Torta Pasqualina al parmigiano

La torta pasqualina è uno dei piatti tipici della Pasqua, ormai conosciuto ed amato in moltissime regioni d'Italia. Questa torta pasqualina al formaggio sarà più particolare e dal sapore ancora più intenso. Vediamo come si prepara

Torta Pasqualina al parmigiano
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La torta Pasqualina è una preparazione tipica della Pasqua, di cui ogni regione e ogni città ha una propria versione e ricetta.

In questa proposta, il guscio di frolla salata è semintegrale e aromatizzato al parmigiano, e il ripieno della torta è arricchito con molto formaggio, ricotta fresca di mucca e spinaci oppure erbette miste.

Prepararla sarà semplicissimo, anche grazie alla frolla salata che potrete stendere subito senza farla raffreddare e potrete avvantaggiarvi cuocendola il giorno prima e lasciandola riposare in frigo: sarà ancora più buona il giorno di Pasqua! Vediamo come preparare la Torta Pasqualina al parmigiano.

Ingredienti per la frolla salata

  • 120 g di farina 00
  • 30 g di farina integrale
  • 80 g di burro
  • 40 g di parmigiano reggiano
  • 1 tuorlo
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 pizzico di bicarbonato

Ingredienti per il ripieno

  • 350 g di spinaci lessati e strizzati
  • 25 g di cipolla rossa
  • 50 g di olio extravergine d’oliva
  • 250 g di ricotta
  • 3 uova
  • 100 g di panna
  • 75 g di parmigiano reggiano
  • 1 uova
  • 50 g di burro
  • q.b di sale
  • q.b di pepe

Preparazione

Per preparare la torta Pasqualina al parmigiano iniziate dalla frolla salata, procedendo come per una normale frolla.

Mischiate insieme il parmigiano con le due farine, il sale e il pepe, il pizzico di bicarbonato e versateli a fontana su una spianatoia: al centro inserite il burro morbido e il tuorlo, amalgamateli e poi incorporate il resto dei secchi, creando il panetto. Potrete subito stenderla, a uno spessore di 4 mm, poi imburrare bene uno stampo del diametro di 20 cm e rivestirlo con la frolla, bucherellando bene la pasta sul fondo e sui bordi. Lasciate in frigorifero e tenete da parte l’avanzo di pasta.

Nel frattempo fate soffriggere la cipolla nell’olio, poi uniteci gli spinaci lessati e ben strizzati per saltarli con sale e pepe. Lasciate raffreddare.

Torta Pasqualina al parmigiano

In una ciotola capiente lavorate la ricotta – preferibilmente quella di mucca fresca e non confezionata, meno ricca di acqua e più saporita – con il parmigiano e le uova, poi uniteci gli spinaci precedentemente tritati e lavorate bene il composto: versatelo nello stampo rivestito con la frolla, fate un incavo al centro e versateci un uovo fresco.

Scaldate il forno a 180°C. Tirate il resto della frolla salata a uno spessore più basso del precedente, poi adagiate la pasta sulla superficie della tortiera e rifinite i bordi togliendo la pasta in eccesso e creando dei fori sulla superficie con la punta di un coltello affilato: ci serviranno in cottura per eliminare l’umidità.

Infornate per i primi 15 minuti nella parte bassa del forno, poi proseguire per circa 20 minuti a metà altezza. Sfornare e lasciar freddare completamente prima di sformarla dallo stampo sul piatto di portata. Servite tiepida.

Torta Pasqualina al parmigiano

Conservazione

La torta Pasqualina al parmigiano si conserva per al massimo 2 giorni.

Alice Parretta

I consigli di Alice

Per ammortizzare i tempi preparate in anticipo frolla e spinaci e conservateli in frigo, così potrete utilizzarli subito al momento della preparazione della Torta Pasqualina. Se aveste solo la ricotta confezionata utilizzatene un po' di più ma lasciatela una notte intera a scolare dentro un colino a maglie strette o in un panno leggero: l'acqua all'interno colerà via e avrete una ricatta meno umida, che vi garantirà una cottura ottimale.

Altre ricette interessanti
Commenti
Rossella Gallori
Rossella Gallori

31 marzo 2018 - 08:23:21

Qui c' è la tradizione, la vogliia di stare insieme con semplicita e amore ..cosa chiedere di più ad una torta salata?

0
Rispondi
Rossella Gallori
Alice Parretta

31 marzo 2018 - 09:57:27

...che sia buona!!! :) Non rimane che provarla!

0