Drink   •   Vegetariano   •   Vegano   •   Senza glutine   •   Senza lattosio

Latte di riso fatto in casa

Il latte di riso è un latte vegetale molto utilizzato non soltanto da chi è intollerante al lattosio ma anche da chi segue un’alimentazione più dietetica. Prepararlo in casa è davvero semplice e alla portata di tutti e vi permetterà di avere a vostra disposizione una bevanda vegetale davvero straordinaria. Scopriamo insieme come fare

Latte di riso fatto in casa
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Chi è intollerante al lattosio avrà certamente provato il latte di riso che, come altre bevande vegetali a base di soia o avena, non è purtroppo così economico, sebbene stiamo parlando di prodotti oramai diffusi sul mercato. Perché quindi non provare a prepararlo in casa propria?

Il latte di riso è una bevanda di origine vegetale ottenuta dalla cottura prolungata dei chicchi di riso in acqua. Si tratta di un prodotto dal sapore delicato, adatto alla prima colazione così come alla preparazione di ricette che richiederebbero l’utilizzo del latte vaccino. Il riso è un cereale naturalmente senza glutine che si presta bene alla dieta delle persone celiache, ma prima di tutto è un alimento altamente digeribile poiché ricco di zuccheri semplici e privo di colesterolo. Per questo motivo, è ritenuto adatto a chi soffre di gastrite dal momento che non appesantisce lo stomaco e non crea acidità.

Vediamo insieme come procedere alla preparazione del latte di riso.

Ingredienti

  • 30 g di riso
  • 700 ml di acqua

Preparazione

Il procedimento per la preparazione del latte di riso fatto in casa è molto semplice e non richiede tempi eccessivamente lunghi.

Potete utilizzare la tipologia di riso che preferite; siccome alcune varietà come il parboiled, per esempio, mantengono i chicchi separati e al dente dopo la cottura, personalmente sono solita utilizzare il riso originario proprio perché tende a sfaldarsi e rilasciare più amido durante la cottura, creando quell’effetto cremoso necessario alla preparazione del latte.

Veniamo al procedimento. Innanzitutto è necessario munirsi di una pentola non troppo bassa dentro la quale dovremo versare l’acqua; accendiamo il fuoco a potenza media e portiamo a bollore; raggiunta la temperatura, versiamo il riso. Facciamo bollire il tutto per circa 20 minuti in più rispetto al tempo di cottura previsto per il riso che andrete a utilizzare (il totale sarà circa 35/40 minuti); mescolate delicatamente di tanto in tanto. Potete coprire la pentola con un coperchio per evitare un’evaporazione eccessiva di acqua, oppure potrete scegliere di allungare il latte con dell’acqua in un secondo momento, se risulterà troppo cremoso per i vostri gusti.

A cottura ultimata, frulliamo il composto ottenuto con l’aiuto di un frullatore a immersione, poi filtriamo il tutto con un colino a maglie strette per liberarci degli ultimi residui dei chicchi di riso; travasiamo il liquido in una bottiglia, preferibilmente di vetro. Come detto in precedenza, se preferiamo una bevanda maggiormente liquida e dal gusto più delicato potremo aggiungere acqua quando il latte avrà raggiunto la temperatura ambiente.

Conservazione

Il latte di riso va conservato in frigorifero e consumato entro quattro giorni.

Alice Porasso

I consigli di Alice

È possibile addolcire il nostro latte di riso fatto in casa aggiungendo zucchero o miele quando il liquido è ancora caldo, o ancora aromatizzarlo con un pizzico di polvere di cacao. I residui dei cereali utilizzati per la preparazione di bevande vegetali prendono il nome di okara; è possibile riutilizzare tale sostanza per ricette dolci o salate, come biscotti o polpette vegane.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!