Totani ripieni in umido

I totani ripieni in umido sono un piatto tra i più classici a base di pesce, che saranno perfetti in tantissime occasioni. Ecco la ricetta e tanti consigli utili

Totani ripieni in umido
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Per un secondo piatto di pesce gustoso e ricco i totani ripieni in umido saranno davvero l’ideale. Si tratta, infatti, di un piatto che si prepara molto facilmente ma che riscuote sempre un grandissimo successo. Una ricetta molto semplice, con pochi e semplici ingredienti ed un sughetto davvero delizioso di pomodoro, che ricorda i classici calamari ripieni. Cosa chiedere di più?

Questo piatto sarà perfetto in ogni periodo dell’anno, viene cotto in padella senza accendere il forno e si cuoce in pochi minuti.

Vediamo, quindi, come realizzare questo piatto ed alcuni consigli utili per un risultato davvero perfetto e molto goloso.

Ingredienti

  • 1 kg di totano
  • 100 g di pangrattato
  • 400 g di polpa di pomodoro
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 cucchiaio di capperi
  • q.b di vino bianco
  • q.b di sale
  • q.b di pepe
  • q.b di olio extravergine d’oliva

Come preparare i totani ripieni

La prima cosa da fare per realizzare questa ricetta è dedicarsi alla pulizia dei totani. Come prima cosa dovrete eviscerarli per bene e poi sciacquarli accuratamente sotto acqua fredda corrente. In questo modo, infatti, potrete eliminare tutti i residui che, rimanendo all’interno della sacca, rovinerebbero il risultato finale.

Rimuovete i tentacoli e riduceteli in piccoli pezzi, tenendoli momentaneamente da parte.

Ripieno dei totani

Adesso dedicatevi agli ingredienti che formeranno il ripieno che farcirà i vostri totani. Come prima cosa all’interno di una padella ben capiente mettete a scaldare dell’olio extravergine d’oliva con uno spicchio d’aglio. Aggiungete dopo un minuto circa i tentacoli ridotti in pezzi precedentemente e fate andare per un minuto circa.

Sfumate con il vino bianco e fate evaporare per bene prima di aggiungere gli altri ingredienti. Solo in questo modo, infatti, riuscirete a non dare una nota alcolica troppo pronunciata al piatto, che rovinerebbe il risultato finale. Adesso aggiungete i capperi, che avrete dissalato, un po’ di concentrato di pomodoro, sale e pepe. Continuate a mescolare in modo tale da formare un sughetto. Se necessario aggiungete un paio di cucchiai di acqua calda.

E’ il momento di aggiungere il pangrattato e mescolare costantemente in modo tale da formare un composto sabbioso abbastanza omogeneo. Fate proseguire la cottura per qualche minuto.Quando il pangrattato avrà assunto un colorito dorato potete spegnere la fiamma e mettere da parte.

Riprendete, quindi, i totani e farcite le sacche con il composto appena preparato. Richiudete con degli stuzzicadenti così da fermare all’interno la farcitura. Continuate in questo modo fino a quando avrete farcito tutti i totani a vostra disposizione. Adesso che avete terminate potete passare alla cottura in padella.

Cottura dei totani ripieni

Riprendete una padella e mettete a scaldare uno spicchio d’aglio. Fate andare per un minuto ed aggiungete, quindi, i totani ripieni e fate andare per qualche minuto rigirandoli continuamente. Sfumate con altro vino bianco ed aggiustate con del pepe. Adesso aggiungete la polpa di pomodoro, aggiustate di sale e pepe in base ai vostri gusti e coprite con un coperchio. Fate proseguire la cottura per circa 15 minuti.

I tempi di cottura potranno variare in base alla grandezza dei totani utilizzati. Servite ai vostri ospiti con del prezzemolo tritato se lo preferite o un filo d’olio extravergine d’oliva a crudo.

Totani-in-padella

Totani ripieni in bianco

Se non gradite la presenza del pomodoro potete decidere di realizzare una variante in bianco di questo piatto. Il ripieno rimarrà il medesimo ma potrete aggiungere solo dei pomodorini per sporcare leggermente il piatto.

In alternativa, però, potete omettere del tutto la presenza del pomodoro e aggiungere solo del prezzemolo tritato alla fine della preparazione. Il piatto che otterrete sarà comunque molto goloso e particolare.

Totani ripieni al sugo

Al posto della polpa di pomodoro potete utilizzare del sugo di pomodoro o della passata. La preparazione rimarrà la medesima ed anche in questo caso il sugo andrà aggiunto ai totani in padella.

Coprite con un coperchio e fate proseguire la cottura per qualche altro minuto.

Totani alla ligure

La versione alla ligure di questo piatto prevedete nel ripieno anche dei filetti di acciuga, da aggiungere subito all’olio in padella, e delle olive taggiasche, che dovrete dapprima ridurre in piccoli pezzi e poi aggiungere in padella insieme agli altri ingredienti.In questo caso potete omettere la presenza del concentrato di pomodoro e tenere, quindi, un ripieno in bianco.

Conservazione dei totani

I totani ripieni si conservano per al massimo un paio di giorni in frigorifero all’interno di un contenitore ermetico. Prima di servire il piatto a tavola dovrete ripassarlo in padella per qualche minuto.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

E' importante prestare attenzione ai tempi di cottura. I totani, infatti, rischierebbero di diventare gommosi e poco piacevoli da consumare se la cottura venisse prolungata troppo a lungo. Per il ripieno potete anche aggiungere delle olive verdi in pezzi o dell'uvetta precedentemente ammorbidita in abbondante acqua per qualche minuto. Il risultato sarà ancora più ricco.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!