Tarallini all’olio d’oliva

I taralli sono un tipico prodotto da forno italiano: sono nati nel meridione e vengono apprezzati ora in tutto il mondo.

Tarallini all’olio d’oliva
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

I tarallini sono relativamente semplici da fare, ciò che però rende così lunga la loro preparazione sta nella difficoltà del dar loro la forma.
Esistono davvero moltissime varianti di questo snack appetitoso: taralli al finocchio, al peperoncino, alle patate e rosmarino, alla cipolla… e davvero moltissimi altri ancora!

Quelli che andremo a fare sono i tarallini dal classico sapore all’olio extravergine di oliva.

Ingredienti

  • 550 g di farina 00
  • 110 g di olio extravergine d’oliva
  • 12 g di sale
  • 200 g di vino bianco

Preparazione

Iniziamo la preparazione versando in una ciotola la farina, il sale e l’olio, quindi cominciamo a mescolare con un mestolo.
Una volta ottenuto un composto bricioloso, aggiungiamo il vino bianco (deve essere secco, mi raccomando) e impastiamo il tutto con le mani per 10 minuti circa. Se a casa avete una planetaria, potete versare tutti gli ingredienti al suo interno e utilizzare quella.

Ora inizia la parte più lunga, ma anche più divertente: dare la forma ai nostri taralli. Iniziamo dividendo piccole parti di impasto e creando delle sorte di vermicelli con le mani sul piano da lavoro. Una volta ottenuta una lunghezza di circa 10 centimetri, chiudiamo il tarallo con un’estremità sopra l’altra.

Mettiamo sul fuoco una padella piena d’acqua e portiamo quest’ultima a bollire. Prelevando 5 o 6 taralli alla volta, li adagiamo nella pentola con l’acqua bollente: una volta venuti a galla saranno pronti per essere scolati su un panno pulito sopra ad una teglia.

Tarallini all’olio d’oliva

Ripetiamo il procedimento per tutti i nostri taralli mentre lasciamo gli altri sgocciolare sul panno e preriscaldiamo il forno a 190°. Prepariamo una seconda teglia con della carta da forno e poniamo ordinatamente i taralli su di essa: sono pronti per essere infornati.

Lasciamo all’incirca 45 minuti all’interno di questo. Una volta trascorso questo tempo consiglio di estrarne uno ed assaggiarlo, facendo attenzione perchè sarà incredibilmente caldo.

Tarallini all’olio d’oliva

Conservazione

I taralli una volta usciti dal forno possono essere conservati per 3/4 giorni, dopodichè diventerebbero troppo duri da gustare… e state sicuri che in meno di 2 giorni verranno mangiati tutti in casa.

Sara Gagliardi

I consigli di Sara

Nel momento in cui andate a sigillare le due estremità dell'impasto fate attenzione a premere in maniera sicura, per evitare che, una volta inseriti nell'acqua bollente, i vostri taralli si aprano e perdano il loro bell'aspetto. Appena sfornati sono buoni perché caldi, ma proprio per lo stesso motivo non avranno la stessa consistenza dei taralli a cui siamo abituati: io per esempio li trovo più buoni il giorno dopo.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!