Frati fritti

I frati fritti sono delle deliziose ciambelline tipiche della Sardegna che dopo la frittura si passano nell'alchermes e poi nello zucchero semolato. Vediamo insieme come prepararli

Frati fritti
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

frati fritti sono una preparazione tipica del Carnevale e della Sardegna. Sono delle buonissime ciambelle soffici con il buco al centro ricoperte di zucchero semolato che di solito si trovano nelle pasticcerie e nei bar tutto l’anno ma che si preparano anche e soprattutto a Carnevale.

In alcune zone della Sardegna si inzuppano le ciambelline nell’archermes e poi si passano nello zucchero semolato. Ecco la ricetta per preparare degli ottimi frati fritti.

Ingredienti

  • 1,2 kg di farina 00
  • 4 uova
  • 500 ml di latte
  • 200 gr di zucchero
  • 50 gr di lievito di birra
  • 1 limone
  • 1 arancia
  • 100 gr di strutto

Ingredienti per cospargere

  • zucchero semolato q.b.
  • 1 bicchierino di alchermes

Ingredienti per friggere

  • 1 l di olio di semi

Preparazione

Per iniziare la preparazione dei frati fritti dovete aggiungere in una ciotola capiente, possibilmente in terracotta, le uova con lo zucchero, il latte tiepido in cui avrete sciolto il lievito, la farina, la scorza del limone e quella dell’arancia insieme al suo succo.

Amalgamate il tutto con le mani. Per ultimo aggiungete lo strutto morbido e continuate a mescolare, così che alla fine l’impasto risulti elastico e non più appiccicoso. Se necessario aggiungete poca farina.

Adesso create una bella palla e coprite con un canovaccio e sopra a questo mettete una coperta in lana. Sistemate il recipiente in luogo caldo per la lievitazione che dovrà durare all’incirca un’ora.

Frati fritti

Quando l’imapsto sarà ben lievitato ricavate delle palline e create la forma delle ciambelle e disponetele su un vassoio per la seconda lievitazione, che durerà all’incirca un’altra oretta circa. A questo punto scaldare l’olio di arachide e quando sarà ben caldo iniziare a cuocere i fatti fritti prima da una parte e poi dall’altra fino a doratura di entrambi i lati.

Una volta cotti scolateli su carta assorbente e passatelli subito nell’alchermes e poi nello zucchero semolato. 

In alternativa potete servire delle classiche ciambelle fritte o dei krapfen alla Nutella.

Frati fritti

Conservazione

I frati fritti sono ottimi da consumare poco dopo la loro preparazione ma si conservano per un paio di giorni sotto una campana di vetro o all’interno di un sacchetto per alimenti.

Ombretta Orrù

I consigli di Ombretta

Queste buonissime ciambelle si conservano anche per giorni dentro ad sacchetto per freezer e se ne volete fare molte potete anche conservarle in freezer. Quando vi andranno basterà o farle scongelare a temperatura ambiente oppure metterle alcuni secondi al microonde. Vi assicuro che rimarrà intatta la loro fragranza e la loro sofficità.

Altre ricette interessanti
Commenti
Ombretta Orrù
Ombretta Orrù

12 febbraio 2016 - 13:58:19

si Ginevra in alcuni posti le chiamano anche cosi ;-)

0
Rispondi
Ginevra Bellucci
Ginevra Bellucci

12 febbraio 2016 - 13:44:55

Buoneeeeee io le chiamo ciambelle!

0
Rispondi
Ombretta Orrù
Ombretta Orrù

12 febbraio 2016 - 13:03:56

Evelin anch'io le adoro ^_^

0
Rispondi
Evelin Felice
Evelin Felice

11 febbraio 2016 - 21:20:18

Che buone! Io ne vado pazza

0
Rispondi
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

11 febbraio 2016 - 21:13:07

Le zeppole!!!

0
Rispondi
Ombretta Orrù
Ombretta Orrù

09 febbraio 2016 - 15:59:12

Grazie Pamela sono buonissime ;-)

0
Rispondi
Pamela Belli
Pamela Belli

09 febbraio 2016 - 10:43:25

Devono essere ottimi e allegri

0
Rispondi