Frittelle di patate e pecorino

Con le frittelle di patate e pecorino conquisterete i vostri ospiti con un antipasto semplice ma particolare e dal sapore irresistibile. Vediamo la ricetta e tutti i consigli per un risultato perfetto

Frittelle di patate e pecorino
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Le frittelle di patate e pecorino sono veloci e semplici da realizzare, perfette da servire con un aperitivo oppure come piccolo finger food dell’interno di un buffet di antipasti. Prepararle è davvero molto semplice perché con pochi passaggi riuscirete a dar vita ad un antipasto davvero sfizioso, croccante e dal sapore irresistibile.

Una base che potete utilizzare per la realizzazione di tanti altri piatti, arricchendo con verdure o formaggi a vostra scelta.

Vediamo, quindi, insieme come preparare le frittelle di patate e pecorino ed alcuni consigli utili per ottenere un risultato davvero eccezionale.

Ingredienti

  • 3 patate
  • 120 g di pecorino
  • 90 g di farina 00
  • 1 cucchiaino di lievito istantaneo per torte salate
  • 70 ml di acqua
  • 1 uovo

Preparazione

Per preparare le frittelle di patate e pecorino dovrete dedicarvi alle patate. Pulite le patate accuratamente privandole delle tracce di terra sulla loro superficie e poi lessatele in abbondante acqua salata per circa 30 minuti oppure a microonde. I tempi di cottura variano a seconda delle grandezza delle patate che avete utilizzato ma anche in base al metodo di cottura scelto. Se volete velocizzare i tempi utilizzare la pentola a pressione o la cottura al microonde.

Quando le patate saranno pronte dovrete schiacciarle e ridurle in purea attraverso l’apposito attrezzo, oppure semplicemente con i rebbi di una forchetta ma facendo attenzione che non rimangano dei pezzi grossolani. La purea così ottenuta andrà versata all’interno di una ciotola dove, una volta intiepidita, andrà arricchita dall’uovo, sale e il formaggio grattugiato. Iniziate ad amalgamare il tutto ed aggiungete quindi il lievito e la farina, meglio se setacciato così da evitare la formazione di grumi. A questo punto aggiungete dell’acqua, o della birra, così da ottenere una pastella che sia molto densa ed omogenea.

Per la dose indicata ne serviranno circa 70 ml, ma la quantità può variare a seconda della consistenza delle patate che avete utilizzato.

In una padella mettete a scaldare abbondante olio di semi e versate delle cucchiaiate di pastella con due cucchiai. Fate andare per circa 2-3 minuti fino a quando le frittelle inizieranno a gonfiarsi ed a dorarsi. Solo a questo punto potrete rigirarle dall’altra parte e far proseguire la cottura per qualche altro minuto. A questo punto le frittelle andranno tolte dall’olio utilizzando una schiumarola e messe su un piatto foderato con della carta assorbente in maniera tale da eliminare i residui di olio e non avere un risultato troppo unto.

Le frittelle di patate andranno quindi servite ai vostri ospiti quando sono ancora ben calde così da poterle apprezzare in tutta la loro croccantezza esterna e morbidezza interna.

Saranno una valida alternativa alle classiche frittelle di patate arricchite nel loro sapore dalla presenza importante del pecorino.

Frittelle di patate e pecorino

Conservazione

Le frittelle di patate e pecorino andranno consumate ben calde subito dopo la loro preparazione in maniera tale da apprezzarle al meglio. Se lo desiderate, però, potete conservarle per qualche ora.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

Arricchire questo piatto vi metterà di dare spazio alla vostra fantasia ma anche di realizzare dei piatti su misura dei vostri ospiti. Potete ad esempio utilizzare al posto del pecorino del parmigiano oppure arricchire queste frittelle con della carote o delle zucchine grattugiate. In questo modo potrete portare a tavola un piatto ancora più sfizioso ed ancora più particolare, che saprà stupire i vostri ospiti, anche coloro che non amano particolarmente le verdure e che in questo modo potranno consumarle in modo sfizioso.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!