Fonduta di formaggio all’italiana

La fonduta di formaggio all'italiana è un piatto goloso e facile da preparare. Ecco la ricetta, la variante francese e con cosa si mangia

Fonduta di formaggio all’italiana
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Le fonduta di formaggio all’italiana viene realizzata durante il periodo invernale per accompagnare tantissimi piatti ma anche per inzuppare del pane.

Si tratta di una preparazione solitamente realizzata nel Nord Italia, in particolare in Valle d’Aosta o in Piemonte ma anche in molte zone della Svizzera ed a seconda della zona in cui viene preparato il piatto subisce delle modifiche, utilizzando ad esempio formaggi italiani o formaggi francesi.

La preparazione è semplice, realizzata con ingredienti spesso a nostra disposizione, utilizzando fontina o groviera oppure formaggi misti ma che darà vita ad un risultato finale davvero strepitoso e che potrà essere proposto in tante varianti diverse, così da mettere d’accordo proprio tutti.

Vediamo, quindi, come fare la fonduta di formaggio ed alcuni consigli utili per un risultato perfetto.

Ingredienti

  • 350 g di fontina
  • 220 ml di latte
  • 2 tuorli
  • 35 g di burro
  • q.b di pane

Preparazione

Per preparare la fonduta di formaggio all’italiana dovete innanzitutto dedicarvi al formaggio, ovvero alla fontina. Se lo desiderate, però, potete utilizzare i formaggi che più preferite, ad esempio delle groviera oppure formaggi misti a vostra scelta così da realizzare una fonduta più particolare e più vicina vostri gusti. Per una fonduta valdostana tipicamente italiana la fontina sarà perfetta. Nulla vieta, però, di poter letteralmente sperimentare in cucina e creare gli abbinamenti che più si preferiscono.

La fontina andrà ridotta in fette e successivamente in cubetti. Fatto questo prendete il latte ed aggiungetelo all’interno di un pentolino dove dovrete aggiungere anche la fontina a fiamma spenta. Fate riposare il tutto per circa un’ora ed intanto dedicatevi al pane. Solitamente la fonduta di formaggi può essere utilizzata per accompagnare delle carne o del pesce ma molto più spesso viene utilizzata per essere consumata con il pane dando vita ad un vero e proprio secondo piatto.

Il vostro pane, quindi, dovrà essere ridotto in quadratini che dovrete passare in padella con un filo d’olio oppure messi in forno a scaldare così da brustolirsi e diventare ben croccanti. Utilizzate del pane bianco o del pane ai cereali e integrale, a seconda dei vostri gusti. Poi utilizzando una forchetta andrete ad immergere i cubetti di pane nella vostra fonduta.

Prendete a questo punto una pentola con dell’acqua e mettete a bagnomaria una pentola più piccola dove dovrete aggiungere il burro. Quando questo si sarà sciolto alla perfezione potete aggiungere anche la fontina, che avrete privato del latte in cui l’avete tenuta a bagno. Fate andare il tutto per una decina di minuti mescolando continuamente così che la fontina possa sciogliersi ed a parte dedicatevi ai tuorli, che dovrete sbattere con le fruste.

L’ideale è servire la fonduta in una particolare pentola chiamata caquelon, che consente di poter mantenere in caldo la fonduta e di conseguenza di mantenere il formaggio ben morbido. In alternativa potete però utilizzare anche delle terrine in ceramica, che vi consentiranno di trattenere più a lungo il calore.

Fonduta di formaggi misti

Le varianti possibili per questo piatto sono davvero tantissime. Potete, infatti, decidere di sostituire la fontina con del groviera o con dell’emmenthal oppure potete decidere di utilizzare i tre formaggi insieme dando vita ad una variante tipicamente svizzera che utilizza tutti e tre i formaggi, quindi emmenthal, fontina e groviera. Il risultato finale sarà davvero ottimo e vi consentirà di poter stupire i vostri ospiti.

Fonduta-di-formaggi

Con cosa si mangia la fonduta di formaggio?

Come detto precedentemente la fonduta può essere consumata in tanti modi diversi. Quello più comune prevede l’uso del pane abbrustolito che viene immerso con una forchetta all’interno della fonduta. Se lo desiderate, però, potete utilizzare anche questa fonduta per accompagnare degli altri piatti. In alternativa sarà ottimo anche l’uso della patata. Delle patate andranno lessate e poi immersr nella fonduta. Il risultato sarà davvero strepitoso!

Conservazione

La fonduta di formaggio va consumata ben calda subito dopo la sua preparazione. Si può conservare per al massimo un paio di giorni e prima di esser nuovamente servita ai vostri ospiti andrà scaldata così da poter ottenere un risultato davvero perfetto e fare in modo che il formaggio si fonda di nuovo.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

Se lo desiderate potete realizzare questo stesso piatto senza uova, utilizzando soltanto il formaggio fuso ed il burro. Il risultato finale sarà comunque ottimo ma dovrete consumare il piatto quando è davvero molto caldo per evitare che il formaggio si rapprenda molto presto. In ogni caso otterrete un piatto di sicuro successo.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!