Primi Piatti   •   Sfiziosi e veloci   •   Vegetariano   •   Vegano

Pici con le briciole

Un primo piatto semplice e super goloso ma facile da preparare. I pici con le briciole sono un piatto tipico della Toscana, super buono e invitante. Scopriamo insieme come procedere passo dopo passo

Pici con le briciole
Difficoltà
Preparazione
Cottura
2 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

I pici sono un tipo di pasta fresca tipico della zona della Valdichiana; anche se ormai si trovano un po’ in tutta la Toscana, è qui che risiede la loro origine. Sono fatti a mano, con una semplice pastella di acqua e farina, rigorosamente senza uova.

La loro consistenza rimane mediamente morbida, appena gommosa, e la loro caratteristica è l’irregolarità e la sezione non perfettamente circolare, garanzia del fatto che siano stati fatti a mano.

La tradizione li vuole conditi con un sugo di pomodoro all’aglione (un particolare tipo di aglio, dal sapore dolce non invasivo che si coltiva in Valdichiana), con cacio e pepe, o con briciole croccanti, come in questo caso.

Vediamo insieme come preparare questi pici con le briciole.

Ingredienti

  • 240 g di farina 0
  • 60 g di pane raffermo
  • q.b di acqua
  • q.b di sale
  • q.b di pepe
  • q.b di olio extravergine d’oliva

Preparazione

Disponete la farina a fontana sulla spianatoia, aggiungete circa 1/2 cucchiaino di sale e versate al centro un po’ di acqua. Iniziate ad impastare con la forchetta e continuate ad aggiungere acqua fino ad avere un impasto consistente ma non duro, che non si appiccichi alle dita.

Iniziate allora a lavorarlo con le mani per almeno 5 minuti, poi avvolgetelo nella pellicola alimentare e fatelo riposare circa mezz’ora a temperatura ambiente.

Trascorso questo tempo, stendete metà dell’impasto con il matterello ottenendo un rettangolo di circa 1 cm di spessore. Tagliatene una striscia sottile e lavoratela con un palmo delle mani, rotolandola sulla spianatoia per dargli forma cilindrica e al tempo stesso tirandola verso le estremità per allungarla. Lo spessore finale dei pici, prima della cottura, dovrà essere di massimo 2-3 mm. Proseguite fino ad esaurimento dell’impasto, poi stendete la seconda porzione di pasta e fate lo stesso.

Mano a mano che realizzate i pici disponeteli su di un vassoio coperto con un canovaccio pulito, spolverato con semola rimacinata per non farli attaccare. Tritate il pane al mixer ricavandone grosse briciole e eliminando la parte troppo fine.

Riscaldate 4 cucchiai di olio in una padella antiaderente e rosolatevi le briciole per 4-5 minuti. Lessate i pici in abbondante acqua salata per circa 5 minuti, scolate e versateli nella padella con le briciole. Saltate per un minuto e servite caldi. Aggiungete pepe a piacere.

Conservazione

I pici con le briciole vanno consumati caldi al momento della preparazione.

Alice Del Re

I consigli di Alice

I pici sono una pasta rigorosamente fresca e fatta a mano, quelli che si trovano spesso in commercio, secchi e regolari, non hanno nulla a che vedere con gli originali e sono piuttosto simili a degli spessi spaghetti. Questo piatto è naturalmente vegano, come molti piatti della nostra tradizione contadina. Se volete arricchirlo potete aggiungere del parmigiano o del pecorino grattugiato subito prima del consumo.

Altre ricette interessanti
Commenti
Laura Filippi
Laura Filippi

21 novembre 2019 - 14:16:40

Ho vissuto per qualche anno in Toscana ed i pici sono uno dei piatti che ho amato di più

0
Rispondi