Pizza alle noci con pere e provola

La pizza, si sa, è un must della nostra cucina che piace sempre a tutti: margherita, vegetariana, piccante, gourmet, resta il nostro patrimonio intoccabile, per adulti e bambini

Pizza alle noci con pere e provola
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Ci si può sbizzarrire con le tipologie di impasto, di topping, nella scelta di farine classiche o integrali, insomma, è probabilmente il piatto unico che in Italia e nel mondo può sostituire ogni portata.

Questa versione, con pere e provola profumate al timo, è un mix tra una pizza gourmet ed una fragrante focaccia, con una quantità minima di lievito e una lunga lievitazione , che la rende digeribile e leggera.

Ingredienti

  • 250 g di farina manitoba
  • 250 g di farina 00
  • 330 ml di acqua frizzante
  • 3 g di lievito di birra
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 40 g di noci
  • q.b di sale
  • 2 pere
  • 12 fette di provola
  • 1 rametto di timo

Preparazione

Per preparare l’impasto, sicuramente l’uso di una planetaria aiuta la lavorazione e la formazione della maglia glutinica, quella rete che serve proprio a inglobare la giusta quantità di aria e gas per aiutare la lievitazione. Un impasto ben lavorato e incordato si riconosce dalla sua elasticità: se con un elettrodomestico sono sufficienti 4-5 minuti per impastare, chiaramente a mano i tempi raddoppiano, ma il risultato può essere altrettanto soddisfacente.

Che questa operazione, comunque, venga svolta manualmente o no, l’ordine degli ingredienti resta lo stesso. Innanzitutto, in un bicchiere mettere 1/3 dell’acqua con il lievito sbriciolato e un cucchiaino di zucchero. Nella caldaia della planetaria, o in una ciotola ampia, mettere le due farine, l’acqua restante e iniziare ad impastare energicamente, quindi unire l’acqua con il lievito ben sciolto, e continuare ad impastare. Unire l’olio e solo in ultimo, quando l’impasto sarà già abbastanza lavorato, il sale.

A questo punto prendere l’impasto e su una spianatoia leggermente infarinata, stenderlo con le mani come un rettangolo, distribuire le noci e pezzettini e arrotolare, ripiegando l’impasto più volte, prima in un verso, poi nell’altro. Infine riporlo in una ciotola con coperchio o coperto da un canovaccio umido, lontano da correnti. Lasciare lievitare almeno 3 ore.

Trascorso il tempo di lievitazione in massa, passare la ciotola in frigorifero, coperta da pellicola, per 12 ore. Dopo la lievitazione in frigorifero, tirare fuori l’impasto circa 3 ore prima di utilizzarlo e, dopo un’oretta, formare delle pizze tonde e lasciarle riposare in teglia ben oleata, fino al momento in cui verranno cotte.

Quando sarà giunto il momento della cottura, preriscaldate il forno statico a 250°, affettate le pere in fette dello spessore di mezzo centimetro, condite con poco olio e timo sbriciolato, e infornate. Aggiungete la provola solo gli ultimi 3/4 minuti, per evitare che si secchi troppo. Aggiungete, infine, del timo fresco prima di servire.

Annalisa D'incecco

I consigli di Annalisa

Per evitare che l'impasto, dopo 12 ore, possa uscire fuori dalla ciotola di lievitazione, scegliete una bowl abbastanza ampia. Già alla prima lievitazione in massa, l'impasto triplicherà il suo volume. In frigorifero, non crescerà eccessivamente ma ci sarà comunque bisogno di spazio: quindi se vedete che già dopo 3 ore la bowl è quasi colma, spostate l'impasto in una più grande prima del passaggio in frigorifero.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!