Lasagne alla boscaiola

Le lasagne alla boscaiola sono un primo piatto corposo e molto saporito e costituiscono una valida alternativa alle classiche lasagne con sugo alla bolognese. Vediamo insieme come prepararle ed alcuni consigli per arricchire ancora di più il loro sapore

Lasagne alla boscaiola
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Le lasagne alla boscaiola sono un primo piatto cremoso e saporito, realizzato con funghi champignon e carne macinata. Una valida alternativa alle lasagne con ragù alla bolognese, che vengono solitamente preparate la domenica o nelle giornate di festa. Realizzarle è molto semplice ma il risultato è davvero delizioso. Vediamo insieme quindi come preparare delle ottime lasagne alla bolognese.

Ingredienti

  • 300 g di lasagne
  • 150 g di carne di vitello tritata
  • 150 g di carne di suino tritata
  • 300 g di funghi
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • 2 foglie di alloro
  • noce moscata q.b.
  • 80 g di parmigiano reggiano
  • 2 mozzarelle

Ingredienti per la besciamella

  • 1 l di latte
  • 100 g di farina 00
  • 100 g di burro
  • 100 g di parmigiano reggiano
  • noce moscata q.b.
  • sale q.b.

Lasagne-alla-boscaiola-97932

Preparazione

Per iniziare la preparazione delle lasagne alla boscaiola dovete partire dalla realizzazione del condimento. Per fare questo dovete mettere a soffriggere gli spicchi d’aglio, lasciandoli interi perché li eliminerete in un secondo momento, in olio extravergine d’oliva.

Quando l’aglio sarà ben dorato aggiungete la carne di vitello e di suino e fatela sbiancare per bene mescolando spesso aggiungendo sale, pepe, le foglie di alloro e la noce moscata. Mentre la carne cuoce dedicatevi ai funghi ai quali dovrete togliere la radice e poi tutti i residui terrosi lavandoli sotto acqua fredda corrente. Riduceteli quindi in fettine ed aggiungeteli alla carne.

Fate continuare la cottura e nel frattempo dedicatevi alla preparazione della besciamella. In una pentola amalgamate insieme tutti gli ingredienti e poi mettete sul fuoco ad addensare, mescolando continuamente così che la salsa si addensi per bene e raggiunga la giusta consistenza. Per la ricetta completa cliccate qui.

Una volta pronta lasciate la besciamella da parte e quando il composto con i funghi sarà pronto e si sarà asciugato per bene il brodo di cottura aggiungetelo al suo interno. Dedicatevi quindi alla mozzarella, che dovrete strizzare con un foglio di carta assorbente per eliminare l’acqua in eccesso e poi ridurre in fettine.

Adesso tutto è pronto per passare alla composizione vera e propria delle lasagne alla boscaiola. Sporcate innanzitutto il fondo della pirofila con un po’ di condimento ed adagiate le sfoglie di pasta. Aggiungete un altro strato di condimento, delle fette di mozzarella e del parmigiano reggiano grattugiato. Continuate in questo modo ripetendo la sequenza più volte a seconda di quanti strati volete creare.

Terminate l’ultimo strato con del condimento ed un’abbondante spolverizzata di parmigiano reggiano grattugiato così che in forno si crei una gratinatura perfetta. Le lasagne alla boscaiola sono quindi pronte per essere messe in forno preriscaldato a 200°C per circa 30 minuti. Coprite con della carta alluminio le lasagne alla bolognese perché non si brucino in superficie ma toglietela circa 10 minuti prima di terminare la cottura perché si dorino perfettamente.

Lasciate riposare le lasagne alla boscaiola per una decina di minuti almeno prima di servirle ai vostri ospiti.

Lasagne-alla-boscaiola-97932

Consigli e varianti

Le lasagne alla boscaiola possono essere realizzate anche soltanto con i funghi, omettendo la carne. Potete, invece, arricchirla ancora di più sostituendo il parmigiano reggiano con un formaggio dal sapore più intenso.

Le lasagne alla boscaiola sono una variante delle più classiche lasagne alla bolognese, ma in alternativa potete servire delle lasagne alla norma o delle lasagne ai carciofi.

Conservazione

Le lasagne alla boscaiola si conservano per un paio di giorni al massimo coperte con della pellicola trasparente oppure chiuse all’interno di un contenitore ermetico. Andranno, però, scaldate in forno tradizionale o in microonde perché tornino ben calde e filanti come quando le avete preparate.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!