Struffoli napoletani

Gli struffoli napoletani sono dei dolci tipici del periodo natalizio, dal sapore dolce inconfondibile. Ecco la ricetta ed alcune varianti

Struffoli napoletani
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Gli struffoli napoletani sono dei dolci tipici della tradizione napoletana, che vengono realizzati solitamente nel periodo natalizio.

Si tratta di piccole palline di pasta dolce che vengono poi fritte ed immerse nel miele e poi decorate con delle codette colorate che danno a questo piatto un aspetto ancora più particolare. Si tratta di un piatto della tradizione, realizzato durante il periodo natalizio e che viene conosciuto anche in tutto il mondo.

Si tratta di un piatto diffuso in varie regioni dell’Italia meridionale dove esistono varie versioni a seconda della zona in cui viene preparato e di conseguenza può avere anche vari nomi.

Vediamo, quindi, insieme come preparare degli ottimi struffoli napoletani.

Ingredienti

  • 500 g di farina 00
  • 60 g di zucchero
  • 80 g di burro
  • 4 uova
  • 2 tuorli
  • 20 ml di liquore all’anice
  • q.b di scorza d’arancia

Ingredienti per condire

  • 200 g di miele
  • 40 g di arance candite
  • 40 g di cedro candito
  • q.b di ciliegie candite
  • q.b di codette

Preparazione

Per iniziare la preparazione degli struffoli napoletani dovete partire dal burro, che dovrà essere fuso a bagnomaria e sciolto a microonde per qualche minuto e poi lasciato da parte ad intiepidirsi.

Nel frattempo, in una ciotola, mischiate insieme farina, uova, zucchero, la scorza grattugiata dell’arancia ed anche il burro precedentemente fuso ed ormai ben tiepido. Per ultimo aggiungete anche il liquore all’anice ed iniziate ad impastare il tutto all’interno della ciotola e poi direttamente sul piano di lavoro. Dovrete ottenere un panetto molto omogeneo e ben compatto.

Fatto questo il vostro impasto dovrà riposare per circa 30 minuti coperto con un canovaccio. Soltanto terminato il periodo di riposo potete dividere il vostro panetto in circa otto parti ciascuna delle quali dovrà diventare un filoncino, che dovrete dividere in piccoli tocchetti utilizzando un tarocco o un coltello ben affilato.

I pezzettini di pasta andranno quindi fritti in abbondante olio di semi portato ad una temperatura di circa 170-180°C. Una volta cotti, dopo circa quattro minuti potrete toglierli dall’olio e trasferirli su un vassoio o un piatto coperto con carta assorbente così che perdano l’olio in eccesso.

Continuate in questo modo fino a quando avrete fritto tutti i vostri struffoli. Una volta freddi dovrete passare alla decorazione. In una pentola ben capiente mettete il miele ed aggiungete gli struffoli. Fate andare a fiamma molto bassa e dopo qualche minuto, quando avrete amalgamato il tutto, potete spegnere la fiamma ed aggiungere l’arancia ed il cedro canditi. Amalgamate per bene il tutto ed a questo punto i vostri struffoli sono pronti per essere serviti.

Potete dargli una forma corona, come si fa solitamente, distribuendo gli struffoli in cerchio oppure semplicemente disponendoli su un vassoio. Decorateli con delle ciliege candite e delle codette colorate.

In alternativa potete preparare un pandoro farcito con crema limoncello o un rotolo rocher, entrambi dolci che nel periodo natalizio saranno perfetti.

Struffoli napoletani

Conservazione

Gli struffoli napoletani si conservano per circa 4 giorni sotto una campana di vetro all’interno di un contenitore ermetico.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

Se non amate la frutta candita potete ometterla oppure sostituirla con delle scaglie di cioccolato. In alternativa potete realizzare gli struffoli anche al forno cuocendoli per circa 15 minuti a 200°C. Una volta pronti potete potrete proseguire la lavorazione come suddetto ottenendo comunque un risultato perfetto ed un piatto amatissimo.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!