Tortino di alici

Il tortino di alici è un antipasto molto particolare e goloso, che può essere preparato in tante varianti. Vediamo la ricetta nel dettaglio e come servirlo ai vostri ospiti

Tortino di alici
Difficoltà
Preparazione
Cottura
2 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Il tortino di alici è un antipasto tipico del Lazio ma che ha conquistato ormai l’intera cucina italiana per la sua bontà e facilità di realizzazione.

Gli ingredienti sono molto semplici ed economici, ma il risultato è davvero molto gustoso e ricco. Viene preparato con delle alici diliscate farcite con delle patate ed arricchite poi con pomodoro. Il risultato è un antipasto adatto a tantissime occasioni, ma soprattutto perfetto per ogni stagione.

Vediamo, quindi, come realizzare questo piatto ed alcune varianti altrettanto gustose e particolari.

Ingredienti

  • 300 g di patate
  • 20 alici
  • 300 g di pomodori
  • 2 rametti di origano
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.

Come fare il tortino di alici

Per iniziare la preparazione del tortino di alici è importante dedicarsi innanzitutto alle patate, che andranno messe a bollire in abbondante acqua salata, ancora con la loro buccia, per circa 20 minuti. Le patate dovranno essere ben cotte, ma fate attenzione che non si sfaldino all’interno perché andranno poi affettate e devono mantenere la loro consistenza per potere avere un piatto non soltanto buono da mangiare ma anche bello da vedere. Ricordate, infatti, come detto più volte, che il primo impatto in cucina è quello visivo.

Mentre aspettate che le patate siano cotte dedicatevi alla pulizia ed alla preparazione delle alici. Queste andranno private della testa e poi aperte lungo il ventre. Apritele in due e procedete eliminando la lische al centro. Potete fare questa operazione servendovi soltanto delle mani dal momento che le alici sono molto tenere e, quindi, non avrete bisogno di un coltellino. Se, però, lo riteneste opportuno utilizzatelo. Fate, però, molta attenzione in questa fase perché avrete bisogno delle alici intere, per cui le due metà dovranno rimanere ben attaccate.

A questo punto sciacquate le alici sotto l’acqua corrente ed asciugatele. Per fare questa operazione potete adagiare le alici su della carta assorbente e poi tamponare con altri fogli di carta per esser quanto più delicate è possibile in questa prima fase.

Adesso dedicatevi al pomodoro. Per la preparazione avrete bisogno di pomodoro abbastanza maturo, in maniera tale che possa rilasciare un gustoso sughetto poi all’interno del vostro tortino. Lavate i pomodori e tagliateli a fette, che dovranno avere uno spessore di circa mezzo centimetro.

Le patate a questo punto dovrebbero aver ultimato la loro cottura per cui scolatele e lasciatele intiepidire. Quando avranno una temperatura che vi consenta di maneggiarle tagliatele a fette, anche queste dello spessore di circa mezzo centimetro. Fate questa operazione conservando la buccia in maniera tale da avere un elemento anche visivamente diverso dal solito. Se lo preferite, comunque, potete tranquillamente sbucciare le patate prima di affettarle.

Adesso non vi resta che assemblare il vostro tortino di alici. Prendete una pirofila rettangolare oppure quadrata ed andate a comporre, non prima però di aver cosparso il fondo della pirofila con un po’ di olio per evitare che il tortino si attacchi al fondo della pirofila.

Potete anche decidere di utilizzare delle pirofile quadrate molto piccole per creare delle piccole monoporzioni. Scegliete, quindi, come presentare il piatto in base alla situazione nella quale volete servirlo.

Procedete quindi con la stratificazione. Un primo strato sarà costituito dalle patate, poi dalle alici, con la pelle rivolta verso l’alto, e poi dai pomodori. Quando avrete terminata l’ultimo strato salate e pepate a piacimento e irrorate con un filo d’olio. Per finire aggiungete l’origano. Procedete a questo punto con un secondo strato, utilizzando sempre lo stesso ordine. Terminate nuovamente con dell’origano e dell’olio. Attenzione a non esagerare con la quantità di olio per non appesantire troppo il piatto. Un filo sarà più che sufficiente.

A questo punto potete mettere in forno a 180°C per circa 30-40 minuti. Passato questo lasso di tempo il piatto sarà pronto per essere servito. Potete portarlo a tavola nella sua stessa pirofila oppure tagliarlo in quattro parti e servirlo così a monoporzione. È comunque importante portarlo a tavola subito dopo averlo preparato perché possiate apprezzarne tutta la bontà.

Consigli e varianti

Questa ricetta può essere arricchita in molti modi. Potete, ad esempio, fare una gratinatura sopra con del pangrattato e dell’olio oppure aggiungere delle olive, che si sposano bene con questi ingredienti. Scegliete, quindi, quali modifiche apportare alla ricetta classica in base ai vostri gusti o a quelli dei vostri ospiti.

Tortino di alici alla siciliana

Questo piatto può essere realizzato in una variante alla siciliana altrettanto golosa. Alle alici, infatit, verrà alternato del pangratato aromatizzato con acciughe, capperi e concentrato di pomodoro.

Dopo aver lavato e ripulito per bene le alici spostatevi sui fuochi e in una padella fate scaldare dell’olio evo ed uno spicchio d’aglio. Dopo un minuto aggiungete il concentrato di pomodoro ed i capperi, che potete lasciare interi oppure tritare finemente. Aggiungete quindi le acciughe e fate proseguire la cottura mescolando continuamente.

A questo punto aggiungete il pangrattato e fate proseguire la cotutra mescolando costantemente fino a quando il pangrattato non si sarà dorato. Spegnete al fiamma, fate freddare ed aggiungete anceh del formaggio grattugiato.

non vi resterà quindi che creare una stratificazione all’interno della vostra pirofila.

Tortino di alici e zucchine

Da alternare alle alici saranno ottime anche delle zucchine, ridotte in fette abbastanza sottili conuna mandolina ed alternate al pesce.

Potete aggiungere anche del formaggio oppure del pangrattato aromatizzato con le spezie e gli odori che più preferite.

Conservazione del tortino

Il tortino di alici si conserva al massimo per un giorno in frigorifero, se chiuso all’interno di un contenitore ermetico oppure se coperto con della pellicola trasparente.

Sarà bene servirlo appena preparato, ma se dovesse avanzare e lo riponete in frigo abbiate cura di uscirlo dal frigo e di riscaldarlo in forno. Potete scegliere di mettere in forno tradizionale con funzione grill oppure in microonde. In entrambi i casi, però, sarà bene irrorare con un po’ di olio perché si ritrovi l’originaria morbidezza e per arricchirne ancora di più il sapore. Il risultato è comunque molto goloso.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!