Spaghetti risottati con pancetta e zafferano

Gli spaghetti risottati con pancetta e zafferano sono un primo piatto molto sfizioso e particolare, con una preparazione diversa dal solito. Ecco la ricetta ed alcuni consigli utili

Spaghetti risottati con pancetta e zafferano
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Gli spaghetti risottati con pancetta e zafferano sono un primo piatto sfizioso, un modo diverso di gustare la pasta. Il metodo di cottura è quello che si utilizza per fare il classico risotto solo che in questo caso verrà messa a crudo della pasta per poi essere cotta con del brodo vegetale.

Il risultato vi lascerà senza parole e vi permetterà di fare un’ottima figura con la vostra famiglia o con degli amici se deciderete di organizzare un pranzo o una cena. Pochi semplici ingredienti per degli spaghetti risottati con pancetta e zafferano da leccarsi i baffi.

Vediamo, quindi, insieme come preparare questo piatto.

Ingredienti

  • 300 g di spaghetti
  • 200 g di pancetta affumicata
  • 1 cipolla
  • 1 bustina di zafferano
  • q.b di olio extravergine d’oliva
  • q.b di brodo vegetale
  • q.b di grana padano

Preparazione

Preparare gli spaghetti risottati con pancetta e zafferano è facilissimo.

Per prima cosa preparate il brodo vegetale che vi servirà per la preparazione. Proseguite poi pulendo e tagliando a cubetti piccoli la cipolla, poi mettete in una padella a sponde alte un goccio di olio extravergine di oliva, il trito di cipolla e i cubetti di pancetta e fate rosolare a fiamma vivace finché non saranno abbrustoliti. Metteteli da parte in una ciotolina.

A questo punto nella stessa padella senza pulirla mettete la pasta, spaghetti o anche corta tipo penne e aggiungete un mestolo di brodo vegetale, la bustina di zafferano e girate bene con un cucchiaio di legno facendo proseguire la cottura aggiungendo altro brodo quando vedete che il liquido sta per terminare.

Proseguite così fino a cottura della pasta. Il procedimento è lo stesso che si utilizza per preparare il risotto.Quando la pasta sarà al dente ed il brodo risulterà assorbito allora aggiungete la pancetta cotta precedentemente, amalgamate bene e servite subito ben calda. A piacere spolverate con grana.

In alternativa potete preparare degli spaghetti tonno e limone o degli spaghetti alla carbonara.

Conservazione

Gli spaghetti con pancetta e zafferano si conservano per al massimo un giorno.

Sabrina Giorgi

I consigli di Sabrina

Oltre agli spaghetti potete utilizzare qualsiasi altro tipo di pasta anche quella corta tipo i fusilli o le penne. Potete anche rendere il piatto vegetariano utilizzando delle verdure come zucchine o piselli oppure potete arricchirla aggiungendo oltre al grana dei cubetti di scamorza affumicata che con il calore si scioglieranno formando quei filamenti sempre molto invitanti.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!