Taralli con finocchietto

100 taralli con semi di finocchio, gustosi e friabili, per ospiti, feste, o semplicemente da sgranocchiare.

Taralli con finocchietto
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

I taralli con finocchietto sono semplici da preparare. Il tempo di preprazione sembra tanto ma solo perché sono piccoli ma, visto che la forma sta a te sceglierla, possono venire anche più grandi e ci impiegherai meno tempo.

Puoi sostituire i semi di finocchio con ciò che preferisci: peperoncino, friarielli, peperoni, mandarle, noci, pomodorini secchi… o solo con olio extravergine d’oliva e sale. Puoi accompagnarli con una bella bibita da apertivo o con un buon vino, oppure con mozzarella e prosciutto, salame, speck, mortadella.

Ingredienti

  • 125 g di olio extravergine d’oliva
  • 10 g di sale
  • 500 g di farina 00
  • 200 ml di vino bianco
  • 1 cucchiaio di pepe nero in grani
  • 1 cucchiaio di semi di finocchietto

Preparazione

Versare in una ciotola la farina, olio, sale, pepe e vino bianco. Impastare gli ingredienti e quando saranno amalgamati trasferire il composto si di un piano da lavoro e impastare per almeno 20 minuti per ritrovarsi l’impasto liscio ed elastico.

Mettere l’impasto in una ciotola e coprire con della pellicola, far riposare per almeno 30 minuti al fresco. Una volta passato il tempo, dividere l’impasto in pezzetti e fare la forma preferita, a treccia, a cerchio, piccoli o grandi. 

Porre tutti i taralli su di un canovaccio pulito, intanto riempire una pentola con dell’acqua fresca, mettere sui fornelli la pentola e aspettare che poi bolle l’acqua: calare dentro la pentola una dozzina di taralli alla volta, in modo che non si possano attaccare l’uno con l’latro.

Non appena saliranno a galla bisognerà scolarli e adagiarli su un vassoio foderato, in modo tale far colare l’acqua dall’impasto. Questo procedimento è utile per la riuscita della friabilità dei taralli durante la cottura e per tutta la conservazione.

Dopo trasferire i taralli su una teglia con carta da forno. Far cuocere a 200 gradi per 30 minuti. 

Conservazione

Si consiglia di conservare i taralli con finocchietto in contenitori di vetro o in sacchetti per alimenti, super consigliato il sacchetto che contiene la pasta, poiché conserva al suo interno la freschezza dei taralli.

Federica Basile

I consigli di Federica

Non appena saliranno a galla bisognerà scolarli e adagiarli su un vassoio foderato, in modo tale far colare l'acqua dall'impasto. Questo procedimento è utile per la riuscita della friabilità dei taralli durante la cottura e per tutta la conservazione. Un consiglio? Se hai bambini in casa con te o una persona con cui condividi il tempo libero, fatelo insieme, cucinare insieme è benefico per corpo e mente, soprattutto i bambini ti ringrazieranno perché scopriranno tante cose nuove.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!