Penne rigate alla pizzaiola con capperi e origano

La pasta alla pizzaiola è un primo piatto molto semplice e veloce da preparare, perfetto per tante occasioni diverse. Queste penne rigate alla pizzaiola con capperi e origano hanno una marcia in più data da pochi e semplici ingredienti ma che rendono il piatto ancora più gustoso. Ecco la ricetta e tanti consigli utili

Penne rigate alla pizzaiola con capperi e origano
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Le penne rigate alla pizzaiola con capperi e origano sono un primo piatto facile e veloce da preparare, ideale soprattutto quando si deve portare in tavola qualcosa di buono e saporito che piaccia proprio a  tutti, anche ad ospiti inaspettati che suonano alla porta.

Il punto forte di questa ricetta sta nella scelta degli ingredienti: semplici e gustosi che rievocano le tradizioni della cucina italiana. L’aggiunta, poi, dei capperi e dell’origano rende il piatto ancora più saporito e stuzzicante per il palato.

Vediamo insieme come si preparano.

Ingredienti

  • 320 g di penne
  • 500 ml di passata di pomodoro
  • q.b di cipolle
  • q.b di origano
  • q.b di sale
  • q.b di capperi
  • 1 foglia di basilico
  • 125 g di mozzarella
  • q.b di parmigiano reggiano
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva

Preparazione

Iniziate la preparazione delle penne rigate alla pizzaiola con capperi e origano preparando il sugo che vi occorrerà per condire la pasta.

In una pentola versate i 2 cucchiai di olio extravergine di oliva e la cipolla (che avrete precedentemente mondato e tagliato finemente) e lasciate andare per un paio di minuti circa sul fornello a fiamma vivace finchè la cipolla non si sarà imbiondita.

A questo punto aggiungete la passata di pomodoro, aggiustate di sale e allungate con un bicchiere di acqua (aggiungetene di più se ritenete che così sia troppo denso).

Aggiungete al sugo anche l’origano, i capperi e la foglia di basilico, coprite con un coperchio e fate cuocere per 20 minuti circa, facendo attenzione che il sugo non si addensi molto.

Nel frattempo cuocete in abbondante acqua salata le pennette rigate, scolatele al dente (poiché termineranno la cottura in forno) e dopo averle rimesse nella pentola conditele con un po’ di sugo e la mozzarella sminuzzata.

Versate un mestolo di sugo nella teglia, versate la pasta, coprite con un altro mestolo di sugo, spolverate con una generosa manciata di parmigiano e cuocete in forno ventilato a 250 gradi per 10 minuti circa.

Non appena si sarà formata una bella crosticina sulla pasta togliete le vostre penne rigate alla pizzaiola con capperi e origano dal forno e dopo averle impiattate servitele pure in tavola ancora fumanti.

Penne rigate alla pizzaiola con capperi e origano

Conservazione

Le penne alla pizzaiola si conservano per al massimo un giorno ma andranno ripassate in padella con un filo d’olio prima di servirle nuovamente.

Angela Solazzo

I consigli di Angela

Se avete problemi di intolleranza al lattosio potete utilizzare la mozzarella senza lattosio, o in alternativa la mozzarella di bufala. Potete anche cambiare il formato della pasta scegliendone uno di vostro gusto: elicoidali, fusilli, etc. Se volete che la pasta rimanga umida anche dopo la cottura in forno accertatevi di aver aggiunto sugo a sufficienza.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!