Mostaccioli napoletani morbidi

I mostaccioli napoletani morbidi sono dei dolcetti tipici del Natale davvero golosi. Ecco la ricetta ed alcuni consigli utili ma anche la variante Bimby

Mostaccioli napoletani morbidi
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

I mostaccioli napoletani morbidi sono dei biscotti molto golosi immancabili nel menù di Natale delle tavole partenopee. Di questi biscotti esistono numerose varianti, essendo dei dolci natalizi tipici di molte regioni del Sud Italia. Ad esempio, i mostaccioli siciliani, hanno una forma completamente diversa e l’impasto si prepara con il vin cotto, il semolino, la cannella, le mandorle e le nocciole.

Quella dei mostaccioli napoletani morbidi è una delle ricette di Natale più facili e veloci da realizzare. Questi biscotti contengono infatti ingredienti semplici e genuini: oltre ad una base di farina, zucchero, cacao ed acqua, l’impasto prevede l’aggiunta di un misto di spezie che gli conferiscono tantissimo sapore e profumo.

Vediamo quindi insieme, come si fanno i mostaccioli napoletani morbidi.

Ingredienti

  • 500 g di farina 00
  • 300 g di zucchero
  • 30 g di cacao in polvere
  • 100 g di granella di mandorle
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 1/2 cucchiaino di chiodi di garofano
  • 1/2 cucchiaino di noce moscata
  • 10 g di ammoniaca per dolci
  • 200 ml di acqua
  • q.b di scorza d’arancia
  • 700 g di cioccolato fondente

Preparazione

Per iniziare la preparazione dei mostaccioli napoletani morbidi occorre partire dall’impasto che andrà successivamente fatto riposare in frigorifero. Mescolate quindi in una terrina la farina 00, lo zucchero, il cacao setacciato, la granella di mandorle, le spezie ridotte in polvere e l’ammoniaca per dolci. Formate una conca al centro ed aggiungete la scorza dell’arancia grattugiata, quindi unite poco per volta l’acqua tiepida ed impastate con le mani. Trasferite il composto su una spianatoia e lavoratelo energicamente fino ad ottenere un panetto omogeneo ma comunque umido. Avvolgetelo in un foglio di carta da forno e chiudetelo stringendo le estermità, a mò di caramella. Fate riposare in frigorifero per almeno un’ora.

Trascorso il tempo di riposo prendete l’impasto e stendete con un mattarello una sfoglia di 1 cm di spessore. Per redendere più agevole la stesura vi basterà appoggiare un foglio di carta da forno sull’impasto e far scivolare il mattarello su di esso.

A questo punto prendete un tagliabiscotti a forma di rombo e ricavate i vostri mostaccioli. Disponeteli su una leccarda rivestita con carta da forno, distanziandoli tra loro per evitare che si attacchino durante la cottura. Cuocete in forno preriscaldato statico a 180° per 15-18 minuti per ottenere dei biscotti morbidi. Se li preferite leggermente più croccanti proseguite la cottura per altri 3-4 minuti. Una volta cotti, sfornate i mostaccioli e fateli raffreddare completamente.

Nel frattempo sciogliete il cioccolato tritato grossolanamente a bagnomaria, quindi immergete di piatto ciascun biscotto, ricoprendo interamente la superficie. Appoggiateli su una griglia e fate rapprendere il cioccolato. Non appena quest’ultimo si sarà completamente indurito, rimettete sul fuoco il pentolino con il cioccolato restante per farlo nuovamente sciogliere ed immergete l’altro lato del biscotto. Disponete anche questa volta i biscotti sulla griglia e fateli raffreddare completamente.

In alternativa saranno ottimi anche degli struffoli napoletani.

Mostaccioli-napoletani

Mostaccioli Pugliesi

La versione pugliese dei mostaccioli prevede l’aggiunta di vincotto all’impasto che può essere prodotto anche con i fichi, sia freschi che secchi.

Mescolate in una terrina 500 g di farina 00, 10 g di ammoniaca per dolci, 50 g di zucchero, 50 ml di olio d’oliva, la scorza grattugiata di un’arancia, 50 g di cacao amaro, 1 uovo intero, 100 ml di latte e q.b. di vincotto, quindi mescolate per amalgamare tutti gli ingredienti.

Versate il composto a cucchiaiate su una leccarda rivestita con carta da forno e cuocete a 180°C per circa 15 minuti.

Mostaccioli napoletani Bimby

Se avete il Bimby potete preparare l’impasto dei mostaccioli ancora più velocemente.

Mettete nel boccale la scorza d’arancia e i chiodi di garofano, quindi tritate a velocità 8 per 10 secondi. Riunite gli ingredienti sul fondo con una spatola ed aggiungete la granella di mandorle, la cannella, la noce moscata, lo zucchero, l’ammoniaca, il cacao, e l’acqua tiepida, quindi frullate per 20 secondi selezionando la velocità 5.

Unite poco per volta la farina dal foro del coperchio e spatolate, se necessario. Procedete con la lavorazione impastando a velocità Spiga per 30 secondi. Non appena si sarà formato un panetto omogeneo, avvolgetelo in un foglio di carta da forno e fatelo riposare in frigorifero per un’ora.

Una volta trascorso il tempo di riposo, procedete come da ricetta.

Mostaccioli-napoletani

Origini della ricetta

Il termine “mostacciolo” deriva dal latino “mustaceum”, ossia una focaccia dolce il cui impasto prevedeva tra gli ingredienti il mosto d’uva cotto sulle foglie di alloro. Secondo la tradizione, il mostacciuolo veniva offerto ai convitati in procinto di partire, come ultimo gesto di attenzione nei confronti dell’ospite che dava il suo congedo. Nel corso dei secoli la ricetta si è arricchita di ingredienti fino ad arrivare a quella che conosciamo oggi.

La maggior parte delle regioni italiane, soprattutto quelle meridionali, hanno elaborato una propria ricetta, motivo per cui esistono davvero numerose varianti dei mostaccioli: duri o morbidi, tondeggianti o romboidali, con o senza uova, con l’aggiunta di miele o confettura, con o senza glassa.

In ogni caso la ricetta originale dei mostaccioli contemplava tra gli ingredienti principali il vincotto ma oggi è molto raro che venga utilizzato, a parte qualche eccezione.

Conservazione

I mostaccioli napoletani morbidi si conservano per diversi giorni sotto una campana di vetro o all’interno di un contenitore ermetico.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

Se riuscite a reperirlo potete sostituire la cannella, la noce moscata e i chiodi di garofano con 3 g di pisto: un misto di spezie appositamente formulato per essere utilizzato in alcune ricette tipiche della tradizione napoletana. L'ammoniaca per dolci è una polvere lievitante che conferisce fragranza e croccantezza a biscotti e crostate, quindi è maggiormente indicata per questa preparazione. In alternativa potete utilizzare la stessa dose di bicarbonato o lievito in polvere vanigliato.

Altre ricette interessanti
Commenti
Mary Coppola
Mary Coppola

04 dicembre 2017 - 13:09:08

Che buoni, devo prepararli anch'io **

0
Rispondi