Primi Piatti   •   Al forno

Il pastiere (torta di pasta)

Una ricetta che non ha bisogno di piatti e posate per essere consumato. Vi presento il pastiere, piatto tipico della regione Campania, un piatto unico e bello da vedere, oltre che gustoso e anche sfizioso.

Il pastiere (torta di pasta)
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Questa specie di torta di pasta è il richiamo alla mia infanzia, grazie a mia nonna, che me lo faceva trovare pronto in forno e ogni volta per me era una gioia.

Una torta di pasta a base di salumi e formaggio che per tradizione si preparava per il Carnevale, nel giorno del Martedì Grasso, l’ultimo giorno secondo la religione cristiana dove si consuma la carne prima dell’inizio della Quaresima, che avviene il Mercoledì del giorno seguente. Un’altra tradizione che vuole il Pastiere come protagonista è nel giorno di Sant’Antonio Abate protettore degli animali che ricorre il 17 gennaio.

Sono molti i tagli di pasta che possono essere usati per questa ricetta, dalle Reginette, alle Candele, agli Ziti e perfino Rigatoni, Tortiglioni e Paccheri rigati, una sorta di svuota pacchetti di pasta rimasta.

Ingredienti

  • 1 kg di reginette
  • 5 uova
  • 150 g di parmigiano reggiano
  • 200 g di salame
  • 150 g di guanciale
  • 1/2 bicchiere di latte intero
  • q.b di pepe
  • q.b di olio extravergine d’oliva
  • q.b di sale

Preparazione

La realizzazione del Pastiere è molto semplice. Per iniziare mettiamo sul fuoco una pentola di acqua e portiamo a bollore aggiungendo un pizzico di sale grosso; subito caliamo in acqua le nostre Reginette che dovranno cuocere fino a che diventino abbastanza molli (a pappone diciamo).

Una volta cotta la pasta la scoliamo, ma non del tutto, deve rimanerci un po’ di acqua di cottura, quindi riportare così le Reginette nuovamente in pentola.

A fuoco spento, aggiungiamo il latte, il parmigiano, il pepe nero, le uova intere e mescolare bene con un cucchiaio di legno, fino a rendere l’impasto omogeneo e cremoso, dopodichè aggiungere il salame e il guanciale, entrambi tagliati a dadini, e aggiustare di sale.

Ora prendete una tortiera antiaderente a bordi alti, versate abbastanza olio e incominciate a farla roteare finche l’olio non scivoli anche sui bordi; deve essere unta per bene. Dopo questo passaggio mettere in forno preriscaldato a 180° e far riscaldare un pochino l’olio.

A questo punto tirare fuori la tortiera dal forno e buttateci dentro tutto l’impasto e aggiustare con un cucchiaio di legno, aggiungere una spolverata di parmigiano e infornare, lasciando cuocere per 30 minuti.

Trascorso il tempo, verificare se il pastiere sia compatto e sodo in modo da staccarsi facilmente dalla tortiera, e con l’aiuto di un coperchio giriamo il nostro pastiere e infornare per altri 10 minuti a grill. Sfornare e servire tagliato a pezzi.

Sabrina Forina

I consigli di Sabrina

Per avere un pastiere un po' più leggero, senza troppo olio in cottura, usate la carta da forno leggermente unta per foderare la tortiera, sarà anche più facile girarlo. Un altro consiglio è quello di usare il salame tipo Napoli, d'altronde è un piatto tipico campano. Un altro consiglio riguarda una versione per bimbi; meglio mettere dadini di prosciutto cotto o wurstel, al posto dei salumi troppo pepati, sarà una bontà per i più piccini. Ottimo consiglio è di consumare il pastiere freddo, si taglia meglio ed è perfetto per i vostri pic-nic, feste a buffet o uno svuota frigo.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!