Spaghetti con pesto di pomodori secchi, acciughe e philadelphia

Con un buon piatto di spaghetti con pesto di pomodori secchi, acciughe e philadelphia porterete a tavola una ventata di gusto. Un primo piatto decisamente gustoso ma anche semplice da preparare. Ecco la ricetta ed alcuni consigli utili

Spaghetti con pesto di pomodori secchi, acciughe e philadelphia
Difficoltà
Preparazione
Cottura
2 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Gli spaghetti con pesto di pomodori secchi, acciughe e philadelphia sono unp di quei primi piatti sfiziosi e veloci che abbinano ingredienti all’apparenza inconciliabili ma che in realtà si valorizzano a vicenda.

Le acciughe donano sapore al pesto di pomodorini secchi e l’aggiunta del philadelphia a freddo smorza un po’ i gusti donando cremosità e freschezza. La spolverata di granella di mandorle alla fine rende il tutto più gustoso e croccante.

Adatta in qualsiasi periodo dell’anno e davvero semplice da preparare, perfetta per un pranzo veloce da servire alla propria famiglia. Vediamo, quindi, come preparare questo piatto.

Ingredienti

  • 200 g di spaghetti
  • 50 g di pomodori secchi
  • q.b di basilico
  • q.b di mandorle
  • 10 acciughe sott’olio
  • q.b di olio extravergine d’oliva
  • q.b di sale
  • q.b di pepe
  • 40 g di philadelphia

Preparazione

Per prima cosa per preparare gli spaghetti con pesto di pomodori secchi, acciughe e philadelphia ci si occupa della preparazione del pesto di pomodori secchi. 

Necessari sono i pomodori secchi, non sott’olio, ma in confezione: lasciarteli a bagno con acqua calda per circa mezz’ora. Dopodiché strizzateli accuratamente; quindi tritaterli in un mixer insieme alle mandorle tostate, al basilico, ed all’olio extravergine d’oliva, un pizzico di sale e pepe. Non tritate il tutto troppo finemente, ma lasciate il composto leggermente grossolano. Non esagerate nemmeno con l’olio: se necessario lo aggiungerete nel momento in cui la pasta andrà risaltata in padella e condita con il pesto.

Nel frattempo mettete a bollire una pentola con abbondante acqua e al momento dell’ebollizione salate e buttate la pasta. In una padella mettete un filo d’olio extra vergine d’oliva, scaldate leggermente e versate le acciughe. Mescolate bene finchè non si viene a creare un sughetto omogeneo. A questo punto versate il pesto di pomodori secchi precedentemente creato e lasciate amalgamare e scaldare.

Quando la pasta sarà cotta, scolatela al dente e versatela nella padella con il condimento. Mescolate bene, aggiungete un filo d’olio, un pizzico di pepe e se necessario  dell’altro pesto di pomodori secchi. Con un cucchiaio preparate delle palline di philadelphia da adagiare sopra la pasta.

Impiattate gli spaghetti, aggiungete il philadelphia e una spolverata di granella di mandorle. Servite calda ai vostri ospiti.

Spaghetti con pesto di pomodori secchi, acciughe e philadelphia

Conservazione

Gli spaghetti al pasto di pomodori secchi, acciughe e philadelphia si conservano per al massimo un giorno. Il pesto si conserva per diversi giorni in frigorifero.

Francesca Cerolini

I consigli di Francesca

Consiglio di preparare il pesto di pomodori secchi per più volte; infatti è possibile conservarlo in frigo per qualche giorno in un barattolino di vetro o congelarlo in freezer. Consiglio di utilizzare i pomodorini secchi non sott'olio in quanto hanno un sapore meno forte e più adatto per una preparazione di un sugo. Accompagnate il piatto con un buon calice di vino.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!