Rigatoni con crema di cavolfiore, zafferano e sgombro sott’olio

Preparare dei primi piatti che sappiano stupire i propri ospiti spesso non è semplice. Con dei rigatoni con crema di cavolfiore, zafferano e sgombro sott'olio il successo sarà assicurato. Un piatto semplice da preparare ma di sicuro successo. Ecco la ricetta

Rigatoni con crema di cavolfiore, zafferano e sgombro sott’olio
Difficoltà
Preparazione
Cottura
2 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

I rigatoni con crema di cavolfiore, zafferano e sgombro sott’olio sono un primo piatto molto semplice, economico e pieno di gusto, indicato per un pranzo in famiglia e ottimo se accompagnato da un calice di vino bianco.

Si tratta di una variante della classica “Pasta con i vròcculi arriminati”, un primo piatto povero della tradizione palermitana, nella quale sono state sostituite le acciughine sott’olio con i filetti di sgombro. Lo zafferano conferisce colore ed un aroma unico al piatto e la delicatezza del cavolfiore rende questa portata cremosa e davvero appetitosa. Vediamo dunque come si prepara questa ricetta.

Ingredienti

  • 160 g di rigatoni
  • 200 g di cavolfiori
  • 1/4 di cipolla
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 1/2 bustina di zafferano
  • 80 g di sgombri sott’olio
  • q.b di sale

Preparazione

Realizzare i rigatoni con crema di cavolfiore, zafferano e sgombro sott’olio è piuttosto semplice: per prima cosa lavate con cura il cavolfiore e dividetelo in cimette. Mettete sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata e non appena raggiunge il bollore tuffate il cavolfiore e lessatelo per circa 15 minuti.

Quando il cavolfiore sarà al dente, scolatelo e lasciatelo intiepidire. A parte tritate finemente la cipolla e mettetela in un pentolino capiente insieme ad un mestolino d’acqua e una foglia di alloro. Stufate dolcemente la cipolla e quando l’acqua sarà stata assorbita del tutto aggiungete l’olio extravergine d’oliva e fate soffriggere la cipolla.

A questo punto unite in cavolfiore precedentemente schiacciato con una forchetta e fatelo rosolare a fiamma vivace per qualche istante, quindi aggiungete lo zafferano sciolto in 2-3 cucchiai d’acqua calda, mescolate con cura e lasciate insaporire il condimento ancora per qualche minuto. A cottura ultimata, togliete il pentolino dal fuoco e unite lo sgombro sott’olio sminuzzato.

Procedete infine con la cottura della pasta: cuocete i rigatoni in abbondante acqua salata, scolateli al dente e conditeli con la crema di cavolfiore e lo sgombro. Versate la pasta nei piatti da portata, quindi completate con qualche cucchiaio di crema di cavolfiore e con lo sgombro a filetti.

Rigatoni con crema di cavolfiore, zafferano e sgombro sott’olio

Conservazione

Questa portata va consumata ben calda e non è quindi possibile conservarla successivamente. Il condimento, però, può essere conservato in frigorifero per al massimo 1 giorno dalla preparazione.

Giovanna La Barbera

I consigli di Giovanna

Un primo piatto della tradizione culinaria siciliana rivisitato e piuttosto semplice da realizzare; scegliete sempre ingredienti freschi, preferibilmente a "chilometri zero". Se lo gradite, potete aggiungere al soffritto dell'uva passa e una manciata di pinoli (come è previsto nella ricetta tradizionale) e/o sostituire il formato di pasta con i classici bucatini.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!