Seppie con piselli

Le seppie con piselli sono un secondo piatto tipicamente laziale, realizzato in mille modi diversi a seconda delle zone in cui è preparato. Vediamo insieme come prepararle ed alcuni suggerimenti per un risultato perfetto

Seppie con piselli
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Le seppie con piselli sono un secondo piatto molto preparato e consumato in tutto il Lazio, dove vengono realizzate in mille modi, con sugo o in bianco.

Sono un secondo piatto con poche calorie, ma allo stesso tempo molto saporito. Prepararle è molto semplice e veloce ma il risultato è davvero garantito.

Vediamo insieme come preparare le seppie con piselli.

Ingredienti

  • 250 g di piselli
  • 500 g di seppie
  • 1 cipolla
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale q.b.
  • prezzemolo q.b.
  • 200 di brodo vegetale

Seppie-con-piselli-83231

Preparazione

Per iniziare la preparazione delle seppie con piselli dovete partire innanzitutto dalle seppie, che dovrete pulire per bene sia esternamente eliminando la pelle esterna, sia internamente eliminando il becco cartilagineo e tutto l’interno.

La pulizia dei pesci è di grandissima importanza per non rovinare il piatto. Trovare, infatti, delle impurità ancora all’interno delle seppie potrebbe rendere il piatto finito immangiabile, rovinando quindi tutto il lavoro fatto durante la preparazione.

Se cucinate seppie surgelate con piselli potrete omettere questo passaggio dal momento che i pesci dovrebbero già essere ben puliti. Assicuratevi, però, di questo dettaglio perchè si rivelerà di estrema importanza.

Riducete le seppie in listarelle e sciacquate per bene tutto sotto acqua ben fredda corrente. Se, invece, utilizzate delle seppie piccoline potete lasciarle intere. Fatto questo dedicatevi alla cipolla, che andrà tritata molto finemente così da avvertirla poco poi nel piatto finito.

Aggiungete la cipolla in una padella con dell’olio e fate soffriggere per qualche minuto. Quando la cipolla inizierà ad appassire aggiungete le seppie e fate cuocere per qualche minuto aggiustando di sale e pepe.

Aggiungete alla preparazione anche i piselli sgranati, se utilizzate quelli freschi, o direttamente quelli surgelati. Fate continuare la cottura aggiungendo, poco per volta, del brodo vegetale per consentire la cottura delle seppie con piselli.

La cottura sarà ultimata quando le seppie saranno perfettamente cotte.  Fate molta attenzione alla cottura di questo piatto dal momento che le seppie hanno una cottura abbastanza veloce e potreste rischiare di eccedere con i tempi di cottura.

Aggiustate, quindi, se necessario di sale e pepe e servite ai vostri ospiti quando sono ancora ben calde.

Seppie cotte e servite con piselli

Consigli e varianti

Come detto prima le seppie con piselli si possono preparare in tante varianti. Una di queste, secondo alcuni addirittura la versione più antica, prevedere anche l’aggiunta di polpa di pomodoro.

È importante aggiungere il brodo vegetale poco per volta per evitare di avere dei seppi con piselli cotti ma ancora troppo liquidi. Il piatto è caratterizzato da un suo sugo di cottura, ma questo non deve essere troppo abbondante. Solo aggiungendolo poco per volta sarà possibile dosare la sua quantità.

I tempi di cottura, infatti, variano a seconda della grandezza delle seppie utilizzate. E’, importante, quindi, prestare grande attenzione durante la cottura così da essere certi di avere sempre un risultato perfetto, dosando la quantità di brodo ma anche i tempi di cottura a seconda dei casi e delle esigenze.

Potete anche sfumare le seppie con mezzo bicchiere di vino bianco se lo ritenete opportuno, così da dare al vostro piatto un sapore ancora più deciso.

In alternativa, però, potete servire delle seppie ripiene, dei calamari ripieni o un fritto misto di pesce, per accontentare anche i palati più esigenti, che preferiscono piatti più sfiziosi.

Seppie, piselli e patate

Per aggiungere sapore e consistenza al vostro piatto potete aggiungere anche dei tocchetti di patate alla preparazione. In questo caso sarà bene sbollentare le patate a tocchetti prima di aggiungerle alla preparazione.

Le patate, infatti, hanno un tempo di cottura abbastanza lungo e quindi rischiereste di ritrovarle ancora crude alla fine della preparazione o di cuocere eccessivamente le seppie. Il risultato sarà un piatto davvero strepitoso, ma fate attenzione ai tempi di cottura, in considerazione anche della tipologia di patata utilizzata per la ricetta.

Conservazione

Le seppie con piselli si conservano per un paio di giorni al massimo in frigorifero coperte con della pellicola trasparente oppure chiuse all’interno di un contenitore ermetico.

Prima di essere nuovamente portate a tavola le vostre seppie andranno nuovamente scaldate in padella oppure passate per una decina di secondi al microonde così che tornino morbide e sopratutto ben calde come quando le avete preparate. Il risultato è comunque molto buono.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!