Cavolo nero in padella

Accompagnare i vostri secondi con del cavolo nero in padella e bacon croccante vi farà sicuramente fare un figurone. Un contorno semplice ma particolare ed originale al tempo stesso. Scopriamo come prepararlo e tante varianti

Cavolo nero in padella
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Tra i tanti contorni che possiamo preparare per accompagnare i secondi di carne o di pesce che realizziamo, quelli a base di cavolo nero sono sicuramente tra i più particolari.

Il cavolo nero, infatti, è un ingrediente dslle foglie molto scure che solitamente si raccoglie dopo la prima gelata invernale. Viene utilizzato per la preparazione di alcuni piatti molto celebri come ad esempio la ribollita toscana ma può essere utilizzato anche insieme ad altre verdure simili come gli spinaci, le cicorie o le biete.

In particolare il cavolo nero in padella sarà un ottimo contorno, tipico in particolare della Toscana, ma che potrà essere presentato ed arricchito in tanti modi diversi, ad esempio associando delle altre verdure, oppure come in questo caso con del bacon croccante. Un ingrediente, però, che potrete scoprire molto versatile in cucina. Ad esempio la pasta con il cavolo nero saprà essere una valida alternativa ai classici primi piatti.

Vediamo, quindi, come realizzare questa ricetta ed alcuni consigli utili per pulire e cucinare il cavolo nero.

Ingredienti

  • 400 g di cavolo nero
  • 2 spicchi di aglio
  • q.b di sale
  • q.b di pepe
  • q.b di olio extravergine d’oliva
  • 4 fette di bacon

Preparazione

La prima cosa da fare per preparare il cavolo nero in padella sarà proprio quella di dedicarsi all’ingrediente base di questa ricetta, ovvero al cavolo nero, che andrà dapprima ripulito e poi cotto in padella.

Come sempre, però, la pulizia delle verdure è di fondamentale importanza per avere un risultato davvero perfetto e non ritrovarsi con tracce di terra all’interno del piatto finito.

Come pulire e tagliare il cavolo nero

Dovrete innanzitutto prendere le vostre verdure e rimuovere la parte finale del gambo. Rimuovete, quindi, le foglie più esterne e dedicatevi quindi a quelle rimanenti da cui dovrete eliminare la costa centrale. Questa, infatti, è particolarmente coriacea e quindi non si cuocerebbe alla perfezione come le foglie e rimarrebbe più dura e quindi più sgradevole da consumare.

Le foglie andranno quindi sciacquate sotto acqua fredda corrente così da rimuovere ogni residuo di terra sulla loro superficie. Una volta ben lavate andranno tamponate con un canovaccio. E’ il momento di passare al taglio. In questo caso, dovrete tagliarle in listerelle spesse circa 3 cm. Potete, però, giostrare il taglio in base al risultato finale che volete ottenere.

Come cucinare il cavolo nero in padella

Adesso che il cavolo è stato perfettamente lavato e tagliato potete passare alla cottura. Mettete sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata e fate giungere a bollore. Solo a questo punto potrete sbollentare le foglie di cavolo per circa una decina di minuti. Passato questo lasso di tempo le foglie andranno scolate per bene così da privarle dell’acqua in eccesso.

Dedicatevi quindi agli spicchi d’aglio, che dovranno essere sbucciati e tenuti interi, così da poterli rimuovere successivamente. Aggiungete questo ingrediente in padella insieme a dell’olio extravergine d’oliva e fate soffriggere per un paio di minuti. Aggiungete a questo punto il cavolo nero, che avrete precedentemente strizzato per bene. Aggiustate con sale e pepe e fate insaporire per alcuni minuti.

Dedicatevi quindi al bacon, che dovrà essere ridotto in piccoli pezzi e poi passato per un minuto circa in una padella antiaderente ben calda. Non sarà necessario aggiungere degli altri ingredienti, altri grassi, perché sarà lo stesso bacon a rilasciarli con il calore. Quando il bacon sarà croccante potete spegnere la fiamma ed aggiungere anche questo ingrediente in padella insieme al cavolo. Fate andare il tutto per un altro minuto ed a questo punto servite il piatto ai vostri ospiti quando è ancora ben caldo.

Cavolo-nero-ricette

Zuppa di cavolo nero

Come detto precedentemente il cavolo nero si presta benissimo alla preparazione di minestre e zuppe. In questo caso, quindi, potrete anche aggiungere degli altri ingredienti, come ad esempio altre verdure oppure dei legumi. Ad esempio, si sposerà perfettamente anche con i fagioli, cannellini o borlotti, a seconda dei vostri gusti.

Le ricette con il cavolo nero sono davvero molto varie e soprattutto vi permetteranno di spaziare dai primi ai contorni realizzando dei piatti sempre particolari e molto golosi.

Cavoli neri e patate in padella

Una variante interessante di questo piatto può essere realizzata aggiungendo anche le patate. Queste, infatti, andranno precedentemente sbollentate in abbondante acqua salata dopo essere state ridotte in piccoli tocchetti. Le patate quindi andranno aggiunte in padella con uno spicchio d’aglio e dell’olio extravergine d’oliva e fatte saltare per qualche minuto, aggiungendo del brodo vegetale se necessario così da completare la cottura.

Dovrete poi aggiungere le foglie di cavolo, anche queste precedentemente sbollentate, per realizzare un piatto davvero strepitoso.

Conservazione

Il cavolo nero in padella si conserva per al massimo 2-3 giorni in frigorifero riposto all’interno di un contenitore ermetico. Prima di servirlo di nuovo, però, dovrete tenere a temperatura ambiente per almeno mezz’ora oppure ripassarlo in padella con un filo d’olio extravergine d’oliva in maniera tale che tornino ben caldo.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

Per ridurre i tempi di cottura potete tagliare il cavolo in listarelle ben sottili, così che queste si cuociano alla perfezione. È importante rimuovere l'acqua di cottura in eccesso delle foglie prima di versare il tutto in padella per fare in modo che il cavolo possa cuocersi senza continuare a lessarsi.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!