Ravioli di fichi e pecorino con burro, salvia e granella di nocciole

I ravioli sono sempre ottimi da proporre a pranzo, anche in occasioni formali e particolari. Per stupire i propri ospiti dei ravioli di fichi e pecorino con burro, salvia e granella di nocciole saranno davvero l'ideale. Scopriamo insieme come prepararli al meglio

Ravioli di fichi e pecorino con burro, salvia e granella di nocciole
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Quando è tempo di fichi ci chiediamo spesso come utilizzarli in maniera insolita e speciale. Ecco i ravioli di fichi e pecorino. Con un po’ di dedizione alla preparazione avrete un primo piatto di sicuro effetto, dal sapore unico e vincente.

Il sapore dolce del fico si sposa alla perfezione con la sapidità del pecorino e il condimento semplice con burro e salvia esalterà ogni sapore e ogni profumo. Ricco di calcio, di zucchero, di vitamine e sopratutto di prebiotici, sostanze che migliorano la digestione, questo frutto si presta a essere consumato anche con abbinamenti insoliti come questo, dando ai primi piatti un colore e un gusto decisamente invitanti. Vediamo la ricetta e come prepararli.

Ingredienti per la pasta

  • 2 uova
  • 200 g di farina 00

Ingredienti per il ripieno

  • 200 g di ricotta
  • 200 g di pecorino
  • 3 fichi
  • 2 cucchiai di timo
  • q.b di sale
  • q.b di pepe

Ingredienti per condire

  • 50 g di burro
  • 5 foglie di salvia
  • 2 cucchiai di granella di nocciole

Preparazione

Per preparare i ravioli di fichi e pecorino con burro, salvia e granella di nocciole cominciate col preparare l’impasto di base. Mettete la farina a fontana su un piano da lavoro, meglio se un tagliere di legno, e sgusciate al centro le uova. Cominciate a incorporare la farina con una forchetta  e poi continuate impastando fino a formare un panetto liscio ed elastico. Copritelo con della pellicola da cucina e fate riposare 30 minuti in frigorifero.

Nel frattempo in una ciotola mettete i fichi tagliati e schiacciateli con una forchetta. Aggiungete la ricotta, il pecorino grattugiato, il timo, il sale e il pepe. Mescolate fino ad amalgamare tutti gli ingredienti.

Prendetela la pasta. Infarinate bene un tavolo da lavoro. Stendete, sempre infarinandola bene, la pasta con un mattarello fino ad avere una sfoglia abbastanza sottile. Ovviamente, se avete la macchinetta per la sfoglia ancora meglio, vi faciliterà il lavoro.

Con un coppapasta o un bicchiere tagliate dei cerchi di circa 6 cm di diametro. Mettete nel centro un po’ di crema e chiudeteli bene, cercando di sigillare i bordi in ogni punto. Se volete facilitarvi potete sovrapporre al disco con la farcia uno identico sopra e chiuderlo con i rebbi di una forchetta, dando la tipica decorazione.

Andate avanti fino a esaurimento della pasta e del ripieno. Fate bollire dell’acqua in una pentola, salate e mettete i ravioli a cuocere per circa 5 minuti. Mentre i ravioli cuociono in un pentolino mettete a sciogliere il burro insieme alla salvia fino a che il burro non prenderà una colorazione nocciola. Scolate i ravioli, conditeli col burro fuso, decorate con la granella di nocciole e una spolverata di pecorino grattugiato.

Ravioli di fichi e pecorino con burro, salvia e granella di nocciole

Conservazione

I ravioli di fichi e pecorino con burro, salcia e granella di nocciole vanno consumati subito dopo la preparazione. 

Elena Grassi

I consigli di Elena

Per fare i ravioli consiglio di comprare uno stampino per ravioli, verranno perfetti e sigillati alla perfezione. Ne esistono di tutti i tipi e varie misure, anche di plastica molto economici. Utilizzate un pecorino molto salato per contrastare la dolcezza del fico. Potete anche congelare i ravioli appena fatti prima su un vassoio, in modo che non si attacchino e poi metterli in un sacchetto da freezer. Vi salveranno quando non avrete voglia di cucinare.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!