Dolci   •   Torte

Cassòla ebraico-romanesca

La cassola è una ricetta della tradizione ebraico romanesca che ha come ingrediente principale la ricotta. Un dolce dai sapori antichi, semplici ma indimenticabili. Scopriamo, quindi, nel dettaglio come realizzare questo dolce passo dopo passo

Cassòla ebraico-romanesca
Difficoltà
Preparazione
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La cassola ebraico-romanesca è una semplicissima ricetta della tradizione ebraica, che anticamente veniva cotta in padella sul fuoco, anzichè in forno.

Di una velocità incredibile che eguaglia la sua bontà, con pochi ingredienti – soprattutto se si usa una ricotta fresca del banco, magari mixando pecora e vacca, ma anche solo di mucca va benissimo – dà vita a un dolce vellutato, cremoso, adatto anche a chi è intollerante al glutine perchè non presenta farina , cha sa di quei sapori semolici e antichi che si potevano gustare una volta.

Ingredienti

  • 600 g di ricotta
  • 4 uova
  • 100 g di zucchero
  • 110 g di uvetta
  • 1/2 scorza di limone
  • 1/2 di scorza d’arancia
  • 1 pizzico di sale
  • 1 pizzico di cannella
  • 4 fette di arancia
  • q.b di pangrattato
  • 10 g di burro
  • 1 cucchiaino di zucchero

Preparazione

Per realizzare la Cassòla ebraico-romanesca iniziate mettendo l’uvetta a rinvenire in acqua tiepida, aggiungendo del liquore se volete dare una nota più decisa.

Poi prendete una ciotola capiente, impasterete tutto li: versate la ricotta con lo zucchero, poi la scorza di mezzo limone e di mezza arancia con il pizzico di cannella – se piace – e il pizzico di sale. Lavorate bene fino a ridurre a crema, con una forchetta o, meglio, con una frusta a mano.

Incorporate all’impasto un uovo per volta, avendo cura di amalgamarlo bene prima di inserire il successivo. Strizzate ora l’uvetta dal liquido e inseritela nell’impasto mescolando con un mestolo.

Cassòla ebraico-romanesca

Accendere il forno a 180°C. Imburrate molto bene uno stampo del diametro di 18-20 cm, alto almeno 3 cm, cercando di abbondare con il burro, che sarà poi fondamentale nell’operazione si sformatura del dolce. Se non avete ospiti celiaci, spolverizzate con del pan grattato tutto l’interno dello stampo, sarà ancora più facile sformarlo. In caso contrario, omettetelo.

Versate l’impasto e infornate per circa 30 minuti, in ogni caso estraetelo quando il centro del dolce non risulta più tremolante scuotendo lo stampo. Fate raffreddare bene su una griglia e poi in frigorifero, poi sformatelo sul piatto di portata e servite.

Se volete arricchire la sua presentazione, tagliate 4 o 5 fette sottili di arancia e fatele scaldare con un cucchiaio di zucchero in padella, finchè si caramelleranno, poi adagiatele nel centro del dolce.

Cassòla ebraico-romanesca

Conservazione

La cassola ebraico-romanesca si conserva per al massimo 2 giorni.

Alice Parretta

I consigli di Alice

Potrete realizzare delle monoporzioni usando degli stampini in ceramica adatti per il forno, oppure, se avete più ospiti e volete fare un dolce più grande, raddoppiate le dosi e usate uno stampo da 28-30 cm di diametro prolungando i tempi di cottura a 45-50 minuti. Se non effettuate la decorazione con l'arancio caramellato, spolverizzate la superficie con dello zucchero a velo.

Altre ricette interessanti
Commenti
Romy Rocco
Romy Rocco

27 novembre 2018 - 00:38:36

Un nuovo gusto, non ho mai assaggiato un dolce così e devo dire.... peccato! Mi ero persa una bontà che sembra avere anche una storia di ricordi

0
Rispondi
Romy Rocco
Alice Parretta

27 novembre 2018 - 15:59:24

Sicuramente la storia ce l'ha! dolce semplice semplice..se ne possono mangiare due fette a volta!

0
Rossella Gallori
Rossella Gallori

25 novembre 2018 - 10:00:38

Saranno le mie origini, sarà che ho sentito il sapore dell'infanzia e mi son commossa, ricordo bene mia madre la faceva come una succulenta frittata dolce...che dire ....shalom..

0
Rispondi
Rossella Gallori
Alice Parretta

25 novembre 2018 - 17:26:26

Quando le ricette che non sapevi esistessero ti vengono a cercare...

0