Arancini mignon con zucca, prosciutto cotto e scamorza

Se siete amanti della zucca non potete perdere questi arancini migon con zucca, prosciutto cotto e scamorza. Il loro sapore particolare e il loro ripieno filante le rendono perfette per un aperitivo, anche per una festa di Halloween vista la stagionalità della zucca. Scopriamo insieme come procedere passo dopo passo nella preparazione di questo piatto

Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Gli arancini di riso sono sicuramente tra gli antipasti più amati e preparati per un buffet di antipasti o per accompagnare un aperitivo. Si tratta di una preparazione così versatile che potrà essere realizzata in moltissime varianti diverse. Ad esempio, gli arancini mignon con zucca, prosciutto cotto e scamorza saranno un antipasto sfizioso e originale, ideale da servire durante un buffet oppure come antipasto per una cena in famiglia. Un’idea esclusiva, inoltre, da proporre per un buffet di Halloween, per stupire i propri ospiti.

Si tratta di una variante ispirata alle classiche arancine siciliane al burro, arricchite con la zucca (ortaggio tipicamente autunnale) e scamorza. Prepararle è abbastanza semplice, sarà tuttavia necessario seguire tutti i vari passaggi, al fine di ottenere un ottimo risultato. Vediamo dunque la ricetta.

Ingredienti

  • 280 g di riso
  • 400 g di zucca
  • 80 g di prosciutto cotto
  • 100 g di scamorza
  • 1/2 cipolla
  • 5 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 700 ml di brodo vegetale
  • 1 bustina di zafferano
  • 2 cucchiaini di burro
  • 2 cucchiai di grana padano
  • 300 g di pangrattato
  • 300 ml di acqua
  • 2-3 cucchiai di farina 00
  • q.b di sale

Preparazione

Per realizzare le arancine mignon con zucca, prosciutto cotto e scamorza sarà innanzitutto necessario preparare un semplice risotto alla zucca: pulite quindi quest’ultima eliminando la buccia e i filamenti interni (dovrà pesare 400 g al netto degli scarti). Tagliate la zucca a cubetti non troppo piccoli e tenete momentaneamente da parte.

Tritate finemente la cipolla e trasferitela in una pentola a sponde alte; aggiungete l’olio extravergine d’oliva e fate soffriggere dolcemente la cipolla. Non appena quest’ultima apparirà dorata, unite il riso e fatelo tostare per un paio di minuti. A questo punto aggiungete anche la zucca a cubetti e mescolate con cura.

Bagnate il risotto con 5-6 mestoli di brodo vegetale ne quale avrete sciolto una bustina di zafferano in polvere, mescolate con cura e lasciate cuocere il tutto a fiamma medio bassa per circa 10 minuti. Quando il riso risulterà al dente e il brodo sarà stato assorbito del tutto, togliete la pentola da fuoco e aggiungete 2 noci di burro e i cucchiai di Grana Padano grattugiato fresco. Mescolate energicamente, affinchè il burro e il formaggio si sciolgano.

Come ultimo passaggio, aggiungete il prosciutto cotto sminuzzato e versate il risotto su un vassoio piuttosto grande; spargetelo bene e attendete che si raffreddi completamente. Nel frattempo tagliate la scamorza a dadini e dopo preparate la pastella per le arancine mignon: in una ciotolina mettete 300 ml di acqua a temperatura ambiente e 2-3 cucchiai di farina. Con una frusta sciogliete bene la farina, evitando la formazione di grumi.

Quando il riso sarà freddo, con le mani umide prelevate una piccola parte di riso e al centro fate un piccolo incavo, dove andrete a mettere qualche cubetto di scamorza. Chiudete con cura formando una piccola pallina di riso, quindi ripetete l’operazione fino ad esaurimento degli ingredienti. Con queste dosi otterrete circa 20-21 arancinette mignon.

Quando le palline di riso saranno tutte pronte, passatele velocemente dapprima nella pastella e poi nel pangrattato. Per ottenere una panatura più croccante, ripetete questa operazione 2 volte. Non appena tutte le arancine mignon sono pronte, friggetele in abbondante olio di semi di girasole. Quando saranno perfettamente dorate, scolatele su carta assorbente da cucina.

Consumate le arancine mignon ben calde, per gustarne il filante ripieno.

Arancini mignon con zucca, prosciutto cotto e scamorza

Conservazione

Questa portata può essere conservata in frigorifero per al massimo un giorno dalla preparazione, in alternativa potrete surgelarle (non fritte).

Giovanna La Barbera

I consigli di Giovanna

Per ottenere della arancinette come quelle del bar, è importante scegliere una tipologia di riso che si mantenga sempre al dente (ad esempio Roma). Se lo preferite, potete sostituire la classica scamorza con quella affumicata. Assicuratevi che la panatura delle arancine mignon sia compatta e che l'olio di semi sia ben caldo durante la cottura.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!