Penne all’arrabbiata

Le penne all'arrabbiata sono un primo piatto facile e veloce da realizzare ma dal sapore intenso e ben piccante. Ecco la ricetta ed alcune varianti utili

Penne all’arrabbiata
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Le penne all’arrabbiata sono un primo piatto dal sapore inconfondibile. L’origine delle penne all’arrabbiata ci porta nella zona di Roma, ma ormai si tratta di un piatto amato in tutto il mondo e che rappresenta la cucina italiana, di cui raccoglie molti degli ingredienti fondamentali.

Le penne all’arrabbiata sono un primo piatto molto veloce da realizzare ma il risultato è decisamente sfizioso il che rende questo primo adatto a tantissime occasioni, anche a chi non ha molto tempo per dedicarsi a preparazioni troppo lunghe. Vediamo, quindi, come preparare le penne all’arrabbiata.

Ingredienti delle penne all’arrabbiata

  • 400 g di penne
  • 100 g di pecorino grattugiato
  • 400 g di pomodoro o di pelati
  • 2 spicchi d’aglio
  • 2 peperoncini
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Prezzemolo q.b.

Pasta-allarrabbiata-54830

Preparazione

Per iniziare la preparazione delle penne all’arrabbiata dovete partire dal sugo, che costituisce l’elemento più importante del piatto. Per fare questo avrete bisogno di pomodoro ben maturo oppure di pomodori pelati. Nel primo caso dovete andare a prendere i pomodori, lavarli, togliere il picciolo e andare ad eliminare la buccia esterna.

Per fare questo i pomodori andranno sbollentati in abbondante acqua calda portata ad ebollizione per qualche secondo per esser poi messi in acqua ghiacciata. In questo modo eliminare la buccia esterna sarà estremamente facile e vi consentirà di non eliminare anche parte della polpa dei pomodori.

A questo punto eliminate tutta la buccia e poi, servendovi di un tagliere e di un coltello ben affilato, andate a tagliare il pomodoro in cubetti piccolini non prima di aver eliminato i semi all’interno del pomodoro. Se invece volete snellire la preparazione potete utilizzare per preparare le penne all’arrabbiata della polpa di pomodoro già pronta in pezzi, che andrà messa direttamente a soffriggere in padella.

Prendete una padella ben capiente, versatevi abbondante olio e l’aglio. Potete decidere se lasciare l’aglio intero oppure se andare a tritarlo molto finemente. In quest’ultimo caso potete utilizzare un apposito schiaccia aglio. Decidete in base ai vostri gusti.

Fate soffriggere per bene il tutto e poi aggiungete il pomodoro. Salate e fate iniziare la cottura. A questo punto prendete il peperoncino e tritatelo molto finemente. Fate molta attenzione in questo fase. Il  peperoncino, infatti, non è solo piccante quando viene mangiato ma può risultare nocivo anche se questo viene messo a contatto con il naso o gli occhi. Fate quindi attenzione a non toccarvi gli occhi dopo aver maneggiato il peperoncino. Lavate prima molto accuratamente le mani.

Aggiungete anche il peperoncino al pomodoro e continuate a fare saltare fino a quando il pomodoro non si sarà appassito per bene. Mentre il sugo continua a cuocere dedicatevi alla cottura delle penne.

Composizione del piatto

Prendete una pentola ben capiente e riempitela d’acqua. Quando l’acqua sarà arrivata ad ebollizione salate ed aggiungete le penne, che andranno lasciate al dente perché continueranno a cuocere poi con il sugo in padella.

È importante sempre fare molta attenzione alla cottura della pasta, quando questa deve poi essere saltata in padella. Una pasta troppo cotta, infatti, risulterebbe poco piacevole da mangiare. Questa accortezza va seguita anche nella preparazione delle penne all’arrabbiata.

Quando la cottura della pasta sarà quella desiderata potete scolarla ed andarla a versare nella padella con il sugo. Fate saltare le penne e fate continuare la cottura per un altro paio di minuti. Mentre aspettate dedicatevi al prezzemolo.

Il prezzemolo nella preparazione di questo piatto deve essere tritato molto finemente. Utilizzate, quindi, un coltello ben affilato, una mezzaluna oppure un mixer se volete snellire questa operazione. Grazie al mixer, infatti, in pochissimi secondi avrete un prezzemolo tritato molto finemente.

Aggiungete, quindi, il prezzemolo alle vostre penne e continuate a fare saltare per qualche altro minuto. Adesso aggiungete anche il pecorino grattugiato e fate saltare ancora aggiungendo un altro filo di olio extravergine d’oliva.

A questo punto le vostre penne all’arrabbiata sono pronte per essere portate a tavola quando sono ancora calde. Un primo piatto perfetto per chi ama i cibi ben piccanti e per chi ha voglia di mangiare un piatto tipico della tradizione.

Un piatto di sicuro successo che verrà apprezzato tantissimo dai grandi. I piccoli, infatti, non apprezzano molto i cibi troppo speziati.

Consigli e varianti

Si tratta di un un primo piatto tipico per la loro piccantezza. A seconda dei vostri gusti, quindi, potete decidere quanto deve essere piccante. Se siete amanti dei cibi molto piccanti potete anche abbondare con il peperoncino. Decidete in base ai vostri gusti ed a quelli dei vostri ospiti.

Utilizzate per la preparazione di questo piatto delle penne rigate in maniera tale che il sugo si attacchi meglio alla pasta.

La ricetta originale delle penne all’arrabbiata prevede l’aggiunta del pecorino, ma per chi non lo amasse potete decidere di aggiungere del semplice parmigiano reggiano grattugiato, che darà un sapore meno intenso alla vostra preparazione.

Il formaggio, inoltre, nella preparazione delle può esser aggiunto in fase di mantecatura oppure può essere aggiunto direttamente sul piatto prima di consumare. Decidete anche in questo caso secondo i vostri gusti.

Si tratta di un primo piatto molto classico, ma per chi non le apprezzasse o per i più piccoli che no amano i cibi troppo piccanti e per rimanere in tema di ricette tipiche del Lazio potete preparare degli spaghetti alla carbonara o degli spaghetti all’amatriciana.

Penne all’arrabbiata con pancetta

Aggiungendo della pancetta alla preparazione di questo piatto otterrete una variante davvero strepitosa. Se l’avete a disposizione potete realizzare delle penne all’arrabbiata Bimby in pochi minuti e con minor fatica.

Penne all’arrabbiata: ricetta calabrese

Questa variante della ricetta romana prevede l’suo del peperoncino fresco, di pomodorini, cipolla, aglio ed origano. Per una versione ancora più gustosa e particolare si può aggiungere anche del salame. Il risultato sarà davvero strepitoso.

Conservazione delle pasta all’arrabbiata

Le penne all’arrabbiata sono ottime da consumare ben calde ed appena preparate, ma se lo desiderate si possono anche conservare in frigorifero per massimo due giorni, se però vengono chiuse all’interno di un contenitore ermetico oppure coperte con della pellicola. Le penne andranno poi rimaneggiate in padella con dell’olio extravergine d’oliva e del pecorino perché ritrovino la loro bontà ed il loro gusto.

Potete farle soffriggere un po’ in padella così da andare a donare alle vostre penne una crosticina davvero golosa, che verrà molto apprezzata dai vostri ospiti. Se lo desiderate potete preparare una quantità di penne superiore a quella di cui necessitate per andare a maneggiarla in padella il giorno dopo. Il risultato in fatti è un primo molto gustoso.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!