Dolci   •   Torte

Torta di carote e mandorle con latte d’avena (senza burro)

La torta di carote e mandorle con latte d’avena è un dolce sano e facilissimo da realizzare

Torta di carote e mandorle con latte d’avena (senza burro)
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La torta di carote e mandorle è un dolce buonissimo, caratterizzato dalla presenza di un ortaggio dal sapore dolciastro come la carota, e dalla croccantezza delle mandorle ed è anche un dolce leggero perchè preparato con latte di origine vegetale, l’avena.

La sua caratteristica è quella si essere rustica, quindi presenta sia all’esterno che all’interno tutta la frutta nella sua integrità. Per poterla gustare ci vorrà solo un pochino di pazienza per i tempi di cottura, ma il risultato sarà quello di un dolce straordinario, buono e salutare.

Ingredienti

  • 3 uova
  • 100 g di zucchero
  • 2 cucchiai di succo di limone
  • 30 g di mandorle
  • 4 carote
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 200 ml di latte d’avena
  • 1 pizzico di sale
  • 200 g di farina 00
  • 2 cucchiai di amido di mais
  • 1 bustina di lievito vanigliato
  • q.b di zucchero a velo

Preparazione

Per prima cosa dividiamo i tuorli dagli albumi in due ciotole differenti, quindi dove abbiamo posto i tuorli aggiungiamo le zucchero e il succo di limone e iniziamo a sbattere con le fruste elettriche ad alta velocità fino a rendere il composto spumoso e chiaro.

A questo punto laviamo e sbucciamo le carote, tenendone una da parte, le poniamo in un robot da cucina, magari tagliandole prima in pezzi e le andiamo a tritare finemente aggiungiamo anche le mandorle e tritiamo il tutto, le mandorle non devono risultare troppo a farina, spegniamo ora il mixer e aggiungiamo il mix di carote e mandorle tritate al composto con le uova e lo zucchero. Prendiamo un cucchiaio di legno o una spatola e facciamo incorporare bene all’impasto aggiungendo l’olio, il latte d’avena e il pizzico di sale e mescoliamo con cura.

Ora montiamo a neve ferma gli albumi aggiungendo anche quest’ultimi all’impasto, facendoli incorporare bene con un cucchiaio di legno, mescolando dal basso verso l’alto, per non smontare gli albumi.

Aggiungiamo al composto, la farina, il lievito e l’amido, passati prima a setaccio, mentre passiamo con lo sbattitore a fruste, in modo che non si formino grumi.

Prendiamo uno stampo da 25 di diametro, lo ungiamo con l’olio e lo infariniamo e andiamo a versare il nostro impasto, decorandolo in superficie con le mandorle e con una grattugiata della carota che abbiamo tenuto da parte.

Inforniamo a 180° per 50 minuti in forno statico precedentemente riscaldato, verificate la cottura con uno stecchino e quando l’impasto risulterà asciutto ecco che la nostra torta sarà pronta da sfornare e servire, con una bella spolverata di zucchero a velo.

Sabrina Forina

I consigli di Sabrina

La torta è buonissima appena sfornata ma risulterà un pochino croccante, visto la non presenza del burro, quindi se volete gustarla un pochino più morbida potete consumarla il giorno seguente, coperta prima con la pellicola trasparente, in modo che venga rilasciata umidità. Se la vostra torta vi sembrerà molliccia all'interno potete far andare per altri 10 minuti a forno ventilato in modo che si asciughi meglio. Se volete una versione più integrale della vostra torta potete optare per la farina integrale, meglio quella d'avena. Se non avete amido di mais va benissimo anche quello di frumento oppure la fecola di patate.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!