Amaretti sardi

Gli amaretti sardi sono dei dolcetti che si possono realizzare in due versioni: dolce e amara. Scopriamo insieme questa variante dei classici amaretti

Amaretti sardi
Difficoltà
Preparazione
Cottura
7 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Gli amaretti sardi sono dei dolcetti che si rifanno ai classici amaretti morbidi ma che in Sardegna vengono realizzati in due versioni diverse dando vita a degli amaretti amari o degli amaretti dolci.

Dei dolcetti molto particolari che piaceranno agli amanti dei sapori particolari ed innovativi e che saranno perfetti da servire nei giorni di festa. Ecco come preparare degli ottimi amaretti sardi e come decorarli per servirli ai vostri ospiti.

Ingredienti per amaretti dolci

  • 300 g di zucchero
  • 3 albumi
  • 300 g di mandorle
  • 1 limone
  • 1 pizzico di sale
  • q.b. di ciliegie candite
  • q.b. di zucchero semolato
  • q.b. di mandorle intere o granella di nocciole

Ingredienti per gli amaretti amari

  • 300 g di zucchero
  • 3 albumi
  • 300 g di mandorle
  • 1 limone
  • 1 pizzico di sale
  • 50 g di mandorle amare

Preparazione

Per realizzare gli amaretti sardi, in entrambe le versioni dobbiamo trittare la mandorle abbastanza fini utilizzando un mixer e montare gli albumi a neve ferma con un pizzico di sale .

Mettete in una terrina le mandorle tritate, lo zucchero, la scorza grattuggiata del limone, aggiungere piano piano gli albumi montati a neve ferma, aggiungendoli poco per volta perchè quasi sicuramente non saranno necessari tutti. L’impasto, infatti, deve risultare morbido ma non troppo. A questo punto abbiamo due possibilità: realizzare degli amaretti dolci o degli amaretti amari.

Se volete preparare degli amaretti sardi amari dovete aggiungere all’imapsto base appena creato le mandolrle amare tritate finemente. Se non riuscite a trovare le mandorle amare si può optare per l’aroma di mandorle amare ma il risultato, sia nel sapore che nell’odore, non è lo stesso.

A questo punto dovete lasciare riposare per almeno 6/8 ore. Trascorso il tempo indicato, se notate che l’impasto è diventato un po’ duro, aggiungete un po’ di albume montato. Adesso formate delle palline grandi come delle noci e sistematele su una placca con carta da forno e infornate a 150° per 15/20 minuti. Dovranno risultare ambrati.

Se, invece, volete preparare degli amaretti sardi dolci, una volta realizzato l’impasto di base lasciato riposare per almeno 6/8 ore. Anceh in questo caso controllate se l’impoasto è abbastanza morbido altrimenti bisogna correggere come fatto per gli amaretti amari.

Formate sempre delle palline come delle noci e passate alla loro decorazione. In questa fase potete dare libero sfogo alla vostra fantasia. Potete passare gli amaretti sardi dolci nello zucchero semolato molto semplicemente oppure potete decorare con delle ciliegie candite o della granella di nocciole. Sarà ottima anche una mandorla intera oppure delle scaglie di mandorle. Insomma, potete davvero decorare come volete. Non vi resta che infornare gli amaretti a 150°C per un 10/15 minuti.

In alterantiva potete servire degli amaretti morbidi o dei classici amaretti, dolcetti più comuni e conosciuti e di sicuro successo.

Conservazione

Gli amaretti sardi si conservano per un paio di giorni chiusi all’interno di un contenitore ermetico.

Simona Cadeddu

I consigli di Simona

Quando fate le palline vi sconsiglio di prepararvi un contenitore con acqua per bagnarvi leggermente le mani. Così sarà più facile fare le palline. Se vedete che rimangono tondi in fase di cottura vuol dire che l'impasto è troppo duro e che quindi lo dovete ammorbidire un po con dell'albume montato.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!