Primi Piatti   •   Risotti   •   Vegetariano

Riso venere con asparagi, mandorle e capperi

La ricetta vegetariana di oggi prevede la preparazione di un risotto alquanto diverso rispetto ai soliti. Ho usato il riso venere, una varietà pregiata creata in Italia e con importanti proprietà benefiche per la salute

Riso venere con asparagi, mandorle e capperi
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Ecco la ricetta per preparare il risotto con asparagi, mandorle e capperi, un primo piatto adatto per chi segue un regime alimentare vegetariano. Ho utilizzato il riso venere che è ricco di vitamine, antiossidanti, minerali e altri nutrienti utili alla salute del nostro organismo.

Possiamo considerarlo quindi un ottimo integratore naturale. Oltre al riso venere ho usato gli asparagi raccolti questa mattina con una sbriciolata di mandorle e capperi.

Ingredienti

  • 200 g di riso venere
  • 40 g di mandorle
  • 200 g di asparagi
  • 2 cucchiai di capperi
  • 20 g di burro
  • 40 g di parmigiano reggiano
  • 50 g di scamorza
  • q.b di olio extravergine d’oliva
  • q.b di sale

Preparazione

Come prima cosa cuocete il riso venere per i minuti che la confezione vi indica. Al termine della cottura mantecate il riso con il parmigiano reggiano e il burro.

Nel frattempo che il riso continua a cuocersi, prendete gli asparagi, eliminate la parte del gambo più dura e la restante parte pelatela con un pela verdure così da renderla più morbida e riducetela in piccoli pezzi. Mentre le cime cercate di lasciarle intatte perchè serviranno per la decorazione finale del piatto. Una volta tagliati gli asparagi, lessateli in acqua salata per 5 minuti circa.

Dopodichè passate a tritare le mandorle in modo da ridurle in una granella grossolana (non deve diventare una polvere di mandorle) e, in una padella antiaderente, fatele tostare con un filo di olio extra vergine d’oliva, unite i capperi e gli asparagi appena cotti.

Fate insaporire il tutto per qualche minuto. Alla fine aggiungete il riso venere mantecato con il burro e il parmigiano e versateci la scamorza tagliata a cubetti. Lasciate cuocere per altri pochi minuti, giusto il tempo che la scamorza si possa sciogliere, continuando a mescolare il tutto.

Potete ora passare all’impiattamento. Prendete un coppapasta e versateci all’interno una porzione di riso, fate pressione con un cucchiaio per renderlo compatto. Togliete il coppapasta con delicatezza e infine guarnite il piatto con le cime di asparagi lessate e conservate in precedenza.

Riso venere con asparagi, mandorle e capperi

Antonella Convertini

I consigli di Antonella

Questo piatto può essere servito sia caldo che freddo, può infatti diventare una squisita insalata di riso venere da servire fredda ai vostri ospiti. Un altro consiglio che posso darvi è di pensare agli ingredienti che preferite, conosco molte persone a cui non piacciono i capperi, quindi potete benissimo evitare di metterli se non li gradite. Infine questa ricetta può essere modificata per andare incontro anche per chi segue una dieta vegana. Potete infatti sostituire il parmigiano e il burro per la mantecatura con del tofu vellutato ed eliminare la scamorza alla fine.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!