Contorni   •   Fritti   •   Vegeteriano

Carciofi fritti con pastella alla birra

I carciofi fritti sono amatissimi e sono perfetti da preparare nella stagione invernale. Realizzati con pastella alla birra saranno ancora più croccanti e sfiziosi. Ecco la ricetta e tanti consigli utili

Carciofi fritti con pastella alla birra
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

I carciofi fritti sono perfetti per la stagione invernale in cui i carciofi sono freschi di stagione e quindi al massimo del loro gusto.

Si tratta di un perfetto contorno, da servire per accompagnare tanti secondi, ma che può anche essere proposto come antipasto all’interno di un buffet. In questo caso prepareremo dei carciofi fritti con pastella alla birra ancora più croccante ed ancora più sfiziosa della classica pastella per fritti.

Il risultato è davvero delizioso e soprattutto questa ricetta non vi porterà via tanto tempo, perfetta quindi anche per coloro che hanno poco tempo da dedicare alla preparazione dei piatti ma che non vogliono comunque rinunciare a ricetta più sfiziose e particolari.

Con pochi e semplici passaggi darete vita ad un risultato croccante e sfizioso, perfetto per tantissime occasioni. La presenza della birra nella pastella darà una nota di sapore e di croccantezza in più che renderà il piatto davvero irresistibile.

Vediamo quindi come procedere.

Ingredienti

  • 6 carciofi
  • 120 g di farina 00
  • 1 uova
  • 100 ml di birra
  • 25 ml di acqua
  • q.b di sale
  • succo di 1 limone
  • q.b. di scorza di limone

Preparazione

Per preparare i carciofi fritti con pastella alla birra dovrete ovviamente partire proprio dai carciofi, l’ingrediente basilare di questa ricetta. Come prima cosa, infatti, dovrete privare i carciofi della parte più lunga del gambo, eliminare le foglie esterne e ridurre le rimanenti a metà così da eliminare anche le spine. I carciofi così ripuliti andranno divisi a metà, successivamente in quarti, privati del fieno presente all’interno e delle spine più piccole delle foglie interne, e successivamente ridotti in spicchi o fettine della dimensione che preferite.

Le fette di carciofi andranno messe a bagno in una soluzione di acque e succo di limone così che rimangano bianchi e non si ossidino durante questa fase. Procedete quindi con gli altri carciofi a vostra disposizione.

Fatto questo dedicatevi alla pastella alla birra. Dovrete, infatti, aggiungere all’interno di una ciotola l’acqua fredda, la birra e l’uovo ed iniziare a mescolare il tutto. Incorporate quindi la farina aggiungendola poco per volta lavorando con una frusta a mano o con uno sbattitore elettrico così da non formare dei grumi. Aggiungete anche la scorza grattugiata di un limone. Avrete ottenuto in questo modo una pastella molto omogenea che dovrete lasciare da parte a riposare per almeno mezz’ora.

A questo punto riprendete i carciofi, privateli della soluzione acidula in cui li avete tenuti a bagno e tamponateli con un foglio di carta assorbente. I carciofi quindi andranno passati nella pastella, che dovrà ricoprire perfettamente la loro superficie e successivamente fritti in abbondante olio ben caldo. Proseguite la cottura per circa 3-4 minuti e poi rigiratele così da far dorare tutta la superficie in maniera omogenea ed avere un risultato ben croccante.

Una volta pronti i carciofi fritti andranno tolti dalla padella e adagiati su un piatto coperto con carta assorbente così che possano perdere l’olio in eccesso che li renderebbe troppo unti. Continuate in questo modo fino a quando avrete cotto tutti i vostri carciofi.

Servite ai vostri ospiti quando sono ancora ben caldi così da poterli apprezzare al meglio.

Carciofi-fritti-in-pastella

Carciofi senza pastella

Se lo desiderate potete anche realizzare degli ottimi carciofi fritti senza pastella. In questo caso dovrete passarli nella farina che preferite, 00 o di rimacino, e poi passare in una padella con dell’olio ben caldo. Il risultato sarà comunque ottimo e molto particolare.

Se, invece, preferite una pastella senza uova potete aggiungere una maggiore quantità di farina al vostro composto. Il risultato sarà comunque ottimo.

Carciofi fritti alla napoletana

Probabilmente avrete spesso sentito parlare dei cosiddetti carciofi indorati e fritti. In questo caso, infatti,  la preparazione diventa ancora più semplice perché le fette di carciofo verranno immerse nell’uovo sbattuto con un pizzico di sale e del formaggio e successivamente fritte in padella.

Per una nota di sapore ancora più particolare potete farli marinare nel succo di limone prima di procedere alla frittura. Il risultato sarà davvero straordinario.

Conservazione dei carciofi fritti in pastella

Icarciofi fritti andranno serviti ai vostri ospiti quando sono ben caldi però potete anche tenerli a temperatura costante in forno e servirli dopo qualche ora dalla preparazione.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

Aggiungete una maggiore o minore quantità di sale alla pastella in base al risultato finale che volete ottenere. Non realizzate delle fette di carciofo troppo spesse perché altrimenti queste finirebbero per rimanere crude a cottura ultimata, rovinando quindi il risultato finale. Aggiungete delle spezie alla pastella per renderla ancora più particolare.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!