Spaghetti ‘natalizi’ con noci, pinoli, olive, acciughe e capperi

Come amante della tradizione questo piatto mi ha sempre accompagnata nella mia infanzia e ancora oggi lo ripropongo come primo piatto agli ospiti accompagnato da un bel calice di vino bianco

Spaghetti ‘natalizi’ con noci, pinoli, olive, acciughe e capperi
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Tipico primo piatto campano preparato per la vigilia di Natale, gli spaghetti sono un “must”. Vengono conditi con frutta secca come pinoli e noci, con le olive, i capperi sott’aceto e qualche filetto di acciuga per richiamare il pesce che è tradizione consumare la vigilia di Natale.

Si preparano nel periodo natalizio proprio perchè rievocano un po’ le decorazioni dell’albero di Natale, tipo le olive e i capperi che ricordano le palline dell’albero. Inoltre, questo piatto ricco in sapore necessita di poco sale o niente perchè i suoi ingredienti per il condimento ne sono già ricchi.

Ingredienti

  • 1 kg di spaghetti
  • 20 g di pinoli
  • 50 g di olive nere
  • 50 g di olive verdi
  • 3 acciughe sott’olio
  • 30 g di noci
  • q.b di sale
  • q.b di olio extravergine d’oliva

Preparazione

Per prima iniziamo con lo schaicciare le noci, prelevandone i gherigli e li poniamo in un pentolino abbastanza capiente, tenendo da parte qualche gheriglio intero per la decorazione finale del piatto.

Ora aggiungiamo tutti i pinoli, i capperi e le olive sia verdi che nere, tagliandone qualcuna a metà e infine aggiungiamo l’olio, quanto basta per condire bene tutti gli ingredienti, quindi non un semplice filo di olio quanto basta per ‘affogare’ il tutto ciò dipende molto anche dalla grandezza e dall’ampiezza del pentolino.

Facciamo andare qualche minuto e uniamo al composto anche i filetti di acciughe sott’olio, spezzettati e mescoliamo con cura facendo andare a fuoco lento finchè il condimento non inizia a sfrigolare e gli ingredienti iniziano a colorare l’olio dopodichè spegnere il fuoco.

Ora mettiamo sul fuoco una pentola a bordi alti piena di acqua fredda e la portiamo a bollore aggiungendo qualche pizzico di sale, non troppo, ricordiamoci che il condimento è già parecchio saporito. Caliamo dunque i nostri spaghetti interi, girandoli di tanto in tanto per non farli aderire tra loro, seguire i tempi di cottura della pasta che deve risultare al dente, non troppo cotta, quindi scoliamo per bene.

Adesso riportiamo gli spaghetti scolati in pentola e preleviamo con un mestolo una metà del condimento con l’olio e lo uniamo alla pasta girando per bene tra gli spaghetti ora andiamo ad impiattare con il restante condimento in superficie con qualche gheriglio intero e servire a tavola con un calice di vino bianco.

Sabrina Forina

I consigli di Sabrina

La tradizione prevede gli spaghetti vermicelli ma va bene qualsiasi tipo di spaghetto, spaghetti quadrati o addirittura le linguine, il risultato sarà sempre lo stesso. Se volete aggiungere un tocco di sapore in più potete aggiungere al condimento uno spicchio di aglio che preleverete prima di condire la pasta oppure utilizzare anche le olive nere al forno. Per i più piccoli attenzione alle olive, meglio usare le olive denocciolate e, se volete fare prima, prendete le noci già sgusciate. Una raccomandazione per i capperi: utilizzate solo quelli sott'aceto e per le acciughe solo quelle sott'olio non in salamoia. Potete gestire la ricetta a vostro piacimento, non è necessario seguire le quantità degli ingredienti, tutto dipende dal risultato che volete ottenere, più o meno ricco di olive, capperi, noci, pinoli e acciughe.

Altre ricette interessanti
Commenti
Annalisa D'incecco
Annalisa D'incecco

16 dicembre 2022 - 22:52:17

Ottimo piatto per me che sono vegetariana!!

0
Rispondi