Pizza con rucola, funghi e provolone

Una buona pizza è sempre l'ideale per una serata in casa o fra amici. Una pizza con rucola, funghi e provolone sarà particolarmente sfiziosa e particolare e anche molto semplice da preparare. Vediamo insieme come procedere

Pizza con rucola, funghi e provolone
Difficoltà
Preparazione
Cottura
3 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La pizza con rucola, funghi e provolone è una variante della classica pizza margherita, da realizzare a casa senza grandi difficoltà. Una portata vegetariana, gustosa e leggera, ideale per chi ama le pizze farcite con ingredienti semplici ma di qualità.

Questa pizza può essere preparata anche da chi non è molto abile in cucina, ottima per una cena fra amici sorseggiando una birra ghiacciata oppure semplicemente una bibita analcolica gassata. Se lo gradite, potete aggiungere anche delle fettine di zucchine grigliate. Vediamo insieme la ricetta.

Ingredienti per l’impasto

  • 350 g di farina tipo 1
  • 150 g di farina 00
  • 25 g di lievito di birra
  • 325 ml di acqua
  • 60 ml di olio extravergine d’oliva
  • 30 g di zucchero
  • 18 g di sale

Ingredienti per condire

  • 500 ml di passata di pomodoro
  • 150 g di funghi champignon
  • 300 g di mozzarella
  • q.b di grana padano
  • 80 g di provola
  • q.b di rucola
  • q.b di sale
  • q.b di origano

Preparazione

Per realizzare la pizza con rucola, funghi e provolone innanzitutto sarà necessario partire dall’impasto, che è un po’ diverso dalla classica pizza napoletana, poichè i tempi di lievitazione sono ridotti e con questa ricetta otterrete una pizza soffice, leggermente croccante da cuocere in teglia.

Prendete una ciotola di grandi dimensioni e all’interno mettetevi le 2 tipologie di farina (se lo gradite, potete utilizzare solo farina di tipo 1 senza aggiungere la farina 00). Miscelate le 2 farine e al centro fate un buco, dove andrete a mettere il lievito di birra fresco. Sciogliete quest’ultimo con un po’ di acqua tiepida e successivamente aggiungete lo zucchero, l’olio extra vergine d’oliva e infine il sale.

Amalgamate tutti gli ingredienti aggiungendo gradatamente tutta l’acqua e, quando otterrete un composto solido e appiccicoso, trasferitelo sul tavolo infarinato e impastate fino a quando otterrete un panetto soffice ed elastico (ci vorranno circa 10-15 minuti). A questo punto rimettete l’impasto nella ciotola infarinata e copritelo con uno strofinaccio umido, infine mettete a lievitare in un luogo caldo per circa 1 ora e mezza.

Trascorso il tempo della prima lievitazione, riprendete l’impasto e dividetelo in 3 panetti della stessa misura. Stendete il primo panetto di impasto con le mani leggermente infarinate e senza utilizzare il mattarello. Trasferite la base di pizza su una teglia ben oleata e conditela con la passata di pomodoro (alla quale avrete precedentemente aggiunto un pizzico di sale, 1/2 cucchiaino di zucchero, olio e una manciata di origano) e ponete nuovamente a lievitare per altri 20 minuti.

Ripetete l’operazione con gli altri 2 panetti di impasto, quindi accendete il forno a 190°C in modalità statica. Quando il forno è ben caldo, infornate la prima pizza e cuocetela a 190-200°C per circa 15 minuti. Cinque minuti prima del termine della cottura, estraete la teglia dal forno e condite la pizza con la mozzarella e i funghi freschi champignon. Infornate nuovamente fino a quando la mozzarella apparirà filante.

Quando la pizza sarà cotta, sfornatela e aggiungete un po’ di Grana Padano grattugiato, un filo d’olio extra vergine d’oliva, una manciata di origano, della rucola fresca e infine il provolone grattugiato in maniera grossolana. Consumate la pizza ben calda.

Pizza con rucola, funghi e provolone

Conservazione

E’ possibile conservare la portata per al massimo 1 giorno dalla preparazione. E’ consigliabile riscaldarla al microonde prima di consumarla.

Giovanna La Barbera

I consigli di Giovanna

Questa pizza è ottima sia per i vegetariani che per gli amanti dei cibi leggeri. Se tuttavia volete arricchirla ulteriormente, potrete aggiungere delle fettine di prosciutto cotto di buona qualità oppure del prosciutto crudo San Daniele. E' comunque consigliabile aggiungere il prosciutto crudo all'ultimo, altrimenti rischierete di cuocerlo. Utilizzate sempre ingredienti freschi e di qualità.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!