Polpo lesso: tempo e metodi di cottura

Del polpo lesso è ottimo da consumare semplicemente con un po' di succo di limone ma sarà anche la base per insalate e tantissimi piatti diversi. Scopriamo quindi il tempo di cottura ideale e come cuocerlo alla perfezione

Polpo lesso: tempo e metodi di cottura
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Il polpo è un ingrediente molto diffuso ed amato, che viene preparato per tantissimi piatti diversi, come ad esempio un’insalata di mare o del semplice polpo e patate. Per piatti del genere, però, è importante capire come cucinare il polpo lesso alla perfezione, quali metodi si possono usare, le tecniche migliori per renderlo morbido e non gommoso. Con una base eccellente le ricette a base di polpo bollito da poter realizzare sono davvero tantissime.

Se seguirete alcune piccole accortezze darete vita a piatti sempre deliziosi, anche partendo da del polpo congelato. Scopriamo quindi tutti i consigli per un polpo perfetto.

Ingredienti

  • 1 kg di polpo
  • q.b di olio extravergine d’oliva
  • 2 limoni
  • 1 spicchio di aglio
  • q.b di prezzemolo

Come preparare il polpo lesso

La prima cosa che bisogna fare è mettere all’interno di una pentola dai bordi alti abbondante acqua. Aggiungetevi lo spicchio d’aglio, il limone in pezzi ed il prezzemolo. Un filo d’olio e portate l’acqua al bollore.

Per un polpo lesso perfetto dovrete partire dalla sua pulizia. Dovrete, innanzitutto, lavarlo accuratamente sotto acqua fredda corrente, togliere quindi gli occhi ed il becco  e ripulire nuovamente per eliminare piccole impurità.

Quando l’acqua inizia a bollire prendete il polpo, afferrandolo per la testa, e immergetelo nell’acqua bollente tenendo la testa fuori. Tirate su il polpo ed immergete di nuovo i tentacoli. Ripetete questa operazione per 2-3 volte. In questo modo, infatti, i tentacoli del polpo si arricceranno ed avranno un aspetto ancora migliore.

Adesso immergete completamente il polpo e fate proseguire la cottura per circa 40 minuti coprendo con un coperchio.Cottura del polpo bollitoI tempi di cottura del polpo sono un elemento importantissimo da tenere inconsiderazione. Far cuocere troppo il polpo, infatti, renderebbe la sua carne stopposa e gommosa. Il tempo precedentemente indicato, infatti, si riferisce ad un polpo di 1 kg di peso.

Se, invece, utilizzate dei polpi più piccoli i tempi si ridurranno, arrivando anche ad una ventina di minuti. Quindi sappiate bene valutare i tempi in base alla materia prima che avete a vostra disposizione. solo in questo modo otterrete sempre un risultato perfetto.

Trascorso il tempo di cottura, dovrete estrarre il polpo dall’acqua e fare una prova per testare la cottura. Inserite una forchetta alla base della testa: se questa entra senza particolare ostruzione sarà segno che il polpo ben cotto e quindi potrà essere consumata.

Qualora invece notaste un po’ di resistenza fate proseguire la cottura per qualche altro minuto e ripetete la stessa operazione.Verificata la cottura tenete il polpo nella sua acqua di cottura per circa 15 minuti. Adesso potete ridurlo in pezzi ed utilizzarlo per le vostre ricette.

Polpo-bollito-pentola-a-pressione

Polpo lesso con patate

Dopo aver cotto il polpo potete accompagnarlo a delle patate lesse. Queste potranno essere ridotte in cubetti o in fette e servite insieme al polpo condendo con olio, sale, pepe e prezzemolo. Il polpo alla luganega, ad esempio, sarà un’ottima idea per gli amanti del connubio polpo e patate.

Polpo bollito congelato

Se non avete del pesce fresco a disposizione e volete utilizzarne di congelato ciò non vi impedirà di ottenere un ottimo risultato comunque.

Dovrete prendere il polpo dal freezer e lasciarlo a temperatura ambiente per diverse ore. Se avete intenzione di cuocere il polpo la mattina tenete a temperatura ambiente già dalla sera prima. Tenetelo all’interno di uno scolapasta, direttamente nel lavandino così che i liquidi derivanti dallo scongelamento scivolino via.

L’indomani mattina, quindi, dopo circa 10-12 ore, potrete procedere con la pulizia e la cottura come indicato precedentemente.

Polpo bollito con pentola a pressione

Si sa che la pentola a pressione ci aiuta molto nell’abbattere i tempi di cottura. Anche inq uesto caso darà ottimi risultati e ci farà ottenere una carne molto tenera e succosa.

Aggiungete all’interno della pentola profumi ed odori e portate ad ebollizione. A questo punto immergete il polpo e fate proseguire la cottura chiudendo la pentola per circa 15 minuti.

A cottura ultimata la carne del vostro pesce sarà morbidissima, perfettamente cotta e pronta per essere trasformata in tante golosissime ricette.

Conservazione del polpo bollito

Il polpo si conserva per alcuni giorni in un contenitore ermetico riposto in frigorifero. Tenuto a temperatura ambiente per circa un’ora potrà essere condito e accompagnato da tanti altri ingredienti o usato come base per tanti piatti.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

Aromatizzate l'acqua in cui cuocere il polpo in tanti modi diversi. Potete ad esempio usare anche della cipolla o altri aromi a vostro piacimento. Questo dipende anche dal piatto che intendete preparare. Il polpo lesso però sarà ottimo da consumare anche solo con un po’ d’olio e del succo di limone.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!