Sablé breton con crema al rosmarino e albicocche

Un impasto friabile e goloso ed un ripieno dal gusto fresco e per niente scontato a base di rosmarino a albicocche! Con questa sablé breton conquisterete davvero tutti, sarà golosissima e vi farà fare davvero un figurone! Scopriamo insieme come si prepara e tanti consigli utili

Sablé breton con crema al rosmarino e albicocche
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La “sablé breton” non è altro che il nome dell’impasto di omonimi biscotti tipici appunto della regione bretone, particolarmente friabili e gustosi: se nella tradizione questo impasto veniva utilizzato per biscotti tondi cotti ognuno all’interno dle proprio stampo, viene oggi utilizzato molto come base per dolci proprio per la sua leggerezza in termini di consistenza e la tenuta eccezionale della farcitura.

Molto semplice e veloce da preparare, in questa versione viene realizzata con una crema pasticcera al rosmarino abbinata alla dolcezza delle albicocche fresche appena saltate in padella con un pizzico di zucchero: fresco, romatico e dal gusto delicato sarà perfetto per la stagione estiva e potrà essere rivisitato in tutte le altre stagioni con la frutta tipica del periodo.

Scopriamo, quindi, insieme come si prepara e tanti consigli utili.

Ingredienti per la sablé

  • 3 tuorli
  • 130 g di zucchero
  • 150 g di burro
  • 200 g di farina 00
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 12 g di lievito vanigliato

Ingredienti per la crema pasticcera

  • 300 g di latte intero
  • 2 rametti di rosmarino
  • 100 g di tuorli
  • 100 g di zucchero
  • 30 g di amido di mais

Ingredienti per decorare

  • 10 albicocche
  • q.b. di zucchero

Preparazione

Per la sablé breton con crema al rosmarino e albicocche iniziate mettendo i rametti di rosmarino dentro al latte freddo la sera precedente e mantenete in frigorifero.

Dedicatevi alla sablé breton: setacciate in una ciotola la farina con il pizzico di sale e il lievito chimico in polvere. In planetaria con il gancio a frusta o in una ciotola con fruste elettriche montate bene per qualche minuto lo zucchero con i tuorli fino a creare un composto denso, spumoso e chiaro; cambiate il gancio sostituendolo con il gancio a foglia – o continuate con le fruste elettriche – e inserite il burro non troppo freddo, continuando a lavorare il composto finché si sarà amalgamato.

Aggiungete la farina con il lievito e mescolate utilizzando il gancio a foglia o un mestolo, poi adagiate il composto – che risulterà morbido – sulla pellicola alimentare, avvolgetelo e lasciate in frigorifero a riposare.

Dedicatevi alla crema pasticcera: versate in una casseruola il latte coi rametti di rosmarino e fate scaldare portando ad ebollizione. Intanto mescolate energicamente con una frusta i tuorli con lo zucchero, poi unite l’amido di mais; quando il latte sarà ben caldo filtratelo con un colino direttamente sopra il pastello a base di tuorli, buttate via il rosmarino, mescolate il composto e riversatelo nella casseruola, portandolo a ebollizione lavorando sempre con la frusta finché la crema sarà densa. Versatela in un contenitore e copritela con pellicola alimentare a contatto, fate freddare in frigorifero.

Lavate le albicocche, dividetele a metà togliendo il nocciolo e poi tagliate quattro spicchi da ciascuna metà, metteteli in padella con un po’ di zucchero e fate saltare per 2 minuti a fiamma alta affinché lo zucchero si sciolga e le albicocche si ammorbidiscano appena. Lasciate freddare a temperatura ambiente.

Quando l’impasto sarà ben freddo, accendete il forno a 180°C, estraetelo dal frigorifero e stendetelo direttamente su un foglio di carta da forno abbassandolo delicatamente con il matterello e lasciandolo abbastanza alto, con uno spessore di 1-1,5 cm: prendete un anello da pasticceria o anche l’anello di uno stampo a cerniera del diametro di 18-20 cm, coppate l’impasto e lasciate l’anello intorno al disco di pasta. Infornate per circa 18-20 minuti, poi estraete dal forno e fate raffreddare bene.

A questo punto inserite la crema pasticcera in una sac à poche con bocchetta tonda diametro 1 cm e create dei ciuffi di crema sulla superficie della sablé, poi decoratene la superficie con le fettine di albicocche ormai fredde e qualche ciuffo di rosmarino fresco.

Sablé breton con crema al rosmarino e albicocche

Conservazione

La sablé breton con crema al rosmarino e albicocche si conserva per al massimo un paio di giorni sotto una campana di vetro.

Alice Parretta

I consigli di Alice

Il tocco del rosmarino nella crema pasticcera donerà una nota aromatica leggera e molto piacevole che ben si abbinerà con le albicocche: se non la gradite - anche se vi consiglio di provarla - potrete sostituirlo con della scorza di limone. Se volete potete togliere 20 grammi di farina e aggiungere 40 grammi di farina di frutta secca, come nocciola, mandorla o pistacchio, che ben si abbina alla natura friabile della base di sablé breton. In cottura il disco di sablé dovrà aumentare in altezza a causa del lievito e dell'aria incorporata durante la montatura e creare uno spessore leggermente più alto in prossimità del bordo esterno.

Altre ricette interessanti
Commenti
Rossella Gallori
Rossella Gallori

27 agosto 2019 - 17:49:23

Ed un bel giorno si innamorarono lei carota ...lui rosmarino....e vissero felici e contenti

0
Rispondi
Alice Parretta
Alice Parretta

28 agosto 2019 - 11:57:19

...sono ALBICOCCHE!!!! ;)

0
Rispondi