Contorni   •   Insalate   •   Vegeteriano   •   Vegano   •   Light

Fagiolini lessi: tempo di cottura e come condirli

Dei fagiolini lessi saranno la base per tantissimi piatti diversi, che vanno da una semplice insalata ad un piatto più ricco. Vediamo il tempo di cottura ideale e come condirli

Fagiolini lessi: tempo di cottura e come condirli
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Spesso i contorni più buoni e versatili sono anche i più semplici da preparare. I fagiolini lessi sono sicuramente uno di questi. I fagiolini bolliti, infatti, potranno costituire la base per tantissimi contorni diversi.

Potranno, infatti, essere trasformati in una golosa insalata oppure essere semplicemente conditi con dell’olio è dell’aceto ed un pizzico di origano. Bisogna, però, prestare attenzione al tempo di cottura e valutare le varie modalità scegliere per una cottura ottimale.

Si tratta, però, in ogni caso di una preparazione molto semplice, alla portata anche di chi non ha grande esperienza in cucina o per chi ha poco tempo da dedicare alla preparazione dei pasti ma non vuole per questo rinunciare ad un buon contorno che completi un secondo sia di carne che di pesce. Scopriamo, quindi, come preparare degli ottimi fagiolini bolliti ed alcuni consigli su come condirli.

Ingredienti

  • 500 g di fagiolini
  • q.b di sale

Preparazione

La prima cosa da fare per poter realizzare di fagiolini lessi davvero perfetti è dedicarsi alla loro pulizia. Dovrete, infatti, spuntare ogni singolo fagiolino privandolo di entrambe le estremità.

Si tratta di un’operazione che spesso prende un po’ di tempo ma che va svolta con estrema cautela perché se alcune delle estremità rimanessero poi all’interno del piatto risulterebbero sicuramente poco piacevoli da consumare. Proseguite, quindi, in questo modo cercando di prestare la massima attenzione.

Una volta spuntati, i fagiolini andranno sciacquati sotto abbondante acqua corrente in maniera tale da eliminare eventuali residui di terra ancora presenti sulla loro superficie. Anche questo è un particolare estremamente rilevante e molto importante. Una volta pronti i fagiolini andranno messi da parte mentre portate a bollore abbondante acqua salata all’interno di una pentola ben capiente. Solo quando l’acqua sfiorerà il bollore potete aggiungere i fagiolini e far proseguire la cottura per circa 15-20 minuti.

I tempi di cottura possono variare in base a diversi fattori, soprattutto in base alla grandezza dei fagiolini ed alla loro freschezza. Dei fagiolini più sottili ed appena raccolti, infatti, cuoceranno molto più velocemente rispetto a dei fagiolini più spessi e raccolti da diversi giorni.

Una volta ben morbidi i fagiolini potranno essere privati dell’acqua di cottura e lasciati da parte ad intiepidire. A questo punto non dovrete far altro che scegliere come condirli per poter realizzare il contorno che più preferite in base alle vostre esigenze.

Fagiolini lessi in pentola a pressione

Chiunque si occupi della preparazione dei pasti o bazzichi in cucina sa bene quanto la pentola a pressione possa essere estremamente utile per ridurre i tempi di cottura. Inoltre, questo particolare tipo di cottura consente anche di mantenere inalterato il sapore e le proprietà nutrizionali dei cibi.

È per questo motivo, quindi, che dei fagiolini bolliti cotti in pentola a pressione saranno davvero straordinari. La prima fase della preparazione di questa ricetta rimane invariata. Dovrete, infatti, dapprima spuntare i fagiolini, lavarli e poi solo successivamente aggiungere all’interno della pentola a pressione.

Dapprima aggiungere l’acqua, inserite all’interno il cestello per la cottura a vapore ed inserite quindi i fagiolini. Chiudete la pentola a pressione e fate andare a fiamma vivace per circa 10 minuti. Anche in questo caso valutate i tempi di cottura in base allo spessore ed alla freschezza dei vostri fagiolini.

Spegnete quindi la fiamma, lasciate riposare e scaricare la pressione e poi non vi resterà altro da fare che togliere il coperchio per gustare i vostri fagiolini ormai perfettamente cotti.

Patate e fagiolini lessi

Indubbiamente, fagiolini e patate si sposano alla perfezione. Si tratta, infatti, di un binomio perfetto che può essere quindi utilizzato anche per preparare un’ottima insalata. Non dovrete far altro che lessare i fagiolini come indicato e dedicarvi a parte anche alla cottura delle patate, che può avvenire in abbondante acqua salata, a microonde oppure a vapore. Anche in questo caso scegliete la modalità di cottura che più preferite e che meglio si presta alle vostre esigenze.

Una volta cotte le patate andranno private della buccia, ridotte in tocchetti ed aggiunte all’interno di una ciotola dove aggiungerete anche i fagiolini ben scolati. Condite con un filo d’olio, dell’aceto di vino bianco, sale e dell’origano e amalgamate per bene il tutto. Fate raffreddare e servite quindi ai vostri ospiti.

Fagiolini bolliti ripassati in padella

I vostri fagiolini potranno essere la base per tanti altri piatti un po’ più elaborati. Potrete, infatti, ripassarli in padella semplicemente con dell’aglio tritato ed un filo d’olio extravergine d’oliva oppure potete arricchire il piatto anche con della polpa di pomodoro o con del pomodoro in pezzi.

Non dovrete far altro che far dapprima soffriggere uno spicchio d’aglio nell’olio extravergine d’oliva e successivamente aggiungere la polpa o il pomodoro fresco. Fate restringere il sugo e quindi aggiungete i fagiolini e fate saltare il tutto per qualche altro minuto.

Fagiolini lessi Bimby

Se avete il Bimby a vostra disposizione potete utilizzarlo anche per la preparazione di questo piatto. Potete scegliere la cottura al Varoma, posizionando quindi i fagiolini crudi all’interno dell’apposito strumento, e far cuocere a temperatura varoma per circa 15 minuti. Se lo desiderate, però, potete anche decidere di aggiungere l’apposito cestello all’interno del boccale dove avrete aggiunto l’acqua e quindi versarvi i fagiolini.

Coprite con il coperchip ed il misurino e quindi fate proseguire la cottura per circa 10 minuti a temperatura Varoma. Anche in questo caso otterrete un risultato davvero perfetto.

Fagiolini-bolliti-tempo-di cottura-pentola-a-pressione

Conservazione dei fagiolini bolliti

I fagiolini una volta cotti si potranno conservare per circa un paio di giorni in frigorifero all’interno di un contenitore ermetico.

Dovrete lasciarlo a temperatura ambiente per almeno un’ora se intendete consumarli freddi; mentre se volete portarli a tavola caldi ripassateli in padella oppure per qualche secondo al microonde.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

Le possibilità per arricchire questo piatto sono davvero tantissime. Potete, infatti, associare oltre alle patate anche del tonno, dando vita in questo modo ad un vero e proprio piatto unico che si presterà soprattutto nella stagione estiva e nelle sue giornate più calde. Sarà, infatti, un pasto molto nutriente, ricco ma facile e veloce da preparare, perfetto anche da consumare fuori casa.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!