Brasato al Barolo

Il Brasato al Barolo è un secondo piatto della tradizione piemontese dal sapore intenso e molto corposo, adatto per i giorni di festa o per occasioni particolari. Vediamo come realizzarlo passo dopo passo ed alcune alternative altrettanto gustose

Brasato al Barolo
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Il brasato al Barolo è una ricetta piemontese dal sapore molto ricco e sofisticato, adatto ai periodi più freddi dell’anno ma anche nei giorni di festa.

E’un piatto realizzato con della carne di bovino cotta con del barolo, vino tipico del Piemonte, e delle verdure. Il risultato è un piatto davvero molto buono e gustoso e servirlo ai propri ospiti è sempre garanzia di un grandissimi successo.

Vediamo, quindi, come preparare un ottimo brasato al Barolo.

Ingredienti

  • 1 kg di carne di manzo
  • 1 bottiglia di Barolo
  • 3 carote
  • 2 coste di sedano
  • 1 cipolla
  • 2 spicchi d’aglio
  • 4 foglie d’alloro
  • 60 g di burro
  • pepe q.b.
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale q.b.

Brasato-di-manzo-al-vino-rosso-27070

Come preparare il brasato al Barolo

Per iniziare la preparazione del brasato al Barolo dovete partire proprio dal vostro tocco di carne, che andrà fatto marinare in una terrina insieme al Barolo ed alle verdure indicate in ricetta tagliatele a tocchetti. La carne dovrà rimanere a macerare per all’incirca 12 ore così che si insaporisca per bene. Coprite la ciotola con della pellicola trasparente perché gli aromi non si disperdano e la carne non assorba altri eventuali odori del vostro frigo.

Trascorse le 12 ore di tempo la carne andrà tolta dalla ciotola e asciugata con della carta assorbente così da eliminare i residui in eccesso. Fatto questo la carne andrà messa in una casseruola insieme al burro ed all’olio così che si rosoli per bene su tutta la superficie, per cui rigirate la carne più volte durante questa prima fase. Adesso dedicatevi alle verdure della marinatura, che dovrete scolare e mettere a cuocere insieme alla carne. Dopo circa 20 minuti aggiungete anche il vino della marinatura, che avrete scaldato leggermente al microonde o in una pentola così che non rallenti la cottura.

Continuate la cottura del brasato circa 2 ore a fiamma molto bassa. La cottura di questo piatto deve essere molto lenta. Dopo due ore la carne sarà cotta per cui toglietela dal fuoco e mettetela a freddare su un piatto di portata. Nel frattempo con un mixer frullate le verdure ed il barolo e rimettete sul fuoco così da fare addensare quella che diventerà la salsa di accompagnamento del vostro brasato.

Il brasato al Barolo a questo punto è pronto per cui non resta che tagliarlo in fette di medio spessore e servirle ai vostri ospiti accompagnando con la salsa che avete appena preparato.

Brasato-al-barolo-27070

Consigli e varianti

Il brasato al Barolo è un piatto molto particolare e dalla preparazione lunga. Se ne avete necessitò potete anche allungare la marinatura senza compromettere la riuscita del piatto. Se non avete del Barolo potete anche utilizzare un altro vino rosso, magari meno costoso.

Brasato al barolo in pentola a pressione

La pentola a pressione è molto utile nella preparazione di piatti dalla lunga cottura. Anche questo piatto, quindi, potrà essere realizzato utilizzando la pentola a pressione, dimezzando quasi i tempi di cottura della carne, certi però di avere un risultato davvero perfetto, succoso e con una carne cotta alla perfezione.

In circa 35-40 minuti otterrete una carne cotta a puntino, perfetta da servire insieme al suo stesso liquido di cottura ed accompagnando con il contorno che più preferite. Ottime delle verdure ma anche della polenta.

Carne per brasato: di manzo o di bovino?

Per la preparazione di questo piatto potete scegliere il taglio e la tipologia di carne che più preferite.

Solitamente si utilizza la carne di manzo dal momento che per qursta ricetta l’ideale è scegliere delle carni non troppo magre perchè altrimenti, a fine cottura, risulterebbero dure e stoippose.

Se avete a vostra disposizione unt aglio più magro potete aggiungere un po’ di lardo o di pancetta nella preaprazione perchè rilascino un po’ di grasso in fase di cottura. Il risultato sarà una carne più tenera e golosa.

Quale vino usare?

Per questa ricetta abbiamo usato del Barolo, ma sono tanti i tipi di vino rosso che si possono usare per la preparazione di un buon brasato.

Scegliete, quindi, quello che più preferite in base al risultato finale che volete ottenere ed a quanto volete rendere intenso il sapore della vostra carne. In questo modo, infatti, non potrete che stupire davvero tutti.

Conservazione del brasato

Il brasato al Barolo si conserva per al massimo due giorni se coperto con della pellicola trasparente o se chiuso all’interno di un contenitore ermetico.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!