Pane in cassetta con lievito madre disidratato

Preparare un buon pane in cassetta fatto in casa può sembrare difficile ma con alcuni piccoli accorgimenti sarà davvero facilissimo. Questa versione con lievito madre disidratato è davvero eccezionale, soffice e buonissimo. Scopriamo come procedere passo dopo passo

Pane in cassetta con lievito madre disidratato
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Il piacere del pane con lievito madre fatto in casa è sempre unico, sebbene talvolta per fretta o mancanza di pratica si desista dalla tentazione di prepararlo da soli.

Esistono lavorazioni lente e con tanti passaggi, che danno vita a prodotti unici, ma anche ricette sbrigative il cui risultato non è granchè. Questa è una via di mezzo, estremamente semplice e veloce da un lato, e con qualche accorgimento dall’altro, per ottenere un buon pane senza ammattire in cucina!

Scopriamo, quindi, come si prepara un buon pane in cassetta con lievito madre disidratato.

Ingredienti

  • 250 g di farina manitoba
  • 350 g di farina di tipo 1 macinata a pietra
  • 40 g di lievito madre essiccato
  • 20 g di zucchero
  • 15 g di sale
  • 1/2 cucchiaino di malto d’orzo
  • q.b di semi misti
  • 360 ml di acqua (a temperatura ambiente)

Preparazione

Per preparare il pane in cassetta con lievito madre disidratato predisponete una ciotola capiente oppure quella della planetaria con gancio per impasti.

Mescolate nel recipiente le due farine, il lievito madre disidratato e lo zucchero, sciogliete il mezzo cucchiaino di malto nei 360 ml di acqua e iniziate a versarla nella ciotola impastando a velocità bassa se utilizzate il gancio, altrimenti procedete a mano. Incorporate anche il sale e proseguite ad aggiungere l’acqua un po’ per volta.

Quando sarà terminata l’acqua, valutate la consistenza dell’impasto: se risulta molto duro e poco elastico, preparatevi altri 50 ml di acqua e incorporatela pochissima per volta, lasciandola assorbire durante la lavorazione, finchè la consistenza diventerà leggermente più morbida e lievemente appiccicosa.

A questo punto coprite l’impasto con un canovaccio inumidito o con della pellicola alimentare e lasciate lievitare fino al raddoppio (ci vorranno circa 2 ore a una temperatura media di 25 gradi, il tempo aumenta o diminuisce a seconda che la temperatura ambientale sia più bassa o più alta).

Intanto predisponete uno stampo da plumcake e foderatelo internamente con della carta da forno cercando di fare meno grinze possibili: quando l’impasto sarà raddoppiato di volume, estraetelo dalla ciotola e lavoratelo per sgonfiarlo, poi arrotolatelo su sé stesso facendo un filone e adagiatelo dentro lo stampo, cospargendo la superficie con dei semi misti a piacere. Se non avete lo stampo ponete la pagnotta su una teglia con carta da forno.

Praticate un taglio in superficie e poi coprite il pane con il panno utilizzato in precedenza, lasciando lievitare ancora per circa mezz’ora, o comunque fin quando avrà ripreso visibilmente volume.

Scaldate il forno a 210°C, inserendo all’interno una ciotola con dell’acqua: infornate il pane togliendo la ciotolina e cuocete per circa 30 minuti, poi sfornate e lasciate raffreddare per 10 minuti, poi rimuovere dallo stampo – o dalla teglia – e far freddare su una griglia.

Pane in cassetta con lievito madre disidratato

Conservazione

Il pane in cassetta con lievito madre disidratato si conserva per diversi giorni in un sacchetto per alimenti.

Alice Parretta

I consigli di Alice

Potrete utilizzare le farine che più vi piacciono, una farina 0, una integrale o ai multicereali, vanno bene tutte purché siano farine di forza, ovvero che aiutino la lievitazione e il volume in cottura. Procedete lentamente mentre inserite l'acqua, inizialmente versandone 2/3 tutti insieme e impastando e poi più lentamente qualche goccio per volta, per evitare di inserirne troppa.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!