Trofie fatte in casa

Le trofie fatte in casa sono facili da preparare ma vi daranno una grandissima soddisfazione. Ecco come prepararle come facevano le nostre nonne

Trofie fatte in casa
Difficoltà
Preparazione
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Le trofie fatte in casa sono una preparazione tipicamente ligure, realizzate con pochi e semplici ingredienti ma con una tecnica antica che veniva messe in pratica già delle nostre nonne.

Si tratta di una preparazione tipica della Liguria ma conosciuta e consumata in tutta Italia e anche nel resto del mondo. Le trofie fatte in casa sono molto semplici da preparare, a dispetto di ciò che si potrebbe pensare ma il risultato finale sarà davvero strepitoso. Pochi ingredienti, un po’ di manualità ma la soddisfazione di servire della pasta fresca fatta in casa davvero eccezionale, che renderà ogni piatto, anche quello con il condimento più semplice, un vero capolavoro.

Vediamo, quindi, insieme come preparare delle ottime trofie fatte in casa da alcuni consigli utili per ottenere un risultato davvero perfetto, secondo la tradizione.

Ingredienti

  • 400 g di farina 0
  • 200 ml di acqua
  • 1 pizzico di sale

Preparazione

Per iniziare la preparazione delle trofie fatte in casa dovete partire disponendo la farina sul piano di lavoro formando una fontana. Al centro della farina aggiungete via via l’acqua ed un pizzico di sale e impastate il tutto con le mani. Dovrete lavorare la pasta per almeno una decina di minuti fino a quando tutti gli ingredienti saranno incorporati perfettamente ed avrete ottenuto un composto ben elastico, liscio e non più appiccicoso.

La pasta così ottenuta andrà coperta con un canovaccio e lasciata a riposare per almeno 30 minuti. Passato questo lasso di tempo potete riprendere il vostro impasto, lavorando per qualche altro secondo, e poi ridurlo in piccoli tocchetti. Ogni tocchetto andrà diviso in piccoli pezzi, ridotti in palline e poi stirate con il palmo della mano in avanti sul piano di lavoro così da formare un bastoncino. È importante che questo movimento non venga realizzato in linea retta ma in modo obliquo, meglio ancora se in diagonale. In questo modo, infatti, darete alle trofie la loro classica forma attorcigliata che le rende tanto particolari e soprattutto riconoscibili.

Per realizzare delle trofie fatte in casa perfette è sempre importante che il piano di lavoro sia perfettamente cosparso di farina altrimenti i pezzi di pasta tenderebbero ad attaccarsi e di conseguenza non scivolerebbero bene e non assumerebbero la giusta forma. Una volta realizzate le trofie fatte in casa andranno disposte su un vassoio precedentemente coperto con un canovaccio e cosparso con della farina di semola e lasciate da parte fino a quando saranno pronte per la cottura, che deve avvenire in abbondante acqua salata esattamente come si fa con la cottura di qualsiasi altro formato di pasta. Ricordate, però, che la pasta fatta in casa dovrà essere cotta per pochi minuti, quindi controllate costantemente la cottura della pasta.

In alternativa potete preparare delle tagliatelle fatte in casa o delle orecchiette fatte in casa, anche questo formato di pasta tipico di alcune regioni delle nostro paese ma conosciuto in tutto il mondo.

Conservazione

Le trofie fatte in casa possono essere conservate per un paio di giorni o lasciate da parte ad essiccarsi così da poterle consumare dopo più giorni.

I consigli di Fidelity Cucina

La quantità di acqua necessaria può variare in base alla tipologia di farina utilizzata. È sempre bene, quindi, aggiungere l'acqua poco per volta così da poterne giostrare la quantità in maniera perfetta. Se lo desiderate potete realizzare le trofie anche utilizzando un bastoncino, che dovrà essere posto tra l'indice ed il pollice ed arrotolato per dare forma alle trofie.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!