Panini napoletani morbidi

Se non avete ancora provato i panini napoletani dovete assolutamente rimediare! Soffici, con un ripieno golosissimo e da servire in tanti modi diversi. Ecco la ricetta e delle varianti

Panini napoletani morbidi
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Le ricette tradizionali e regionali spesso sono una vera e propria scoperta. Non fanno eccezione i panini napoletani, tipici della campagna.

Si tratta di golosissimi rustici napoletani che vengono arricchiti con un ripieno davvero goloso. Un impasto morbido e soffice ed un ripieno golosissimo, che a seconda dei gusti può anche variare.

Il risultato è un piatto davvero strepitoso, molto versatile dal momento che potrà essere realizzato in tante varianti diverse, realizzando l’impasto con e senza strutto oppure farcendo con verdure o con salumi sempre diversi. In ogni caso il risultato sarà davvero irresistibile.

Vediamo, quindi, la ricetta ed alcune varianti altrettanto gustose.

Ingredienti per i panini

  • 500 g di farina 00
  • 150 ml di acqua
  • 150 ml di latte
  • 1 bustina di lievito di birra
  • 4 cucchiai di strutto
  • 15 g di sale

Ingredienti per il ripieno

  • 100 g di pancetta
  • 60 g di prosciutto cotto
  • 180 g di provola
  • 30 g di parmigiano reggiano
  • q.b di sale
  • q.b di pepe
  • q.b di olio extravergine d’oliva

Come preparare i panini  napoletani

Per preparare i panini napoletani morbidi la prima cosa da fare sarà dedicarsi ai liquidi, ovvero al latte ed all’acqua. Questi due ingredienti andranno tenuti a temperatura ambiente per almeno un’ora prima di inizia la preparazione oppure potranno essere scaldati leggermente passandoli per qualche secondo a microonde o scaldandoli all’interno di un pentolino a fiamma dolce.

Spostatevi quindi all’interno della planetaria o all’interno di una ciotola e versate la farina, l’acqua ed il latte ed il lievito. Iniziate ad amalgamare il tutto ed a questo punto aggiungete anche il sale e lo strutto e continuate a lavorare energicamente fino a quando avrete ottenuto un composto perfettamente liscio ed elastico.

La lavorazione dell’impasto base sarà di fondamentale importanza per la buona riuscita di questa preparazione. Un impasto, infatti, ben lavorato ed elastico darà vita a dei panini morbidi e golosissimi. Quando avrete ottenuto un panetto ben compatto riducetelo in una palla, adagiate all’interno di una ciotola, coprite con un canovaccio e mettete in forno spento ma con luce accesa a lievitare per almeno un’ora o almeno fino a quando avrà raddoppiato il suo volume iniziale.

I tempi di lievitazione cambiano sempre a seconda di tante variabili. È importante, infatti, considerare la temperatura dell’ambiente in cui state lavorando. In particolare in estate, quando le temperature sono più alte, i tempi di lievitazione potranno anche essere inferiori; mentre in inverno sarà bene lasciar evitare l’impasto anche più a lungo rispetto ai tempi indicati per fare in modo che questo lieviti perfettamente e raddoppi il volume iniziale.

Riprendete quindi il vostro panetto, ormai perfettamente lievitato, stendetelo sul piano di lavoro a formare una sfoglia rettangolare con uno spessore di circa 4 mm. A questo punto passata alla farcitura. Aggiungete sulla superficie, lasciando un po’ di spazio dai bordi, la pancetta, il prosciutto, il formaggio cubetti e polverizzate con parmigiano, sale e pepe. Non vi resta, quindi, che avvolgere la pasta dal lato più lungo così da formare un rotolo da cui andrete ricavare dei tocchetti con una larghezza di circa quattro dita.

Ogni panino napoletano così ottenuto andranno adagiati su una teglia precedentemente foderata con della carta da forno e messi a levitare per almeno un altro paio d’ore. Dovranno, infatti, raddoppiare anche in questo caso il volume iniziale. A questo punto non vi resta che spennellarli con dello strutto, che avrete precedentemente sciolto, e mettere in forno preriscaldato a 180° per circa 20 minuti.

Il vostro panino napoletano sarà pronto quando ben dorato in superficie. Non vi resta quindi che sfornarli, lasciare intiepidire e servire ai vostri ospiti.

Panini napoletani-ricetta-originale

Panini napoletani senza strutto

Se volete realizzare una versione vegetariana di questo piatto o semplicemente se non gradite la presenza dello strutto nell’impasto, potete sostituire questo ingrediente con del burro. L’impasto che otterrete sarà comunque ottimo.

Per una versione vegetariana sostituite i salumi con delle verdure, ad esempio dei friarielli, così da rispettare la tradizione napoletana a cui questo piatto appartiene.

Panino napoletano salsiccia e friarielli

Una versione sicuramente molto diffusa di questo piatto è quella che vede come ripieno salsiccia e firarielli. Si tratta, infatti, di uno dei ripieni più diffusi ed amati, che fa di questa preparazione un vero e proprio capolavoro.

Panini napoletani bimby

Se avete il bimby a vostra disposizione potrete anche utilizzarlo per la preparazione dell’impasto base. Non dovrete far altro che aggiungere gli ingredienti all’interno del boccale e successivamente lavorare per 2 minuti con funzione spiga.

Otterrete un impasto perfettamente liscio e lavorato, che dovrete poi far lievitare, successivamente stendere e farcire, esattamente come indicato precedentemente.

Panino-napoletano-morbido

Conservazione dei panini

Questi panini morbidi si conservano per al massimo 2-3 giorni in un contenitore ermetico. Se lo desiderate potete anche scaldarli prima di servire nuovamente ai vostri ospiti così che l’impasto torni ben morbido ed il formaggio all’interno si sciolga.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

Come detto precedentemente i ripieni possono essere davvero tantissimi, variando quindi a seconda dei vostri gusti e di quelli dei vostri ospiti oppure semplicemente in base all'occasione nella quale servite il piatto. I tempi di lievitazione e la lavorazione dell'impasto sono due aspetti a cui dovrete prestare particolare attenzione perché saranno fondamentali per ottenere dei panini morbidi e soffici e quindi un piatto che piacerà davvero a tutti.

Altre ricette interessanti
Commenti
Mary Coppola
Mary Coppola

06 gennaio 2018 - 09:22:33

Che buoni, li adoro

0
Rispondi