievitazione di almeno un paio d'ore prima di infornare. I chiortani di San Biagio possono essere riempiti con del cioccolato per attirare la curiosità dei più piccoli.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!