Gnocchi senza patate e senza uova

I classici gnocchi di patate sono una vera delizia. Questa stessa preparazione oggi tanto amata in passato viene utilizzata senza usare le patate, realizzando quelli che vengono definiti gnocchi di farina, senza patate e senza uova. Vediamo insieme come si preparano e tanti consigli utili

Gnocchi senza patate e senza uova
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Gli gnocchi di patate sono decisamente amati e conosciuti in tutto il mondo. Come tutte le preparazioni di base, però, possono essere preparati in tantissimi modi diversi. Questo per rispondere non solo al gusto di tutti, ma anche ad intolleranze alimentari che spesso possono metterci in difficoltà o comunque condizionare il nostro modo di vivere e di relazionarci con il cibo. Preparare degli gnocchi senza patate e senza uova, ad esempio, può essere un ottimo modo per poter portare a tavola un primo piatto molto semplice, che nella sua composizione di base ricorda la classica pasta secca a cui tutti noi siamo abituati.

Si tratta di una ricetta dalle origini molto antiche dal momento che secoli fa, quando ancora le patate non erano diffuse nel nostro continente e non venivano quindi usate nella preparazione di questa ricetta. Ad oggi costituiscono una ricetta perfetta per stupire tutti con estrema semplicità.

Vediamo, quindi, come procedere passo dopo passo e come poter servire questo piatto in tanti modi diversi, ad esempio con uova oppure con farine speciali, come la farina integrale o la farina di semola.

Ingredienti

  • 500 g di acqua
  • 430 g di farina 0
  • 50 ml di olio extravergine d’oliva
  • q.b di sale

Come preparare gli gnocchi senza patate

Per prima cosa, per portare a tavola degli gnocchi senza patate da poter poi condire come si preferisce, è portare a bollore l’acqua all’interno del pentolino. Aggiungete anche l’olio extravergine d’oliva e il sale nella quantità che preferite, in base al sapore più o meno sapido che volete darvi.

Quando l’acqua sarà arrivata a bollore potete aggiungere la farina, mescolando energicamente con un cucchiaio di legno. Solo in questo modo, infatti, potrete dare vita ad un composto ben colloso.

Cercate di mescolare con parecchia energia per evitare che l’impasto formi dei grumi o si attacchi sul fondo o sui bordi. Piano piano l’impasto prenderà corpo per cui potete spegnere la fiamma e trasferirvi direttamente sul piano di lavoro infarinato così da terminare la lavorazione e formare un panetto.

La quantità di acqua e di farina può variare sensibilmente in base al tipo di farina utilizzata. Se, quindi, l’impasto dovesse risultare ancora troppo morbido ed appiccicoso aggiungete dell’altra farina fino a formare un panetto ben compatto. Fatto questo il panetto può essere ridotto in piccoli pezzi, che dovrete ridurre in cordoncini e poi in tocchetti, della dimensione che preferite. Mentre lavorate un cordoncino mettete le altre parti di impasto sotto un canovaccio o una campana di vetro per evitare che l’impasto si secchi e vi risulti di conseguenza difficile riuscire a lavorarlo al meglio.

Adesso che i vostri tocchetti sono stati realizzati dovrete passarli uno alla volta su un apposito rigagnocchi oppure si rebbi di una forchetta, se volete dare il caratteristico aspetto rigato ai vostri gnocchi di farina e raccogliere anche meglio il condimento che sceglierete per il vostro primo piattoUna volta pronti gli gnocchi senza patate andranno riposti su un vassoio leggermente infarinato.

Non vi resta, quindi, che cuocerli in abbondante acqua salata portata a ebollizione. Esattamente come accade con i classici gnocchi, anche in questo caso dovrete attendere che salgano a galla, segno che sono cotti. Non dovrete, quindi, fare altro che scolarli e condirli come meglio credete.

Gnocchi-di-farina-senza-patate-e-senza-uova

Gnocchi senza patate con uova

Potete aggiungere anche due uova alla preparazione se volete dare maggiore consistenza e maggiore sapore al vostro piatto. Le uova andranno aggiungete al panetto sul piano di lavoro. Il resto del procedimento rimane invariato.

Gnocchi senza patate con farina integrale o farina di semola

Come detto precedentemente, per la preparazione di questo impasto potete utilizzare il tipo di farina che più preferite. Sarà ottima ad esempio della farina integrale, che potete sostituire integralmente alla farina 0 o solo in parte.

Utilizzando della farina di semola, invece, otterrete degli gnocchi più ruvidi e consistenti che risulteranno ottimi per essere consumati con del sugo.

Conservazione degli gnocchi senza patate

Gli gnocchi di farina potranno essere conservati su un vassoio coperti con un canovaccio per al massimo qualche ora. Potete anche conservarli in frigorifero più a lungo, anche per qualche giorno.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

A seconda della farina utilizzata può variare il quantitativo di acqua per cui regolatevi di volta in volta. Ricordate che il panetto finale che dovrete ottenere non deve più essere appiccicoso ma dovrà essere lavorabile senza problemi così da ricavare prima i cordoncini e poi i vostri tocchetti che daranno vita agli gnocchi.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!