Nodini soffici di ricotta e arancia

Ideali a colazione ma anche a merenda questi nodini soffici di ricotta e arancia! Alternativi alle classiche ciambelle di Carnevale sapranno essere apprezzate da grandi e bambini!

Nodini soffici di ricotta e arancia
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Soffici, dal profumo irresistibile d’arancia e dal gusto delicato reso irresistibile dallo zucchero semolato che li ricopre. I nodini soffici di ricotta e arancia sono una vera delizia, uno di quei piatti ai quali è impossibile dire di no sia a colazione che a fine pasto e perchè no anche a merenda.

Un lievitato che ricorda le classiche ciambelle fritte, ma che in questo caso ha un impasto arricchito dalla presenza della ricotta e della scorza d’arancia e una forma molto particolare ed ancora più sbarazzina. Piccoli bocconcini morbidissimi con i quali conquistare tutti in tantissime occasioni, anche a Carnevale, una festa che si sa porta con sè tanti dolci golosissimi e molto particolari. Vediamo, quindi, come si preparano e come si possono portare a tavola arricchendoli ancora di più.

Ingredienti

  • 350 g di farina 00
  • 150 g di ricotta
  • 80 ml di succo d’arancia
  • 50 g di zucchero
  • 5 g di lievito di birra
  • q.b di scorza d’arancia
  • 1 uovo
  • q.b di zucchero

Preparazione

Per preparare i nodini soffici di ricotta e arancia dedicatevi innanzitutto alla ricotta, che dovrete strizzare con un foglio di carta assorbente o con un canovaccio pulito e lasciare a scolare per bene così da eliminare il siero in eccesso.

La ricotta andrà quindi messa in una ciotola o all’interno della planetaria oppure direttamente sul piano di lavoro se intendente impastare a mano. Aggiungete la farina e iniziate a lavorare. Aggiungete quindi il succo e la scorza d’arancia. Per questi due ingredienti seguite alcuni piccoli accorgimenti: utilizzate arance bio che non contengono quindi pesticidi sulla scorza e cercate di non intaccare la parte bianca che con il suo retrogusto amaro renderebbe poco piacevole i vostri dolcetti; per il succo invece ricordate di filtrarlo per eliminare eventuali parti di polpa.

Aggiungete anche lo zucchero e l’uovo ed infine il lievito ed iniziate a lavorare il tutto fino a quando avrete ottenuto un composto ben morbido ed elastico. Riducete il composto in una palla e mettete all’interno di una ciotola precedentemente unta con dell’olio.

Coprite con un canovaccio o con della pellicola e riponete in forno spento ma con luce accesa. In questo modo si crerà un ambiente caldo e senza correnti che consentirà al vostro impasto di aumentare di volume nelle prossime due ore.

Trascorso questo primo tempo di lievitazione riprendete il panetto, spostatelo nuovamente sul piano di lavoro e lavoratelo velocemente. Dividete in piccoli pezzi e formate dei cordoncini di circa 6-7 cm di lunghezza. Realizzate i vostri nodini arrotolando e poi fermando l’estremità dell’impasto con un vero e proprio nodo. La forma può essere più o meno regolare a seconda dei vostri gusti o semplicemente del tempo che avete a disposizione. Anche se la forma non sarà particolarmente curata il risultato finale sarà eccezionale.

Adesso riponete i nodini su dei quadrati di carta da forno e adagiateli su una teglia. Rimettete in forno spento ma con luce accesa a lievitare per un’altra ora. In questo modo, infatti, aumenteranno ancora il loro volume.

E’ il momento della cottura. Mettete a scaldare abbondante olio di semi e portatelo ad una temperatura di circa 180°C così che i nodini possano cuocere alla perfezione, senza dorarsi troppo velocemente all’esterno, rischiando così di rimanere invece crudi all’interno e risultare immangiabili.

Riprendete i nodini e trasferiteli con la carta forno nell’olio bollente. In pochi secondi il foglio di carta si staccherà e potrete rimuoverlo con estrema facilità. Con questo piccolo accorgimento, però, i nodini non dovranno essere toccati per spostarli e quindi non rischierete di deformarli.

Fate friggere 2-3 nodini per volta, non di più, e rigirateli di tanto in tanto così da consentire una doratura ben omogenea.

Una volta pronti scolateli dall’olio, adagiateli su un foglio di carta assorbente e subito dopo, quando sono ancora caldi, passateli nello zucchero semolato, che così si attaccherà su tutta la superficie e renderà i vostri dolci strepitosi.

Nodini soffici di ricotta e arancia

Conservervazione dei nodini di ricotta e arance

I nodini di ricotta e arancia si possono conservare per 2-3 giorni. L’ideale però sarà gustarli ben caldi dopo la loro preparazione o al massimo entro qualche ora.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

Dosate la quantità di scorza e succo di arancia in base al sapore che volete dare. Potete sostituire, se lo preferite, parte del succo d’arancia con del latte intero. Il risultato sarà comunque ottimo. Buonissima anche una variante al limone, sostituendo il succo e la scorza d’arancia con succo e scorza di limone.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!