Ravioli con patate e pecorino

I ravioli sono un tipo di pasta molto amato, che solitamente viene scelto per occasioni importanti, menu più raffinati o quando si vogliono stupire o propri familiari. I ravioli con patate e pecorino sono un primo piatto eccezionale e dal gusto delicato, che riscuoteranno sempre un grandissimo successo. Scopriamo insieme come procedere passo dopo passo

Ravioli con patate e pecorino
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

ravioli con patate e pecorino sono un perfetto primo piatto da preparare per un giorno di festa o una ricorrenza particolare.

Un piatto molto elegante e raffinato, dal sapore delicato, da servire con un condimento di burro e salvia.Nonostante la lunga preparazione di questo piatto, è possibile prepararli anticipatamente e farli cuocere al momento di andare in tavola. Un ripieno che rende questo raviolo delicato, ma al tempo stesso dal gusto deciso dato dal pecorino.

Vediamo quindi come realizzare questi gustosi e raffinati ravioli.

Ingredienti per la pasta

  • 250 g di farina di semola di grano duro rimacinata
  • 250 g di farina 00
  • 4 uova
  • q.b di acqua
  • 1 pizzico di sale

Ingredienti per il ripieno

  • 200 g di patate
  • 150 g di ricotta
  • 1 uovo
  • 60 g di pecorino
  • q.b di sale
  • q.b di noce moscata

Ingredienti per condire

  • q.b di burro
  • q.b di pecorino
  • 8 foglie di salvia

Preparazione

Per realizzare i ravioli con patate e pecorino dovete iniziare dalla sfoglia per i ravioli. Sopra ad una spianatoia lavorate le due farine, aiutandovi con delle dita create un buco al centro e aggiungete un pizzico di sale e le uova. Lavorate l’impasto facendo amalgamare tutti gli ingredienti e avendo cura di aggiungere l’acqua a poco a poco.

Dovrete ottenere un impasto liscio e che non si appiccichi sulle mani. Fate riposare l’impasto all’interno di una ciotola, coperto da un panno pulito per circa un’ora in frigorifero.

Mentre l’impasto riposa in frigorifero preparate il ripieno. Lavate bene le patate con tutta la buccia, fatele cuocere in una pentola con dell’acqua leggermente salata finché non saranno cotte.

Quando le patate saranno cotte, scolatele ed eliminate la buccia, schiacciatele ancora calde con l’aiuto di una forchetta e fatele raffreddare. Raffreddate aggiungete alla purea, la ricotta di pecora e il pecorino grattugiato e mescolatele facendo amalgamare bene tutti gli ingredienti.

Aggiungete le uova, la noce moscata e aggiustate di sale. Riprendete l’impasto dal frigorifero, stendetelo con l’aiuto di un matterello. Dovrete ottenere una sfoglia ben liscia e sottile.

Tirando la pasta avrete ottenuto delle strisce, ora stendetele su di un ripiano spolverato con la farina di semola e aggiungete la farcitura con l’aiuto di un cucchiaio o con una sac à poche. Metà saranno farcite e l’altrà metà di strisce vi servirà per sovrapporle e richiudere il vostro raviolo.

Distanziate la farcitura a 3 cm l’uno dall’altro, realizzando  dei piccoli mucchietti di farcitura. Con un pennello spennellate i bordi con dell’acqua, questo vi aiuterà quando dovrete a sovrapporre l’altra striscia e sigillare.

Sovrapponete le strisce, fate attenzione a far fuoriuscire tutta l’aria in eccesso e pressate bene con l’aiuto delle dita. Nel caso avete la rotellina potete realizzare dei ravioli rettangolari e tagliarli a quadratini, ma vanno benissimo dei coppapasta o lo stampo per ravioli.

Disponete i ravioli in un vassoio leggermente infarinato con della farina di semola. Mettete a bollire dell’acqua in una pentola capiente, quando inizierà a sobbollire versate i ravioli. Ci vorranno pochissimi minuti di cottura.  In una padella fate sciogliere il burro, a ggiungete un cucchiaio di acqua di cottura e le foglie di salvia.

Appena saranno cotti i ravioli, prendeteli con l’aiuto di una schiumarola e adagiateli su un vassoio da portata, versate sopra il suo condimento preparato nella padella e  ultimate con una spolverata di Pecorino.

Ravioli con patate e pecorino

Conservazione

I ravioli con patate e pecorino vanno consumati ben caldi dopo la preparazione. Ancora crudi i ravioli si conservano per un paio di giorni.

Marisa Trionfante

I consigli di Marisa

Potete anche congelarli crudi, in appositi sacchetti gelo, solo se avete utilizzato tutti prodotti freschi e quando li dovrete utilizzare lessateli direttamente da congelati in acqua bollente. Se invece non amate il pecorino, potete aggiungere della salsiccia nel ripieno.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!