Sgonfiotti stracchino e salvia

Gli sgonfiotti stracchino e salvia sono originali e molto semplici da realizzare, perfetti per un antipasto. Ecco la ricetta

Sgonfiotti stracchino e salvia
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Pochissimi ingredienti per questi sgonfiotti stracchino e salvia dall’antipasto morbidissimoa e gustoso.

Una rivisitazione di questa ricetta per renderla più leggera, facile da preparare e velocissimia Abbinati ai salumi o alle verdure regalano un alternativa al pane o ai crostini.

In questo caso abbiamo usato una farina autolievitante ma potete usare della farina normale e aggiungere del lievito disidratato. La salvia dona uno sprint in più alla preparazione e, se è vero che è una pianta che guarisce tutti i mali, porterà insieme ai vostri sgonfiotti il buonumore alla nostra tavola.

Vediamo, quindi, insieme come prepararl.

Ingredienti

  • 220 g di farina autolievitante
  • 180 g di stracchino
  • 6 foglie di salvia
  • q.b di olio di semi
  • q.b di acqua

Preparazione

Per preparare gli sgonfiotti stracchino e salvia lavorate a crema il vostro stracchino con una forchetta , potete farlo anche in planetaria usando le fruste, unite un pochino di acqua e stemperate il tutto.

Aggiungete la farina e impastate con un cucchiaio, o con il gancio se usate la planetaria, unendo acqua fino a che il composto avrà raggiunto una constistenza collosa e filamentosa. Prendete un tagliere e tagliate la salvia al coltello molto finemente e unitela all’impasto.

Coprite con la carta di alluminio e fate riposare 40 minuti. Non preoccupatevi se non vedrete la lievitazione, questa avverrà durante la cottura. Passato questo tempo prendete una pentola alta e stretta  e riempitela di olio. Con l’aiuto di due cucchiai prendete la pasta e tuffatela nell’olio bollente.

Aiutatevi bagnando i cucchiai con dell’acqua se il composto risultasse difficile da far cadere nell’olio, ma attenzione agli eventuali schizzi. Quando avranno assunto una colorazione dorata e si saranno ben gonfiati scolate i vostri sgonfiotti e asciugateli su carta per fritture o scottex. Salateli leggermente e serviteli con salumi o verdure grigliate.

In alternativa potete preparare dei crostini di polenta o delle frittelle di ricotta, per un’alternativa dolce.

Conservazione

Gli sgonfiotti stracchino e salvia si conservano per al massimo un giorno.

Elena Grassi

I consigli di Elena

Prendete uno stracchino di buona qualità e se potete usate della salvia fresca e profumata. Rivisitando la ricetta originale che prevedeva l'uso delle uova e del parmigiano reggiano risulta molto più leggera e digeribile, cosa non da poco visto che si parla della portata che aprirà il nostro pasto.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!