Focaccia con pomodori secchi e capperi

La focaccia con pomodori secchi e capperi è una variante ancora più saporita della classica focaccia. Ecco la ricetta

Focaccia con pomodori secchi e capperi
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La focaccia con pomodori secchi e capperi è una versione della classica focaccia dal sapore ricco dato da pomodoro secco e dal cappero. Per fare una focaccia perfetta, croccante e friabile basta farla più bassa, circa 2 cm, invece per farla morbida basta lasciare l’impasto più alto. L’altra cosa importante è che deve essere sempre unta d’olio di oliva anche quando lavoriamo l’impasto.

Il tocco finale a questa prelibatezza gliela danno i due ingredienti, pomodori e capperi, tritati e inseriti nell’impasto. L’ultima cosa anche questa importante è la lievitazione che si svolge in diversi fasi.

Quindi vediamo come si prepara la nostra focaccia. 

Ingredienti

  • 600 g di farina 00
  • 20 g di lievito di birra
  • 380 g di acqua
  • 40 g di olio extravergine d’oliva
  • 2 cucchiaini di zucchero
  • 15 g di sale
  • 2 cucchiai di capperi
  • 10 pomodori secchi sott’olio

Ingredienti per condire

  • q.b. di sale
  • q.b. di olio extravergine d’oliva
  • q.b. di acqua
  • q.b. di rosmarino

Preparazione

Per la preparazione della focaccia con pomodori secchi e capperi prima di cominciare con l’impasto, tritate bene i pomodori secchi sott’olio ed i capperi e lascaiteli in un colino a perdere i loro liquidi.

Dopodiché versate la farina sopra una spianatoia, praticate un buco al centro della farina (facendo così la fontana) e aggiungete il lievito sciolto in acqua tiepida. Aggiungete anche lo zucchero e l’olio extravergine d’oliva. A questo punto, con l’aiuto di una forchetta, amalgamate per bene il tutto finché la farina si bagna tutta, aggiungete anche il sale e dopo lavorate con le mani. Formate una palla, spolverate con della farina, visto che l’impasto risulterà un po’ morbido, e mettetela in una ciotola capiente coperta con uno canovaccio a riposare per circa 30 minuti.

Dopodiché strizzate i pomodori ed capperi tritati ed aggiungeteli all’impasto. Lavorate bene così che si possano incorporare all’impasto. Se serve potete sempre spolverizzare con un po’ di farina se l’impasto è troppo appiccicoso.

Prendiamo le teglie dove dovete cuocere la focaccia (con queste dosi si fanno 2 focacce grandi, volendo solo una basta dimezzare le dosi) ungete con abbondante olio extravergine di oliva (circa 3 cucchiai da tavola), mettete impasto sopra e con le mani unte di olio extravergine di oliva aprite l’impasto dando la forma della teglia, usando soprattutto le dita senza trascinare l’impasto.

Spruzzate con acqua ed olio in modo che la superficie non si indurrrà durante la lievitazione. Lasciate nel forno le teglia a lievitare con la luce spenta. (se la preparate in inverno meglio riscaldare un po’ il forno e lasciare la luce accesa per dare un po’ di calore). Dopo un’ora di lievitazione, tiratela fuori e con le dita tentate di allargarla verso i bordi senza rompere le bollicine che si sono formate. Alla fine cospargete di sale e rosmarino tritato.

Lasciate riposare fino a quando l’impasto avrà lievitato bene, raddoppiato il suo volume, e riscaldate il forno alla massima temperatura. Quando infornate portate il forno a 220°C per circa 15 o 20 minuti, comunque fino doratura.

In alternativa potete preparare una focaccia pugliese o una focaccia genovese.

Focaccia con pomodori secchi e capperi

Conservazione

La focaccia con pomodori secchi e capperi si conserva per al massimo un paio di giorni in un contenitore ermetico. 

Vittoria Coga

I consigli di Vittoria

Visto il lungo tempo di lievitazione consiglio di prepararla la mattina così da averla pronta da cuocere per cena o per una ricca merenda. Magari per i propri figli e i loro amichetti. Volendo potete aggiungere ingredienti di proprio gusto, ma sempre tritati. Si possono usare anche i pomodori secchi normali.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!