Calamari al forno ripieni

I calamari ripieni sono un secondo piatto tra i più classici e si può declinare in tante varianti ma anche cuocere in tanti modi diversi. I calamari al forno saranno altrettanto golosi, semplici da preparare e davvero squisiti. Scopriamo insieme come farcirli e come cuocerli al meglio

Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

I calamari ripieni sono uno di quei piatti con cui è davvero difficile non fare centro. Si possono farcire in molti modi diversi, ma a cambiare possono essere anche i metodi di cottura da utilizzare.

I calamari al forno, ad esempio, sono davvero buonissimi. Il pesce si cuoce alla perfezione e con il ripieno a base di pangrattato rimangono ben umidi e di conseguenza gustosi. Possono essere serviti con patate al forno o semplicemente accompagnando con delle verdure al forno, da far cuocere per circa 15 minuti in forno prima di aggiungere i calamari.

Un calamaro ripieno sarà sempre perfetto per tantissime occasioni, per una cena in famiglia ma anche per occasioni più particolari. In alternativa potranno essere molto apprezzate anche delle seppie ripiene al forno o dei totani al forno.

Scopriamo insieme come procedere.

Ingredienti

  • 600 g di calamari
  • 150 g di pangrattato
  • 2 spicchi di aglio
  • q.b di prezzemolo
  • q.b di vino bianco
  • q.b di olio extravergine d’oliva
  • q.b di sale
  • q.b di pepe

Come preparare i calamari al forno

Per iniziare la preparazione dei calamari ripieni al forno dovete partire dalla preparazione del ripieno. Prendete i calamari, staccate i tentacoli e quindi tagliateli in piccoli pezzi.

Le sacche, invece, andranno accuratamente svuotate e sciacquate sotto acqua corrente. Tenete le sacche momentaneamente da parte a scolare.

Prendete, quindi, una padella e mettete a scaldare dell’olio extravergine d’oliva. Aggiungete, quindi, gli spicchi d’aglio, che potete lasciare interi oppure tritare molto finemente, meglio ancora se con uno schiaccia aglio. Aggiungete i tentacoli in pezzi e fate cuocere per qualche minuto. Ricordate, infatti, che la cottura del pesce è sempre molto veloce. Se cotto troppo a lungo, infatti, il calamaro rischia di diventare gommoso.

Fate dorare qualche secondo ed aggiungete il pangrattato. Mescolate, aggiustando di sale e pepe, fino a quando inizierà a dorarsi.Nel frattempo lavate accuratamente il prezzemolo, tamponatelo con un canovaccio e quindi tritateli finemente.

Aggiungetene una parte al pangrattato, una volta che questo sarà ben intiepidito, e tenete da parte la restante parte.

Fatto questo passate ai calamari. Riprendete le sacche, tamponateli con un foglio di carta da cucina e quindi farciteli con il pangrattato. Chiudete con uno stuzzicadenti per evitare che il ripieno fuoriesca.

Continuate in questo modo fino a quando avrete farcito tutti i calamari a vostra disposizione. Fatto questo i calamari andranno messi in una pirofila, unti con dell’olio e quindi messi in forno preriscaldato a 180°C per circa 15/20 minuti.

A metà cottura sfumate con il vino bianco e successivamente aggiungete del prezzemolo in superficie. Ungete con dell’altro olio per rendere i calamari ben morbidi.

Terminata la cottura fate intiepidire qualche minuto e servite.

Calamari ripieni al forno con patate

Potete aggiungere anche dei piccoli tocchetti di patate fritte al condimento. Dovrete, quindi, pelare le patate, lavarle e tagliarle in cubetti molto piccoli e friggerli in olio caldo. In alternativa potete cuocerle al forno per circa 15 minuti.

Aggiungetele in padella insieme ai tentacoli e procedete come da ricetta.le patate, però, possono costituire anche un ottimo contorno.

Potrete, infatti, aggiungere le patate in cubetti in una pirofila e cuocere per 20 minuti a 200°C. Fatto questo potete aggiungere i calamari e proseguire la cottura per altri 20 minuti circa.

Anche in questo caso ricordate che i calamari non devono cuocere troppo a lungo perché altrimenti assumerebbero una consistenza poco piacevole.

Conservazione dei calamari al forno ripieni

I calamari al forno si conservano per al massimo un paio di giorni in frigorifero in un contenitore ermetico, Prima di servirli sarà, però, necessario scaldarli ripassandoli velocemente in forno.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

Potete variare il condimento in tantissimi modi. Ad esempio potete aggiungere dei capperi o del concentrato di pomodoro. Potete anche decidere di aggiungere all’interno delle verdure di stagione, ad esempio delle zucchine tritate o delle melanzane fritte che si sposeranno molto bene con il sapore dei calamari. Potete, inoltre, aggiungere le spezie e gli aromi che più preferite.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!