Polpo in umido con pomodoro

Il polpo in umido con pomodoro è un secondo piatto molto goloso, che con qualche attenzione in più sarà anche facile da preparare. Ecco la ricetta e la variante con pentola a pressione

Polpo in umido con pomodoro
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Il polpo in umido è un secondo piatto di pesce facile e veloce da preparare. Si tratta di un piatto la cui difficoltà particolare sta nell’individuare la giusta cottura del polpo oltre alla pulizia di questo pesce, che deve essere attenta e scrupolosa.

Si tratta però di un vero e proprio evergreen che si può proporre ai propri ospiti in tante occasioni diverse, ad esempio accompagnando il polpo in umido con patate oppure con polenta.

Le verdure e i condimenti con cui poter arricchire questo piatto sono davvero tantissime ed in più potete decidere se realizzare una versione in bianco senza pomodoro oppure se giocare con le spezie e le erbe aromatiche per dare un sapore ancora più interessante al polpo.

Vediamo, quindi, insieme come preparare il polpo in umido ed alcuni consigli utili per un risultato perfetto.

Ingredienti

  • 1 kg di polpo
  • 300 ml di passata di pomodoro
  • 2 spicchi di aglio
  • q.b di vino bianco
  • q.b di olio extravergine d’oliva
  • q.b di sale
  • q.b di pepe
  • q.b di prezzemolo

Preparazione

Preparare il polpo in umido con pomodoro è molto più semplice di quanto ci si potrebbe aspettare. Come detto inizialmente è importante però pulire il polpo in modo accurato.

Bisogna innanzitutto sciacquare a lungo le ventose così da eliminare eventuali impurità e residui di sabbia che rovinerebbero quindi il piatto finito e poi bisognerà eliminare la sacca, gli occhi ed il becco, ovvero la bocca del polpo. Fatta questa operazione bisogna sciacquare nuovamente il polpo in abbondante acqua fredda corrente così da essere certi di avere un polpo pulito alla perfezione.

Se volete rendere la preparazione di questo piatto più veloce volete quindi omettere la pulizia del polpo potete acquistarne uno già pulito. Una volta pulito il polpo andrà ridotto in tocchetti e messo all’interno di una casseruola insieme ad un po’ di olio extravergine d’oliva. Se usate, invece, dei polpo piccoli dovrete lavarli tutti accuratamente e potrete cuocerli interi. Dopo un paio di minuti sfumate con il vino bianco e fate evaporare il tutto a fiamma viva per qualche minuto.

A questo punto potete aggiungere la passata di pomodoro ed aggiustare di sale e pepe. Coprite con un coperchio e fate proseguire la cottura per almeno 30 minuti a fiamma bassa. Una volta passato questo lasso di tempo, quando il polpo sarà cotto potrete cospargere con del prezzemolo tritato molto finemente così da rendere il pollo in umido ancora più sfizioso e particolare.

Varianti

Come detto inizialmente le varianti possibili di questo piatto sono davvero tantissime. Ad esempio, potete creare una variante senza pomodoro, aggiungendo ad esempio dei piselli.

Polpo in umido con polenta

Il sapore deciso del polpo si sposa benissimo con quello più neutro della polenta. Potrete, quindi, preparare la classica polenta da accompagnare al polpo in umido che con il suo sugo si sposa benissimo con la consistenza invece più cremosa della polenta.

Se lo desiderate, però, sarà anche un’ottima alternativa aggiungere che le patate alla preparazione. Le patate andranno lavate, sbucciate e ridotte in cubetti che dovrete aggiungere all’interno della casseruola insieme al polpo. In mezz’ora circa avrete una polpo con patate davvero buonissimo da poter servire ai vostri ospiti.

Polpo e patate, infatti, si sposano alla perfezione insieme e danno vita ad un piatto davvero strepitoso, che si presta benissimo anche per delle situazioni più formali.

Cottura in pentola a pressione

Se volete ridurre i tempi di cottura potete utilizzare la pentola a pressione. In questo modo, quindi, avrete un polpo perfettamente cotto in soli 15 minuti di cottura. Il risultato finale sarà davvero strepitoso.

Polpo-in-umido

Conservazione

Ilpolpo in umido si conserva per al massimo un paio di giorni in frigorifero all’interno di un contenitore ermetico. L’ideale, però, è consumare questo piatto subito dopo averlo realizzato così da poter apprezzare al meglio la consistenza ed il sapore del polpo.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

Le possibilità per arricchire questo piatto sono davvero tantissime. Dovrete, però, prestare particolare attenzione si tempi di cottura del polpo, che possono variare a seconda delle dimensioni del polpo utilizzato. Quindi regolateli in base al prodotto che avete a vostra disposizione ed alla grandezza dei tocchetti che avete realizzato. Solo in questo modo eviterete che il polpo diventi duro e gommoso e di conseguenza poco piacevole da consumare. Se lo desiderate potete aggiungere al posto della passata della polpa oppure dei pomodorini ridotti in quarti.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!