Pastiera salata con provola affumicata e salame

La pastiera napoletana è un dolce molto amato e conosciuto. In questo caso, però, viene proposta in versione salata e risulterà quindi non solo originale ma davvero irresistibile. La pastiera salata con provola affumicata e salame, infatti, non potrà che conquistare davvero tutti. Scopriamo insieme come si prepara

Pastiera salata con provola affumicata e salame
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La Pasqua si avvicina, e dopo la colomba uno dei dolci più tipici di questo peridodo, soprattutto al sud è la pastiera napoletana, dolce realizzato unendo in un guscio di frolla della crema di ricotta, del cedro candito e il grano saraceno precotto, elemento tipico di questa preparazione.

In questa versione, la declinazione è invece salata, quindi un ottimo modo per iniziare, e non terminare, il pranzo di Pasqua: una frolla salata semintergrale con parmigiano e timo, un ripieno al grano saraceno arricchito con provola affumicata e salame e un profumo letteralmente irresistibile!

Ingredienti

  • 180 g di farina 00
  • 80 g di farina integrale
  • 120 g di burro
  • 60 g di parmigiano reggiano
  • 2 cucchiai di timo
  • 2 tuorli
  • 1 uovo medio
  • q.b di sale
  • 1/2 cucchiaino di lievito istantaneo per torte salate
  • 200 g di grano saraceno precotto
  • 100 g di latte
  • 1 cucchiaino di burro

Ingredienti per il ripieno

  • 250 g di ricotta
  • 2 uova medie
  • q.b di pepe
  • 90 g di scamorza affumicata
  • 90 g di salame

Preparazione

Per preparare la pastiera salata con provola affumicata e salame iniziare dalla preparazione della frolla, che poi dovrà riposare.

Unite le due farine col pizzico di sale, il lievito o bicarbonato e il parmigiano, versando tutto su una spianatoia: al centro, inserite burro a temperatura ambiente, timo, tuorli e uovo, iniziando a lavorarli insieme e incorporando progressivamente la farina, fino a che si creerà un impasto uniforme. Modellate il panetto, schiacciatelo e avvolgetelo nella pellicola lasciandolo in frigorifero.

A questo punto, in una casseruola inserite il latte, il grano saraceno precotto e la noce di burro avviando a fiamma media e mescolando di tanto in tanto fino a che il latte sarà statao assorbito dal grano, spengete la fiamma e lasciate riposare (ci vorranno circa 10 minuti).

Intanto, lavorate in una ciotola capiente le uova e la ricotta con il sale e il pepe, inserite il composto di grano e latte tiepido e amalgamate insieme alla provola e al salame precedentemente tagliati a cubetti.

Pastiera salata con provola affumicata e salame

Riscaldate il forno a 180°C. Estraete dal frigo la frolla ormai fredda, e stendete a uno spessore di 4 mm: adagiate la pasta su uno stampo del diametro di 20 cm imburrato e infarinato, togliete quella in eccesso tenendola da parte e forate il fondo e i bordi con i rebbi di una forchetta. Versate all’interno l’impasto poi stendete nuovamente l’avanzo di frolla per creare delle strisce larche circa 2 cm con cui decorerete la superficie alla stessa stregua delle crostate dolci.

Infornate nella parte bassa del forno per 10 minuti, poi alzate la griglia e abbassate la temperatura del forno a circa 150°C, proseguendo la cottura per altri 30-35 minuti.

Estraete e fate freddare completamente a temperatura ambiente, poi mettete in frigo per una notte intera. Il giorno dopo, quando sarà ben fredda, potete sformarla ribaltandola dallo stampo sul piatto di portata.

Pastiera salata con provola affumicata e salame

Conservazione

La pastiera salata con provola affumicata e salame si conserva per al massimo 2 giorni.

Alice Parretta

I consigli di Alice

La ricotta da utilizzare è sicuramente quella fresca del banco e non confezionata: se non la aveste, prendetene 300 grammi di quella confezionata e strizzatela in un panno prima di utilizzarla. Potrete aromatizzare la frolla come più preferite e anche variare il condimento della farcitura cambiando salume o formaggio. La cottura nella parte bassa del forno servirà a garantirvi che il fondo cuocia correttamente e non rimanga umido, soprattutto nel caso in cui usaste una ricotta confezionata o non strizzata.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!