Vellutata di topinambur e pepe rosa

Cremosa e perfetta per un pasto leggera ma gustoso, la vellutata di topinambur e pepe rosa è ideale in tante occasioni. Si prepara velocemente ma il risultato che otterrete sarà davvero strepitoso. Vediamo insieme come si prepara al meglio

Vellutata di topinambur e pepe rosa
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La vellutata di topinambur e pepe rosa è un primo piatto gustoso e light al tempo stesso; il topinambur, infatti, è un tubero molto simile alla patata, decisamente meno calorico e dal sapore leggermente più delicato. Usarlo come ingrediente principale di una vellutata ne assicura una consistenza cremosa e dolce, che in questa ricetta viene esaltata dal sapore pungente del pepe rosa.

Semplicissima da preparare, la vellutata di topinambur è perfetta per chi ha poco tempo in cucina ma non vuole rinunciare a portare in tavola un piatto degno di una cucina stellata. Scopriamo insieme come procedere.

Ingredienti

  • 500 g di topinambur
  • 1 scalogno
  • 1 patata
  • 500 ml di brodo vegetale
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • q.b di olio extravergine d’oliva
  • q.b di sale
  • q.b di parmigiano reggiano
  • q.b di pepe rosa
  • q.b. di taralli

Preparazione

Per preparare la vellutata di topinambur e pepe rosa, bisognerà per prima cosa sbucciare i topinambur e la patata e tagliare tutto a tocchetti. Per evitare che i tuberi si anneriscano, metteteli a bagno in una scodella ricoperti d’acqua e versatevi il succo di limone.

Nel frattempo bisognerà tritare finemente lo scalogno e lasciarlo appassire leggermente in una padella con un filo d’olio extravergine d’oliva. Sgocciolate, poi, i tocchetti di topinambur e patate, quindi versateli nella casseruola con lo scalogno.

A fiamma bassa, mescolate il tutto per fare in modo che i tuberi si insaporiscano bene e successivamente ricopriteli con un paio di mestoli di brodo vegetale bollente. Proseguite la cottura, aggiungendo un po’ di brodo se notate che il composto tende ad asciugarsi, e continuate così finchè i tuberi non saranno morbidi abbastanza da poter essere facilmente infilzati con una forchetta.

Aggiustate di sale, quindi versate il tutto in un frullatore e lavorate fino ad ottenere una crema omogenea e priva di grumi. Servite la vellutata così ottenuta ancora ben calda e guarnitela con alcuni grani di pepe rosa e delle scaglie di parmigiano reggiano. Completate con dei taralli sbriciolati grossolanamente e con un filo di olio extravergine d’oliva a crudo.

Conservazione

La vellutata di topinambur e pepe rosa si conserva per al massimo un giorno.

Stefania Angela Ferrara

I consigli di Stefania Angela

Per dare croccantezza alla vellutata, ho pensato di aggiungere un tarallo sbriciolato grossolanamente che però, qualora non si avessero taralli in casa, si potrà sostituire con dei piccoli crostini di pane. Per rendere più coreografica la presentazione del piatto, ho guarnito con delle scaglie di grana, ma in mancanza di tempo si potrà semplicemente utilizzare del parmigiano grattugiato.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!