Torta di rose mantovana

La torta di rose è un dolce di origini mantovane di sicuro effetto per via della sua forma che la caratterizza e la rende famosa. Vediamo insieme come prepararla ed alcune varianti altrettanti golose

Torta di rose mantovana
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Un dolce di origine mantovana, che prende il suo nome per la caratteristica forma che ricorda un cesto di boccioli di rose, formate da una pasta lievitata arrotolata su se stessa a formare il fiore, ricca di burro e zucchero.

La torta di rose è un dolce decisamente molto d’impatto e bello da portare a tavola ai propri ospiti, che rimarranno di certo conquistato dalla sua morbidezza e dal suo sapore semplice.

Vediamo, quindi, insieme come preparare questo dolce soffice e goloso.

Ingredienti

  • 500 g di farina
  • 120 g di zucchero
  • scorza di un limone
  • 2 uova
  • 100 g di burro
  • 130 ml di latte
  • 1 bustina di lievito di birra
  • 1 bustina di vanillina
  • un pizzico di sale

Ingredienti per farcire

  • 120 g di zucchero
  • 120 g di burro

Come preparare la torta di rose

Per iniziare la preparazione della torta di rose dovete innanzitutto lavare per bene il limone e grattugiarlo. Mettetele da parte in una terrina e ricopritele con un cucchiaino di zucchero semolato.

Fate sciogliere dolcemente il burro in un pentolino, e, in un’altra casseruola, fate scaldate il latte senza portarlo a bollore. Sciogliete il lievito in un po’ di latte tiepido. Setacciate la farina e disponetela in una terrina capiente aggiungendovi poi il lievito sciolto nel latte, lo zucchero, la vanillina, la scorza di limone, le uova, il burro sciolto ed un pizzico di sale. Amalgamate per bene il tutto e aggiungete, poco alla volta, il restante latte tiepido. L’impasto dovrà assorbire completamente il latte e dare vita ad un composto liscio ed omogeneo.

L’impasto ottenuto andrà messo all’interno di una ciotola, coperto con un canovaccio, all’interno del forno spento ma con luce accesa a lievitare per all’incirca 1 ora. L’impasto dovrà raddoppiare il suo volume iniziale. A questo punto proseguite la preparazione dedicandovi alla farcitura.

Farcitura e cottura

All’interno di una ciotola ben capiente o di una planetaria lavorate il burro con le fruste aggiungendo poco alla volta anche lo zucchero. Dovrete ottenere una crema bianca e spumosa.

Una volta che la pasta sarà lievitata perfettamente, stendetela con il mattarello sul piano di lavoro infarinato in modo da ottenere un rettangolo su cui spalmerete la crema in modo uniforme e arrotolate poi l’impasto su se stesso dalla parte più lunga. Tagliate il rotolo ottenuto ricavando una dozzina di dischi di uguale altezza e disponeteli su una teglia foderata con della carta da forno.

I vari rotoli che comporranno la torta di rose andranno messi uno accanto all’altro così che in fase di cottura si fondano tra loro dando origine ad un unico dolce. A questo punto andrà messa a lievitare per un’altra ora circa sempre all’interno del forno spento ma con luce accesa.

Quando avrà nuovamente lievitato sarà pronta per essere messa in forno preriscaldato a 200°C per circa 20 minuti. Il risultato che dovrete ottenere sarà una torta ben dorata in superficie. Fate attenzione, però, a non farla rimanere troppo in forno perchè perderebbe la sua morbidezza e si brucerebbe.

Consigli e varianti della ricetta originale

La torta di rose è un dolce molto amato e classico, ma potete proporla in tante varianti utilizzando come farcitura ad esempio della Nutella o con altre creme a vostra scelta a seconda del risultato finale che volete ottenere.

Torta di rose con crema pasticcera

Una variante ancora più golosa sarà costituita da quella che prevedere come farcitura delle rose al posto della crema al burro della crema pasticcera.

Il risultato finale sarà ancora più goloso e si potrà arricchire ancora di più aggiungendo dell’uvetta.

Torta di rose salata

Anche questo dolce tradizionale mantovano nel tempo ha subito tante modifiche e tante varianti, fino ad arrivare ad una sua versione salata.

Potrete, infatti, arricchire la farcitura con dei salumi e dei formaggi in base ai vostri gusti ed a quelli dei vostri ospiti. Otterrete un risultato davvero perfetto con prosciutto e provola, salame e scamorza o con speck ed emmenthal.

Insomma, le combinazioni possibili sono davvero tantissime.

Torta delle rose bimby

Anche questa ricetta si presta benissimo ad essere preparata utilizzando il Bimby. Dovrete realizzare dapprima l’impasto base. Aggiungete all’interno del boccale tutti gli ingredienti e lavorate a velocità 4 per 3 minuti fino a quando avrete ottenuto un impasto ben elastico ed omogeneo.

Mettete a lievitare per circa 2 ore e dedicatevi, quindi, alla crema al burro, Polverizzate dapprima lo zucchero lavorandolo per 30 secondi a Velocità Turbo e successivamente aggiungete il burro e lavorate il tuttio per 1 minuto a velocità 4.

Con la crema così ottenuta potrete farcire le vostre rose e procedere poi con la composizione del dolce. Procedete, quindi, alla cottura e servite spolverizzando con dello zucchero a velo.

Origini della ricetta

Le origini di questo dolce risalgono alla fine del XV secolo quando venne creata per le nozze tra Isabella d’Este e Francesco II di Gonzaga.

Il dolce ottenne un grandissimo successo tanto che entrò di diritto da quel momento nella cultura gastronomica mantovana e ad oggi è ancora uno dei dolci più consumati e preparati in quella zona d’Italia.

Nel tempo, come abbiamo visto, ne sono state create diverse varianti, in cui a variare sono farcitura e decorazione.

Conservazione della torta

La torta di rose si conserva per un paio di giorni chiusa all’interno di un contenitore ermetico oppure posta sotto una campana di vetro, così da preservarne la morbidezza.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!