Primi Piatti   •   Al forno

Gnocchi gratinati con cavolfiore e provola affumicata

Gli gnocchi sono un primo piatto amato davvero da tutti e si possono cucinare in mille modi diversi, con la carne, il pesce, in versione vegetariana, di vari formati. Insomma, in qualunque modo mettiate in tavola i vostri gnocchi, saranno sempre un successo!

Gnocchi gratinati con cavolfiore e provola affumicata
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Oggi vi propongo degli gnocchi golosissimi, gratinati in forno con dei cavolfiori ripassati in padella e un succulento strato di provola affumicata.

Un piatto sfizioso, dal sapore deciso e corposo, con la cremosità degli gnocchi, la consistenza croccante dei cavoli e uno strato filante di provola a completare il tutto.

Ingredienti

  • 800 g di patate
  • 280 g di farina 0
  • q.b di sale
  • 1 cavolfiori
  • 1 spicchio di aglio
  • q.b di peperoni cruschi
  • q.b di semola di grano duro integrale rimacinata
  • q.b di olio extravergine d’oliva
  • 1 rametto di rosmarino
  • 4 fette di provola affumicata
  • 2 cucchiai di parmigiano reggiano

Preparazione

Per prima cosa, mettere a lessare le patate con la buccia, in abbondante acqua salata. Se si possiede una pentola a pressione, ovviamente, si risparmia tempo, altrimenti usare il metodo tradizionale. Nel frattempo, si può iniziare a cucinare il cavolfiore: dopo averlo privato delle foglie e del torsolo, lavarlo bene e dividere in cimette. In una pentola con acqua salata e bollente, scottare le cimette per circa 5 minuti. Quindi scolarle e dividere ognuna a metà.

In una padella scaldare olio extravergine di oliva con uno spicchio di aglio e un rametto di rosmarino, e soltanto quando l’aglio inizierà a dorarsi, aggiungere il peperone crusco e le cime di cavolfiore. Saltare per circa 5 minuti finché il cavolo non sarà dorato in maniera omogenea. In questo passaggio, usare sempre la fiamma al minimo perché se il peperone crusco dovesse bruciarsi o scurirsi, diventerebbe molto amaro.

Mettere da parte i cavolfiori e, se le patate sono morbide, scolarle e privarle della buccia. Su una spianatoia di legno, distribuire una parte della farina e su di essa, iniziare a ridurre le patate con uno schiacciapatate. Una volta finita questa operazione, aggiungere un po’ di sale, unire il resto della farina ed iniziare a impastare velocemente. L’impasto degli gnocchi non va ammassato come la pasta fresca, altrimenti tira fuori l’amido e diventa sempre più appiccicoso, quindi l’importante sarà aver incorporato bene la farina e non avere pezzetti di patate ancora integri.

Quando l’impasto è pronto, ricavare dei filoncini e tagliare tanti gnocchi. Si possono lasciare lisci, o passarli al rigagnocchi, a vostro piacimento. Man mano che create i vostri gnocchi, metteteli su un vassoio di catone con della semola rimacinata, così non si attaccheranno tra loro. Quindi mettere a bollire l’acqua salata in una pentola ampia e lessare gli gnocchi tirandoli via non appena saliranno a galla. Tenete una tazzina di acqua di cottura, all’occorrenza.

A questo punto, scolarli e passarli due minuti nella pentola con i cavolfiori, ricordandoci di togliere il peperone crusco e lo spicchio di aglio. Una volta insaporiti gli gnocchi, versare tutto in una pirofila e aggiungere due cucchiai di parmigiano e un giro di olio. Se necessario, allungare con un goccino di acqua di cottura degli gnocchi. Quindi infornare a 200° per 7/8 minuti alla funzione grill e coprire con le fette di provola affumicata soltanto l’ultimo minuto.

Annalisa D'incecco

I consigli di Annalisa

Prima di lessare gli gnocchi, versate un cucchiaio raso di olio di semi nell'acqua della pentola. Questo eviterà che si attacchino tra loro in cottura. Per una versione vegana o senza formaggio, potete omettere il parmigiano e la provola, ma aggiungerete un po' di olio evo in superficie prima di infornare.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!